Si è conclusa da poche ore la tradizionale “Batelada sul Tormo” di Palazzo Pignano. Anche quest’anno in molti si sono recati lungo i 2,5 chilometri del percorso per assistere alla divertente gara e fare il tifo per amici e parenti partecipanti.

I partecipanti

Numerosissimi sono stati anche i protagonisti della Batelada, circa una quarantina a bordo di 10 imbarcazioni assai originali, come del resto vuole il regolamento. Assolutamente bandite infatti sono le imbarcazioni a motore, mentre possono partecipare tutti purché abbiano almeno 18 anni di età. Ulteriore particolarità della gara consiste nel materiale in cui è costruita l’imbarcazione, che può variare da gommoni e materassini da mare, fino a zattere realizzate con bottiglie di plastica. Ci si può direzionare con dei remi o con dei più rudimentali bastoni, mentre è obbligatorio indossare il giubbotto salvagente per garantire una maggiore sicurezza.

Il percorso

Completamente immerso nella natura il percorso, lungo circa 2,5 chilometri, parte come da tradizione dalla Cascina Rinetta a Pandino, per poi terminare nella campagna vicino alla Cascina Palazzina di Palazzo Pignano.

Leggi anche:  Ribaltamento sulla provinciale, due feriti in ospedale

I vincitori

Tra risate, inconvenienti e tante tante remate, i nostri “marinai di fiume” sono arrivati all’agognata meta. I primi in assoluto a tagliare il traguardo, verso le 15.30, sono stati Luigi Uberti e Luca Bombelli, che si sono guadagnati il primo posto sul podio. A rotazione sono poi arrivati Yuri Bombelli e l’amico Samuele Luppi, che si sono aggiudicati la medaglia d’argento. Terzo posto infine per Fabrizio Resteghelli, che ha affrontato il percorso in solitaria a bordo della propria originalissima imbarcazione.

Di seguito potete sfogliare la gallery fotografica e visualizzare qualche breve filmato della gara.