Ieri sera una cisterna contenente ipoclorito di sodio, sostanza nota anche come candeggina, sita nei pressi dell’acquedotto di Trescore Cremasco si è rotta e tutto è finito nelle fognature, facendo scattare l’allarme.

La segnalazione

Candeggina nelle fogne per la rottura di una cisterna. Ad accorgersene ieri sera,  poco prima delle 20, è stato un cittadino di passaggio in via Vittorio Veneto. Il liquido aveva invaso la strada e si stava riversando nei tombini, quindi ha avvertito il sindaco Angelo Barbati, che è accorso sul posto. Con lui l’assessore all’Ambiente Walter Carioni e il consigliere con delega alla Sicurezza Marco Rossi.

L’intervento dei Vigili del fuoco

Non conoscendo la natura del liquido, la chiamata alla caserma dei pompieri di Crema è stata immediata. Una squadra è arrivata in pochi minuti e, appurato che si trattava di cloro, ha provveduto a ripulire la strada. Nel frattempo sono stati avvertiti anche i tecnici di “Padania Acque”, che hanno verificato la rottura della cisterna fatta posizionare la settimana prima.

Leggi anche:  Un bosco di 7000 piante in arrivo a Romano

Allarme rientrato

Secondo i Vigili del fuoco, che hanno impiegato poco più di un’ora a mettere in sicurezza la strada, all’episodio non si collegano particolari rischi per la salute pubblica. Il liquido, infatti, in bassissime concentrazioni, serve a potabilizzare l’acqua.

I dettagli in edicola su CremascoWeek