La neve è arrivata. Meno di quanta inizialmente ne era stata prevista, ma qualche disagio è riuscita lo stesso a crearlo. Intanto, per il pomeriggio è prevista la precipitazione più abbondante, ma non si andrà oltre i dieci centimetri.

Strade da paura? “Ma va… solo solo due centimetri”

Come sempre la neve divide. E non solo tra chi la adora e chi la detesta, ma anche tra chi la vede come un problema e chi, invece, ci passa – letteralmente – sopra. Ecco una carrellata delle vostre fotografie dalla Bassa e dal Cremasco. Tutti in auto tra le 7 e le 8.30 questa mattina ma gli scenari sono stati diversi da zona a zona. La neve c’era. Troppo poca per far intervenire le pale, troppa – in certi casi – per gestirla solo con il sale. E la polemica è servita.

Treviglio finisce nel “corridoio”

Il punto rosso indica Treviglio rimasta nel “corridoio”

La perturbazione nevosa che da questa notte sta interessando tutto il Nordovest avrebbe dovuto colpire duramente anche la Bassa. Invece questa mattina sul suolo si erano depositati pochi centimetri di neve. Guardando le previsioni dai satelliti si può notare come Treviglio e l’area circostante siano finite in una sorta di “corridoio” al riparo dalla precipitazione più copiosa. Dal pomeriggio anche Treviglio dovrebbe veder cadere qualche fiocco in più, ma nessuna emergenza.

A Treviglio strade pulite

Già ieri in tarda serata, prima che i fiocchi iniziassero a cadere, i mezzi spargisale erano entrati in azione in tutta la città. Il risultato è stato quello di ritrovarsi questa mattina strade praticabili, a tratti completamente pulite. Anche nelle zone residenziali la situazione non è stata drammatica nonostante si fossero depositati tra i 3-4 centimetri di neve. Ma fuori come è andata?

La Bergamina

Se il Piano neve di Treviglio ha dimostrato di funzionare (merito – forse – anche delle imminenti elezioni?) altrove la situazione non è così florida. Arrivando dal Cremasco, lungo la Bergamina, le condizioni delle strade sono ben diverse. Tra Spino e Nosadello si procede molto a rilento tra neve e lastre di ghiaccio. La situazione resta la stessa fino Treviglio dove le strade tornano a essere praticabili. Tra Rivolta e Arzago si è registrato anche un incidente (questa mattina sono stati diversi gli interventi per fuori strada, ndr), un’auto fuori strada per fortuna senza conseguenze per chi si trovava a bordo.

Leggi anche:  Ragazzi On the Road sbarca a Brignano

Da Romano strade impraticabili

Si procede a rilento anche da Romano. La città non ha risposto bene ai fiocchi caduti nella notte e questa mattina le strade si sono presentate ancora ricoperte di neve. Il pericolo ghiaccio è reale e proseguendo verso Treviglio la situazione non migliore. Bariano e Morengo sono nella stessa condizione e solo da Pagazzano le strade tornano a essere praticabili con sicurezza.

Problemi anche da Bergamo

Nel capoluogo orobico la neve è scesa più copiosa. I disagi a cascata si sono fatti sentire lungo la direttrice che porta a Treviglio. Da Pontirolo fino in città si procede lentamente a causa della neve depositata sull’asfalto. La pulizia anche qui ha scarseggiato causando disagi agli automobilisti. In tanti hanno già sfogato la propria rabbia sui social: “La Bassa questa mattina era una lastra di ghiaccio – si legge tra i commenti – non è stato buttato nemmeno un granello di sale, non ho parole”.

Scuole aperte

Come annunciato ieri le scuole oggi sono rimaste aperte. Per domani non ci sono ancora comunicazioni ufficiali e un aggiornamento sarà possibile solo nel pomeriggio.