Sta cominciando in questi minuti la cerimonia ufficiale per attribuire la cittadinanza onoraria a Ciserano ai carabinieri dell’Arma. C’è anche il Prefetto Elisabetta Margiacchi e il Questore Girolamo Fabiano.

Cittadinanza onoraria per l’Arma

Un “piccolo” gesto simbolico che nasconde un significato importante, soprattutto in un territorio in cui a volte si ha l’impressione che lo Stato sia distante. Mentre invece c’è, ogni giorno. Anche all’ombra dei Palazzi di Zingonia. Questo il senso dell’iniziativa del Comune di Ciserano, a seguito della quale da  oggi, lunedì 12 marzo,  saranno cittadini onorari  del paese anche tutti i militari dell’Arma.

La cerimonia

Il pubblico in sala è quello delle grandi occasioni: c’è il colonnello Biagio Storniolo, comandante provinciale dei Carabinieri. Il capitano a capo della Compagnia di Treviglio Davide Papasodaro, il maresciallo comandante della stazione di Zingonia Gerardo Tucci e il capitano della Guardia di Finanza di Treviglio Maria Luisa Ciancia. Ma anche l’associazione dei Carabinieri in congedo, i Bersaglieri di Ciserano e tanti altri.

Bagini: “Rapporto con i carabinieri un punto fermo”

“Il nostro territorio ha grandissime potenzialità ed eccellenze ma tante problematiche che a differenza di tanti altri abbiamo deciso di affrontare” ha esordito il sindaco Enea Bagini, che fa gli onori di casa. “Il rapporto con i carabinieri è punto fermo che ha saputo negli anni creare rapporti necessari per il territorio, un dialogo da sempre molto forte e stretto” ha aggiunto il sindaco.

Leggi anche:  Scossa sismica all'ora di pranzo

Indelebile il contributo dei carabinieri

“Zingonia è stato il primo problema che mi hanno presentato” ha ricordato nel suo discorso il Prefetto Margiacchi. “Poi ho capito tutto quello che si sta facendo per lottare contro il degrado e la criminalità. Ammiro molto la forza di Bagini nell’affrontare il problema e l’intervento dei carabinieri che resterà indelebile nella storia del territorio”. Guarda il video del conferimento della cittadinanza.