Spacciava droga nei cascinali abbandonati di Soncino, arrestato marocchino 18enne.

Gli involucri ritrovati

Arrestato marocchino 18enne grazie alle segnalazioni dei residenti: spacciava in cascinali abbandonati

Una decina di giorni fa, in luna cascina lungo la Melotta, i titolari avevano allertato le pattuglie in servizio denunciando di aver sorpreso alcuni stranieri che con fare sospetto si aggiravano negli adiacenti stabili abbandonati e che si erano giustificati dicendo di essere acquirenti alla ricerca di mezzi agricoli usati. La scusa non aveva retto e quindi gli agricoltori soncinesi hanno subito chiamato i carabinieri di Soncino e Camisano.

La fuga nei campi:

uno spacciatore è stato bloccato

Alla vista dei carabinieri, i tre malviventi hanno pensato di darsela a gambe fuggendo nei campi, abbandonando però le loro auto: un’”Audi SW” risultata di proprietà di una donna titolare anche di altre 100 veicoli. I militari però, sono riusciti a bloccare uno dei fuggiaschi, che messo alle strette ha confessato che si trovava lì per consumare sostanze stupefacenti. L’auto è stata recuperata, mentre il giovane bresciano è stato segnalato alla Prefettura per assunzione di stupefacenti.

Controlli a tappeto

Nei giorni successivi i carabinieri di Soncino hanno cominciato a controllare con più attenzione la zona tant’è che nella tarda mattinata di ieri hanno scorto la presenza di un’utilitaria francese guidata da una giovane cremasca che fermata per un controllo sembrava nervosissima. Sul veicolo si rinvenivano due dosi di stupefacente del tipo cocaina e del tipo eroina (sequestrati). La giovane è stata segnalata alla Prefettura di Cremona quale assuntrice di stupefacenti a scopo non terapeutico.

Leggi anche:  Cane buttato dal finestrino in un sacchetto

L’arresto del 18enne

Percorrendo la strada sterrata i carabinieri hanno scorto un giovane straniero nordafricano, appena 18 enne, clandestino,  “residente” in una cascina abbandonata a Romano di Lombardia. Dopo la perquisizione, addosso, gli è stato trovato un involucro contenente 34 grammi di cocaina e del denaro, tutto materiale sequestrato. H.L. è stato dunque dichiarato in stato di arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato trasportato in carcere a Cremona.