Nuova Fiera, nessuna azienda ha partecipato al bando di gara per le rifiniture e per la realizzazione degli impianti del padiglione. Lo ha annunciato stamattina l’assessore ai Lavori pubblici Basilio Mangano, a margine della conferenza stampa sull’illustrazione del Piano opere del 2018.

Nuova Fiera

Il bando di gara per realizzare gli ultimi lavori nel cantiere della Nuova Fiera si è tenuto a dicembre, partendo da una base d’asta di un milione e 850 mila euro. Si tratta della realizzazione delle rifiniture e degli impianti nel padiglione. L’ufficio Tecnico ha quindi indetto una nuova gara a inviti e ha contattato cinque aziende che già in passato hanno svolto dei lavori per il Comune. Il termine per presentare le offerte è il 2 marzo, mentre l’apertura delle buste è fissata per il 5 marzo. Nel frattempo, è stato predisposto il progetto per la strada laterale ed è stato avviato l’iter per l’acquisto della vicina area di 5 mila metri quadrati (per un importo di 230 mila euro), destinata all’ampliamento del Polo fieristico.

Un unico asilo nido

L’asilo nido Titigulì in via Trento

Nel corso della conferenza stampa, oltre che della Nuova Fiera si è parlato anche dell’asilo nido comunale. L’intenzione dell’Amministrazione comunale è quella di accentrare le due strutture attuali, quella di via Locatelli e quella di via Trento, in quest’ultima sede. Sono quindi previsti dei lavori di ristrutturazione dell’edificio di circa 150 mila euro per ricavare lo spazio necessario a ospitare tutti i piccoli utenti che al momento frequentano i due nidi. L’obiettivo, secondo quanto dichiarato dall’assessore Mangano, è infatti quello di mantenere lo stesso numero di bambini, ripensando quindi la distribuzione degli spazi in via Trento.

Oltre 3 milioni di opere

Il Piano opere per il 2018 prevede investimenti per circa 3,1 milioni di euro. Tra i progetti principali c’è la manutenzione delle strade (100 mila euro), la riqualificazione del posteggio di via del Bosco (240 mila euro legata però al Piano “Baslini”), l’ultimazione della pavimentazione in porfido del centro storico (100 mila euro), la rotatoria tra viale Piave e via Curletti (240 mila euro, vincolata alla vendita dell’ex Foro Boario), la manutenzione degli alloggi comunali (160 mila euro), quella della palestra “Gatti” (100 mila euro) e di quelle di viale Piave e via Colleoni (240 mila euro), la manutenzione delle rogge (300 mila euro) e l’acquisto delle aree a nord del cimitero (230 mila euro) necessario all’ampliamento del cimitero (1 milione).

Leggi anche:  Nutrie, ancora danni. Distruggono anche gli alberi

I cantieri in corso

L’assessore Basilio Mangano ha poi voluto sottolineare che ci sono altri cantieri aperti, già appaltati e finanziati nel 2017, che verranno però conclusi nel 2018. Lavori che ammontano a un totale di 4,8 milioni di euro. Nell’elenco compaiono la già citata Nuova Fiera, la riqualificazione del Parco di via del Maglio, la pista ciclabile tra via Bignamini e largo Vittorio Emanuele, la rotatoria tra via Bergamo e via da Verrazzano, la piazzetta di via XXV Aprile e la riqualificazione degli alloggi comunali di via Cavour. “Vorrei poi aggiungere – ha spiegato Mangano – il posteggio da 87 mila euro che verrà realizzato in frazione Castel Cerreto, a supporto della realizzazione dell’edificio polivalente che è attualmente in costruzione”.