Venticinque anni di servizi per la Croce Verde di Offanengo. L’associazione di volontariato del paese ieri mattina, domenica, ha festeggiato il traguardo insieme alla comunità, che ha applaudito l’impegno di tutti coloro che ogni giorno si dedicano ad aiutare il prossimo. La Croce Verde di Offanengo, che oggi conta una trentina di iscritti, svolge servizi di trasporti sanitari, materiale biologico e assistenza sanitaria a gare e manifestazioni.

Parata per le vie del paese

Ad aprire la mattinata di festa della Croce Verde è stata la parata per le vie del centro di Offanengo composta dal corpo bandistico “San Lorenzo” seguito dal gruppo dei volontari e dal presidente Carlo Patrini con gli Amministratori comunali fra cui il sindaco Gianni Rossoni, il vice Emanuele Cabini, l’assessore ai Servizi sociali Pier Angelo Forner e quello all’Istruzione Silvia Cremonesi, il consigliere Enzo Zibelli e il consigliere ed ex sindaco Gabriele Patrini. A portare un saluto e a partecipare alla celebrazione anche numerose altre consorelle, ovvero associazioni di volontariato della zona operanti  nel settore socio sanitario quali la Croce Verde di Crema, quella di Castelleone, Romanengo e Soncino, la Croce Rossa di Crema e l’Hospital Service.

“Beati coloro che tendono la mano al prossimo” 

Il corteo , dalla sede della Croce Verde di via delle fontane 17/B, si è diretto nella chiesa di Santa Maria Purificata, prendendo parte alla Santa Messa delle 11. “La vostra è una bella e importante realtà – ha detto nell’omelia don Bruno Ginelli, parroco di Offanengo – Anche Papa Francesco oggi, con la volontà di istituire  la giornata dei poveri, ci ricorda quanto sia importante impegnarsi concretamente per aiutare il prossimo come fate voi, volontari: siano beati coloro che tendono la mano senza nulla chiedere in cambio, aiutando i più deboli nelle difficoltà”. Dopo aver ricordato i volontari ormai scomparsi, alcuni membri della Croce Verde hanno portato all’altare i doni, fra cui uno zaino d’equipaggiamento solitamente utilizzato durante i servizi. A chiusura della funzione Celestina Doldi,  anima della Croce Verde di Offanengo, ha quindi letto la “Preghiera del volontario”. Non è mancata la parata fino all’oratorio per brindare ad altri 25 anni ricchi di attività e soddisfazioni

Leggi anche:  Il distretto agricolo della bassa bergamasca è arrivato in città