I carabinieri della Aliquota Radiomobile hanno denunciato per abbandono di animali una persona questo pomeriggio.

Le segnalazioni dei passanti

Verso le  quattro di oggi pomeriggio sono arrivate ai carabinieri varie richieste di intervento da parte di alcuni passanti che lungo il tratto della paullese che da Bagnolo conduce a Crema avevano notato un cane che girovagava e rischiava di essere investito. Sul posto è intervenuta una pattuglia di carabinieri dell’Aliquota Radiomobile che ha constatato la veridicità delle richieste.

Cane meticcio in mezzo alla strada

Un cane meticcio stava girovagando nei pressi di un distributore di carburanti TotalErg ma era talmente impaurito che non accettava di farsi prendere.
Solo grazie all’intervento di un accalappiacani si è riusciti a prendere l’animale e a portarlo presso il canile di Vaiano. L’animale non aveva né chip di riconoscimento né un guinzaglio.

La testimonianza del gestore del distributore

I carabinieri hanno chiesto  al gestore del distributore se avesse per caso notato qualcuno che abbandonava il cane nelle ore precedenti. L’uomo ha detto di non aver visto nessuno ma ha consegnato alle autorità i filmati delle telecamere a circuito chiuso del distributore. Dopo varie ore di visione i carabinieri hanno visto quello che era successo.

Abbandona il cane dal benzinaio, beccato dalle telecamere

Nella mattinata del giorno precedente era sopraggiunta un’utilitaria dalla quale era sceso il conducente che,con la scusa di fare rifornimento, aveva fatto scendere il cane. Dopo aver tolto il guinzaglio all’animale è risalito in macchina e si è allontanato, lasciano il cane dal benzinaio.
Grazie alla visione delle immagini i carabinieri sono risaliti alla targa del mezzo il cui proprietario risultava essere un esercente di Chieve. L’uom da li a poco è stato raggiunto in negozio dalle forze dell’ordine. Messo di fronte all’evidenza ha ammesso di aver abbandonato l’animale.

Leggi anche:  Incastrato in un macchinario grave operaio di 51anni

Denunciato

Il negoziante è stato denunciato in base  all’art. 727 del codice penale che prevede che chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. La stessa pena è prevista per chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze.

L’appello dei carabinieri

L’invito che viene rivolto a tutti i possessori di animali – scrivono i carabinieri in un comunicato stampa – è quello di non abbandonare gli animali ma di portarli presso il canile ove verranno accettati senza alcuna spesa, evitandogli così sofferenze e rischiando altresì di mettere in pericolo gli utenti della strada, causando incidentalità stradale.