Dopo un primo sopralluogo da parte degli inquirenti, è stato accertato l’ammontare della cifra sottratta al bancomat Bcc di Mozzanica. Si tratta di 40mila euro.

La banda del botto

Pare che a mettere a segno il colpo sia stata proprio, come ipotizzato in un primo momento, la banda del botto. Nella notte tra venerdì e sabato, attorno alle 2, i malviventi hanno letteralmente preso d’assalto il bancomat, facendolo saltare con del gas acetilene. (per leggere l’articolo sul furto e il modus operandi della banda, pubblicato ieri, clicca qui).

 

Il bottino

Dopo un primo sopralluogo, i carabinieri di Treviglio guidati dal capitano Davide Papasodaro hanno accertato che le banconote sottratte allo sportello della filiale Bcc ammontano a circa 40mila euro. Colpo grosso per i malviventi, dunque, che nella fretta hanno addirittura lasciato alcune banconote a terra e in strada.

 

Le indagini

Proseguono in queste ore le indagini da parte dei carabinieri, che dopo aver eseguito tutti i rilievi del caso hanno acquisito i filmati di videosorveglianza della filiale e raccolto le testimonianze dei residenti. Pare che i ladri siano giunti sul posto con un Suv nero, a bordo del quale si sarebbero dati alla fuga immediatamente dopo il colpo, in direzione Sergnano.