A Scannabue (Palazzo Pignano) è tornato il presepe vivente. Inaugurato nel weekend, l’allestimento si trova affianco al cimitero e vi resterà per tutto il mese. Grandi e piccini aspettano ogni anno l’evento, organizzato da Rocco Cristodaro della Fazenda Rocco.

La struttura

Allestito nel corso delle ultime settimane, il presepe vivente della Fazenda Rocco ha finalmente aperto le porte. I padiglioni, collegati da passerelle, permettono ai visitatori di passare da un recinto all’altro per interagire con tutti gli animali. Luminarie, alberi di Natale e uno sfavillante falò fanno da cornice allo spettacolo, che sarà accessibile gratuitamente per tutto il mese di dicembre.

Gli animali

Asini, capre, pecore e chi più ne ha più ne metta. Ci sono tutti gli animali tipicamente descritti nella natività. Dobbiamo essere sinceri: manca il bue. D’altro canto, oltre ai classici ovini, il presepe vivente di Scannabue ospita animali provenienti da tutto il mondo. La narrazione della natività, d’altronde, non ha un solo paese, perciò largo a cammelli, lama e persino a un dromedario.

Leggi anche:  Mafia e presepe la manifestazione di Scannabue finisce in Parlamento

L’atmosfera

Le luci, il vociare estasiato dei bimbi, la musica dagli altoparlanti, il viavai continuo. Al presepe di Scannabue, l’atmosfera natalizia è palpabile. La neve, caduta copiosa domenica pomeriggio, é stata solo la ciliegina sulla torta.