A Treviglio  lo scorso fine settimana è stato completamente dedicato alle donne. Sono state organizzate due iniziative: un convegno e un corso di autodifesa.

Il convegno “Donne in divisa”

Nella mattinata di sabato al Tnt si è svolta una conferenza dedicata alle “Donne in divisa”. Le protagoniste sono state alcune rappresentanti delle Forze armate cittadine, che hanno raccontato ai presenti la loro esperienza in uniforme. Per la Polizia di Stato, la soprintendente Carmela Tulipano. Per la Guardia di Finanza la comandante Maria Luisa Ciancia e il maresciallo capo Carmen Pirozzi. Per l’Arma dei Carabinieri, il maresciallo Annalisa Manfreda. Infine, per la Polizia locale, l’agente scelta Daniela Mauri.

 

Il ruolo femminile nei corpi militari

Il ruolo in divisa della donna è ancora poco conosciuto in Italia e spesso suscita ancora stupore. La storia delle donne nelle Forze armate inizia nel 1947, con la costituzione del Corpo di Polizia femminile di Trieste. Tuttavia, è solo negli ultimi anni che il numero di donne in uniforme è aumentato in maniera significativa, sia per rispondere alle esigenze delle donne in termini di pari opportunità ed emancipazione, sia per esigenze proprie delle forze militari, che portano a valorizzare le caratteristiche tipiche della sensibilità femminile.

 

Il corso “Donna-Sikura”

Domenica mattina ha, invece, avuto inizio un corso di autodifesa anti aggressione  dedicato alle donne tra i 14 e i 65 anni. Il corso si comporrà di cinque lezioni, tenute dal maestro di Ju-Jitsu Pietro Zizza. Durante gli incontri saranno spiegate le basi per gestire eventuali aggressioni, con simulazioni di prese, strattoni e strangolamenti. Lo scopo è dare alle donne maggiore autostima e sicurezza. I restanti 4 incontri si svolgeranno domenica mattina, dalle 9 alle 11, nella palestra della scuola elementare «Cesare Battisti» di viale Piave, secondo il seguente calendario: 18 e 25 marzo, e 8 e 15 aprile.