C’è un cannone in discarica a Ciserano. Non è un monumento, non è finto. E’ proprio vero. Ma come ci è finito lì?

Cannone in discarica

Entrando nella piattaforma ecologica di Ciserano non è immediatamente visibile. Rimane un po’ discostato dalla zona di deposito dei rifiuti ed è parzialmente nascosto dalla vegetazione. Ma avvicinandosi è ben chiaro di cosa si tratta. E’ proprio un cannone. Un po’ acciaccato, un po’ arrugginito ma indiscutibilmente un cannone. Ma come ci è finito lì? Possibile che qualcuno l’abbia “buttato”?

Svelato il mistero

A sciogliere ogni dubbio ci ha pensato il sindaco di Ciserano Enea Bagini.  “Si tratta – ha detto – di un cannone risalente alla Seconda Guerra Mondiale. E’ di proprietà dell’associazione reduci e combattenti. Prima era posizionato  davanti al santuario della Madonna di San Marco. E’ stato rimosso negli anni ’90 e depositato alla piattaforma ecologica. So che lo avevano acquistato a Torino e che, prima della rimozione, avevano anche tentato di venderlo a un signore di Brembate. Ma senza esito”.

Leggi anche:  Il Cortile inaugurato progetto di housing sociale a Treviglio

Puntato verso Arcene

Il cannone dunque si trova in discarica da circa 25 anni. “Non ho mai tentato di venderlo o di spostarlo da lì – ha detto Bagini – semplicemente perchè non è di proprietà del Comune. D’altra parte lì dove si trova non dà fastidio a nessuno”. Senza contare che il cannone potrebbe anche tornare utile un giorno o l’altro. “E’ puntato verso Arcene – ha concluso Bagini ridendo scherzosamente – non si sa mai”.