L’aggravamento della pena è scattato ieri, sabato, nei confrontati di una 40enne croata che si trovava agli arresti domiciliari, in un appartamento di Treviglio, per il reato di furto in abitazione.

I carabinieri di Treviglio la portano in carcere

Le manette ai polsi della 40enne croata sono scattate ieri, sabato. I carabinieri del Comando di Treviglio hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di aggravamento della pena. Ed è scattata la custodia in carcere a Bergamo. La 40enne si trovava agli arresti domiciliari per una condanna per furto in abitazione emessa dal Tribunale di Bergamo.

Ad agosto ha evaso gli arresti domiciliari

La donna stava scontando la misura cautelare in corso a Treviglio, in un appartamento, dove però a fino agosto i militari dell’Arma della Stazione di Caravaggio l’hanno trovata fuori e tra l’altro in stato di alterazione psico-fisica dovuto all’abuso di alcol. Ne è scattata così una segnalazione alla magistratura.

L’inasprimento della pena

Nei giorni scorsi il Tribunale ha emesso un’ordinanza di inasprimento della pena nei confronti della 40enne croata. Sabato i militari del Comando di Treviglio l’hanno applicata e, raggiunta la donna, l’hanno tratta in arresto e condotta nel carcere di via Gleno a Bergamo.