Si sono svolte questa mattina le celebrazioni a Fara d’Adda per il IV novembre. Oggi è stata anche l’occasione per intitolare il campo da calcio a Ferruccio Marini e il centro polivalente a Falcone e Borsellino.

Il corteo

La giornata è iniziata alle 9 con il consueto corteo. A causa del maltempo non è stato possibile effettuare l’alzabandiera in piazza Patrioti, ma la cerimonia è stata fatta all’interno dell’ex cinema. Dopodiché il corteo si è mosso in direzione cimitero, dove è stata deposta la corona d’alloro ai caduti.

La prima intitolazione

La folla si è poi spostata al centro sportivo per la sua intitolazione a Ferruccio Marini. Ex direttore del linificio capanificio nazionale, grandissimo stabilimento a Fara, chiuso ormai da anni ma che diede lavoro a tantissimi faresi. Per l’occasione presente anche il figlio del direttore.

Le parole del sindaco

“Abbiamo deciso di intitolare a lui il centro sportivo – ha detto il sindaco Armando Pecis – perché Marini nel dopoguerra si è distinto come presidente della Farese, portandola avanti con dedizione. Io l’ho conosciuto solo una volta ma per tutti era il nostro presidente e diretùr”. Il centro polivalente è stato invece intitolato a Falcone e Borsellino. Ecco spiegato il perché:

Leggi anche:  Linea Cremona Treviglio, i sindaci diffidano Rfi e Trenord

 

Il ricordo dell’eroe

Oggi è stata anche l’occasione per ricordare un vecchio eroe farese. Si tratta del tenente pilota Angelo Reseghetti. Del quale il nucleo aeronautica di Fara porta il nome. Quest’anno è il 75esimo anniversario della scomparsa.

Al centro polivalente