Come trattare le donne vittime di violenze? Il comandante della Polizia locale di Offanengo Marco Cattaneo l’ha appreso frequentando un corso organizzato dal Comando di Castelleone  lunedì pomeriggio.

“Rispettare i tempi delle vittime”

Insieme a lui altri 20 agenti del Cremasco, a lezione da operatori del settore che hanno fornito loro utili procedure operative. «L’incontro ha preso il via con la conoscenza del gruppo – ha spiegato Cattaneo – Erano presenti il Centro uomini maltrattanti di Castelleone, ente che segue gli uomini che si sono accorti di assumere atteggiamenti sbagliati con l’altro sesso, e anche il Centro antiviolenza, entrambi facenti parte della Rete-contatto».

Spesso le vittime non si fanno aiutare

Durante l’incontro anche una dimostrazione dal taglio tecnico dove un agente ha cercato di approcciare un’attrice vittima di maltrattamenti che non voleva farsi aiutare. «E’ stato molto utile perché spesso le vittime rifiutano l’aiuto e noi dobbiamo imparare a rispettare i loro tempi – ha spiegato Cattaneo – Ci è stato fornito un quadro operativo utile per poter interfacciarsi meglio». Ma le lezioni non sono finite: la prossima inquadrerà l’aspetto legislativo. « Quando siamo in servizio ci può capitare di trovarci di fronte a situazioni di violenza – ha concluso il comandante – E’ quindi importante riconoscere il problema per poterlo segnalare tempestivamente e attivare, quando è il caso, un sistema di aiuto alla persona in difficoltà».