Redazione, 7 giugno 2017

(Il supermercato Lidl di Caravaggio)

Ha puntato un coltello contro la cassiera per farsi consegnare l’incasso della giornata e poi, arraffato il bottino, è scappato a piedi.
E’ successo lunedì sera al supermercato «Lidl», poco prima della chiusura.

A colpire è stato un rapinatore solitario che, subito dopo, ha fatto perdere le proprie tracce fuggendo verso il centro.
E’ successo tutto in pochi minuti, intorno alle 19.30, quando il supermercato stava per chiudere e all’interno erano rimasti gli ultimi pochi clienti e i dipendenti.
A pochi metri la stazione e il viale del Santuario ancora molto trafficato a quell’ora. Ma nulla ha scoraggiato il malvivente che ha deciso di colpire ugualmente il supermercato.
Il rapinatore, sui trent’anni e di carnagione chiara, è entrato cercando di coprire il viso con il cappuccio della felpa che indossava e, armato di coltello, si è diretto verso la cassa più vicina.
Con fare molto nervoso si è rivolto alla cassiera puntandole la lama e le ha intimato di consegnargli tutto l’incasso.
Essendo già orario di chiusura, però, le casse erano già state in parte svuotate ed erano rimasti poco meno di 300 euro.
Arraffati i contanti il rapinatore ha guadagnato l’uscita e attraversato il parcheggio ha proseguito la sua fuga a piedi verso il centro.
A quel punto la dipendente, fino a quel momento immobilizzata dalla paura, ha urlato chiedendo aiuto. In pochi si erano accorti di quanto era accaduto.
Immediata la chiamata al «112» che ha inviato sul posto una pattuglia dei carabinieri della Radiomobile di Treviglio che hanno raccolto le testimonianze dei presenti e avviato le indagini che, finora però, non hanno avuto alcun esito. Le ricerche, in capo alla stazione dei carabinieri di Caravaggio, proseguono per individuare il rapinatore.