Anni Sereni, una grande festa per celebrare la contrattualizzazione dei posti letto all’hospice di Treviglio. E’ quanto ha organizzato la fondazione «Anni Sereni» sabato scorso, dopo che la Regione ha annunciato l’intenzione di accreditare almeno tre posti letto nella struttura che si occupa di malati terminali.

Anni Sereni

Un risultato ottenuto dopo una lunga «battaglia» e una petizione firmata da migliaia di cittadini della Bassa.
All’evento erano presenti alcuni amministratori dei Comuni che fanno riferimento all’hospice di Anni Sereni, nonché il presidente della Bcc cittadina, Giovanni Grazioli. Un lieto fine che è stato celebrato con una maxi torta. “Ringrazio tutte le persone che ci hanno sempre creduto e sostenuto”, ha detto raggiante il presidente Baruffi.

Rischio chiusura scongiurato

Le sorti dell’Hospice della fondazione Anni Sereni avevano monopolizzato l’attenzione di tutto il territorio. Nonostante le continue promesse della Regione, infatti, l’accreditamento continuava a slittare e questo aveva portato al rischio di chiusura del servizio, l’unico a disposizione dei cittadini della Bassa. Era quindi nata una vera e propria mobilitazione di amministratori, politici e cittadini che alla fine ha salvato l’Hospice.