Arrestato spacciatore 19enne. Il giovane fermato dai carabinieri è residente a Crema ed era già stato affidato a una comunità di recupero per tossicodipendenti per sei mesi.

Arrestato spacciatore di 19 anni

I carabinieri del Nucleo operativo hanno arrestato un 19 enne di Crema per detenzione e spaccio di droga. Nel 2014, a seguito di una articolata attività di indagine svolta da questo Nucleo operativo, era già stato arrestato ma essendo minorenne era stato affidato ad una comunità di recupero per tossicodipendenti per sei mesi.

Segnalazioni da parte degli insegnanti

L’indagine era scaturita a seguito di alcune segnalazioni che gli insegnanti di una scuola media superiore di Crema avevano fatto circa la presenza di uno studente che smerciava droga agli altri ragazzi. Diversi gli studenti sentiti che confermavano che il compagno era dedito allo spaccio di stupefacenti tra i corridoi della scuola.

Dalla scuola  a casa

Nonostante la misura restrittiva, il 19enne ha ricominciato la propria attività criminosa pensando che tra le mura di casa la cosa potesse passare inosservata. Tuttavia, i vicini si sono accorti dell’andirivieni costante di giovani che suonavano al campanello di quell’abitazione di Crema Nuova. Gli investigatori si sono posizionati nei pressi della casa mimetizzandosi tra i passanti senza dare troppo nell’occhio. Nel pomeriggio di ieri hanno così assistito all’arrivo di un giovane di Crema, raggiunto dal 19 enne a cui consegnava delle banconote in cambio di un involucro di cellophane.

Leggi anche:  Rissa a Ciserano, 38enne in ospedale SIRENE DI NOTTE

Colto in flagranza di reato

Subito bloccati i due, l’acquirente risultava in possesso di 1,5 grammi di marijuana, mentre il 19 enne di 20 euro. La successiva perquisizione nella sua abitazione permetteva di rinvenire oltre 84 grammi della stessa sostanza, più oltre otto grammi di cocaina e 945 euro in contanti. Denaro considerato provento dello spaccio poiché il giovane non svolge alcuna occupazione. I militari hanno scovato anche un bilancino di precisione e materiale per il  confezionamento (tutto sequestrato). Il 19enne è stato dichiarato in stato di arresto e su disposizione del PM della Procura della Repubblica di Cremona posto in regime di arresti domiciliari in attesa del processo.