«Cologno c’è!», sì ma anonimamente. E’ nato un nuovo gruppo politico in paese, che non ha perso occasione per fare la pulci alla Giunta Drago. Il tutto però mantenendo l’anonimato.

Anonymous attacca la Giunta Drago

Il gruppo di «vendicatori mascherati» per ora preferisce non esporsi restando nell’ombra, anche se a breve – promettono – paleseranno la loro identità. Il nuovo gruppo però non ha perso tempo ed è già partito all’attacco dell’Amministrazione. «Cosa sta realmente facendo l’Amministrazione?– scrive in una nota il gruppo – A quasi due anni dalla vittoria alle elezioni ci domandiamo dov’è andata a finire l’iperattività che ha caratterizzato la campagna elettorale di “Progetto Cologno”. Dopo i primi tre mesi di Amministrazione Drago tutto è andato spegnendosi e stona parecchio la tanto urlata voglia di cambiamento al quasi silenzio che si percepisce oggi. Vista la propaganda prima delle elezioni forse in molti si aspettavano che la Giunta si caricasse sulle spalle il paese di Cologno e lo portasse fuori dalla crisi nera e dagli anni di stallo che lo avevano caratterizzato. Queste aspettative per ora sono andate ampiamente deluse. Per citare un tema, che voleva essere uno dei loro cavalli di battaglia, si può parlare di sicurezza. Dove sono andate a finire le parole spese, le assemblee pubbliche e i buoni propositi sull’argomento? In merito a questo si deve porre in evidenza che negli ultimi mesi, nel nostro paese, sono stati segnalati diversi casi di furti in abitazione. Alcuni dei quali hanno visto un faccia a faccia fra i ladri e i padroni di casa, o i loro vicini, con ovvi momenti di tensione e paura fra i nostri concittadini. Vista la ormai nota vicenda della mancanza di personale nella Polizia Locale, a cui effettivamente il comune può fare poco o nulla, perché non si valuta di porre in atto strategie alternative?».

La replica del sindaco

A respingere le accuse al mittente ci ha pensato il sindaco Chiara Drago. «Ma siamo sicuri che “Cologno c’è” ci sia davvero? – ha ironizzato – perché fa ridere dover rispondere a delle accuse a chi non si è palesato, soprattutto visto il nome che si è scelto. Comunque posso dire che le accuse di immobilismo siano infondate. Anzi ricordo che l’Amministrazione è aperta al dialogo con tutti. Mi pare che gli assessori stiano lavorando bene in fatto di iniziative intraprese. Per quanto riguarda le questioni più spinose e calde stiamo lavorando per risolvere i problemi. Con i tempi che la Pubblica Amministrazione impone che ahimé sono lenti. Nello specifico ricordo che a breve assumeremo agenti della Polizia locale per riportare la situazione alla normalità. L’Amministrazione c’è. Magari non si vede con nuove infrastrutture realizzate, ahimé non ci sono i soldi per fare ciò, ma si vede con le tantissime iniziative ed eventi che stiamo portando avanti».