Una grande area giochi, per bambini e per adulti. Fontane “a scomparsa”. E il ritorno dell'”ala” degli avieri. Sono queste alcune delle novità del progetto di piazza Setti, presentate questa mattina da Treviglio futura, insieme a qualche data per l’apertura del parcheggio interrato.

La presentazione del cantiere di piazza Setti, questa mattina

Come procedono i lavori

Il piano “-2”, quello dedicato ai parcheggi privati, è decisamente quasi finito. Paolo Gatti, amministratore unico di Treviglio futura, ha detto poco fa che i posti auto sono stati tutti venduti, mentre restano a disposizione circa 20 box.

Il piano “-1”, quello dedicato al grande parcheggio pubblico da 120 posti auto, è invece più indietro. Ieri è stata effettuata una gettata di cemento, ma serve ancora qualche settimana per rendere fruibile il tutto. Sarà dotato, ha spiegato Gatti, di luci verdi  e rosse per indicare i posteggi disponibili. La rampa di accesso ai due piani interrati, inoltre, sarà riscaldata per evitare i disagi causati dal gelo.

La piazza sta cominciando lentamente a prendere forma, e oggi il sindaco Juri Imeri ha anche spiegato quali sono state le scelte architettoniche per l’arredo della piazza. Insieme a lui c’era Gianpaolo Gritti, il progettista.

 

 Un’area ludica per tutti

La cosa più curiosa e innovativa introdotta nel progetto è un’area gioco, sita lungo il lato ovest della piazza, adiacente al viale del Partigiano. Gritti ha spiegato che ospiterà alcuni “giochi” utilizzabili sia da bambini che da adulti, tra cui uno scivolo che consentirà di accedere alla piazza… scivolando, appunto. Praticamente, da viale Partigiano. Ci sarà poi un sistema di specchi in acciaio e  alcuni dondoli e basculanti.

La fontana a scomparsa

Piazza Gae Aulenti a Milano. Le fontane della nuova piazza Setti a Treviglio saranno “a raso”, come queste

L’area est della piazza sarà invece caratterizzata dalla presenza di una fontana a scomparsa: creerà getti da alcuni ugelli nascosti nella superficie in granito della piazza, sul modello di quelle che stanno sorgendo in diverse città europee. Per intenderci: come quelle che caratterizzano la nuova piazza Gae Aulenti di Milano, al centro del nuovo quartiere Isola.

Leggi anche:  Crema senza frontiere festeggia con gli alunni la fine delle lezioni

Il monumento degli avieri

Piazza Setti: come sarà – Il monumento agli avieri

Ve la ricordate l’ala degli avieri? Piazza Setti sembra chiusa da una vita, invece è “soltanto” un anno e mezzo fa che scompariva il parcheggio del centro, e con lui il monumento per i caduti  dell’aria. Tornerà in piazza Setti, probabilmente. L’idea è di inserirlo nella punta a nord della piazza, in cima alla grande gradinata che costituisce l’anfiteatro.

Bagni pubblici per la città

I parcheggi interrati saranno dotati tra l’altro di servizi igienici pubblici. “Non è possibile che durante le manifestazioni siano soltanto i bar ad erogare questo servizio”  ha spiegato il sindaco Juri Imeri. “Le toilette pubbliche saranno a disposizione e aperte alla cittadinanza durante gli eventi, e poi richiuse per evitare situazioni di degrado”.

Parcheggi pronti in inverno, la piazza in primavera

Qualcuno mormora che l’obiettivo per aprire la nuova piazza potrebbe addirittura essere il 28 febbraio, in occasione della Madonna delle Lacrime. Juri Imeri invece è più cauto e parla di Pasqua. L’assessore Basilio Mangano, più vago, dice “primavera-estate”. Insomma: ancora non si sa con precisione quando si vedrà il nuovo salotto del centro. I due piani di parcheggi invece, per la felicità di diversi negozianti che in questi mesi hanno sofferto molto la mancanza di un posteggio a ridosso del centro, potrebbe essere pronti per Natale.

Piazza Setti: come sarà – Vista dall’alto