Il ponte dell’Immacolata sarà gelido. Lo dicono gli esperti di 3bmeteo.com che annunciando anche pioggia e neve anche a bassa quota.

Ponte Immacolata da brividi

“La tregua anticiclonica sull’Italia sarà di breve durata perché proprio in concomitanza del Ponte dell’Immacolata torneranno piogge e venti freddi” – ha spiegato il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera – “Dicembre inizia con una fase meteo piuttosto dinamica con affondi artici nel cuore del Vecchio Continente e temperature sotto media”.

Peggioramento da giovedì

L’alta pressione che si va impossessando del Mediterraneo garantirà fino a mercoledì una fase stabile ed in prevalenza soleggiata. Le temperature massime guadagneranno qualche grado e si porteranno nella media tipica del periodo. Da giovedì invece le nubi aumenteranno sui settori occidentali per l’arrivo di aria umida e che precede l’arrivo di una nuova perturbazione proprio per la giornata dell’Immacolata.

Immacolata con neve sulle Alpi

Piogge e rovesci interesseranno soprattutto Liguria di Levante, Nord Est e Centro Italia fino a coinvolgere anche la Campania. In attesa invece il Sud mentre sarà saltato gran parte del Nord Ovest. La perturbazione sarà accompagnata da aria nuovamente più fredda e da un conseguente calo delle temperature. La neve per questo motivo cadrà sulle Alpi specie orientali dai 500-1000m, oltre i 1000-1500m invece sull’Appennino.

Leggi anche:  Week end di piogge, poi il grande freddo

Da sabato torna il sole

Sabato 9 dicembre la perturbazione, sotto la spinta dei venti più freddi di Maestrale e Tramontana, si porterà verso il Meridione. Sarà coinvolto anche il medio versante Adriatico con neve fino a quote di bassa collina tra Romagna ed Alte Marche a fine giornata. Sole prevalente altrove con clima freddo. Domenica 10 dicembre ultimi fenomeni al Sud con neve sui monti; altrove tregua con sole prevalente ma in attesa di un nuovo peggioramento.

Metà mese turbolento

Il periodo turbolento dovrebbe caratterizzare anche la settimana successiva. “L’alta pressione che rimarrà defilata in Atlantico consentirà il passaggio di altre perturbazioni. La terza perturbazione del mese di dicembre è infatti attesa in avvio della prossima settimana con nuove precipitazioni anche nevose a bassa quota” – concludono da 3bmeteo.com