Il nuovo «polmone» di Romano sarà un bosco, per il quale è prevista la conversione di 300mila metri quadrati di area territoriale in agricola. Congratulazioni anche dal presidente di «Legambiente Sarius» Patrizio Dolcini, che ha partecipato all’incontro con gli assessori comunali.

Il progetto

Un’opera che segna una svolta nel piano di gestione del territorio, intervenendo su due aree distinte. La prima, nella zona sud, dove verrà creato un bosco di 28mila metri quadrati. La seconda in piazza Don Sandro, dove saranno piantumati 70 alberi in vista della realizzazione di un parco.

Le proteste

In seguito alla riqualificazione di viale Montecatini, con annesso taglio di 116 tigli, erano fioccate polemiche. Infatti, l’amministrazione Nicoli era stata accusata di fare il male del paese sotto il profilo ambientale, sebbene il taglio dei tigli fosse stato indicato anche dall’agronomo. Questa volta però, l’implemento “green” conta un numero di alberi sessanta volte superiore e si prefigge, come primo obiettivo, di ristabilire il verde a Romano.

Leggi anche:  La festa della Musica 2018 scalda i motori

 

Leggi di più sul RomanoWeek in edicola il 15 dicembre.