Droga Zingonia, due arresti e due denunce. Ennesima operazione antidroga dei carabinieri della Compagnia di Treviglio: sequestrata cocaina, hashish e marijuana a Verdellino. Lo stupefacente è stato ritrovato anche in un appartamento occupato abusivamente a Ciserano.

Operazione antidroga

Stamattina i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato due marocchini, rispettivamente di 20 e 33anni, per spaccio di sostanze stupefacenti e ne hanno denunciato a piede libero altri due, di 30 e 32 anni, con le stesse accuse.

Appartamento perquisito a Verdellino

E’ scattata oggi l’ennesima operazione antidroga condotta dai carabinieri della stazione di Zingonia a distanza di pochi giorni dagli ultimi controlli mirati. Questa volta è stato perquisito un appartamento a Verdellino. All’interno i militari hanno rinvenuto circa 90 grammi di cocaina, circa due etti tra hashish e marijuana, nonché una pianta essiccata (presumibilmente cannabis indica). Sequestrati anche circa 800 euro in contanti e materiale per il confezionamento della droga.

Droga nascosta sul balcone

Droga Zingonia carabinieri

Il via vai di persone dall’abitazione aveva infatti insospettito gli investigatori dell’Arma fino al blitz di stamattina con le relative conferme. La droga e il restante materiale recuperato dai carabinieri era nascosto in più punti della casa, addirittura anche sul balcone.

Il 20enne è finito in carcere

Dopo le formalità di rito, su disposizione del pm di turno, il 20enne, già in regime di detenzione domiciliare per reati di droga, è stato portato in carcere a Bergamo, mentre il 33enne è stato temporaneamente ristretto in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di domani in Tribunale a Bergamo.

Leggi anche:  Ribaltamento su Brebemi, 41enne in codice rosso SIRENE DI NOTTE

Controllo antiabusivismo a Ciserano

A Ciserano, invece, in una delle Torri, i carabinieri della stazione di Zingonia insieme agli genti della Polizia Locale di Ciserano hanno eseguito un controllo antiabusivismo in un appartamento di proprietà dell’Aler e acquistato all’asta giudiziaria. Qui hanno potuto verificare la rottura dei sigilli da parte di ignoti e scoprire un nascondiglio per la droga. Dietro a un armadio, infatti, sono stati rinvenuti ben due etti e mezzo di hashish suddivisi in più panetti. Lo stupefacente è stato sequestrato dalle Forze dell’ordine. Sono ancora in corso indagini per risalire ai soggetti che avevano occupato abusivamente l’appartamento.