Stavolta ci siamo, dopo due proroghe e mesi di ritardi finalmente la data di chiusura dei lavori di adeguamento della rete fognaria, della rete gas e della fibra ottica è stata fissata per il 30 settembre.

Pronti, via!

L’inizio dei lavori il 13 febbraio scorso è partito senza problemi. Il progetto era ambizioso ma l’organizzazione progettata da Comune, Uniacque e Consorzio di Bonifica faceva ben sperare. Tanto che la durata dei lavori era prevista per circa tre mesi e la suddivisione in lotti delle aree interessate parlava chiaro. Cinque erano infatti i lotti specifici, tutti inerenti alle vie principali e centrali del paese.

Le proroghe

Nonostante il disagio vissuto dai residenti e i commercianti, tutto sembrava procedere piuttosto bene. Almeno fino a quello che si sarebbe rivelato essere il primo campanello di allarme, ovvero la prima proroga di 50 giorni, che ha fatto slittare la fine dei lavori alla fine di luglio. La motivazione, fornita dall’assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica Roberto Zucchinali, riguardava alcune interferenze riscontrate durante l’avanzamento dei lavori, relativamente alla posa della rete fognaria e della fibra ottica. Ma a fine luglio è arrivata anche la seconda proroga, stavolta richiesta dall’impresa costruttrice di Bulgarograsso, la “Foti Srl”, che ha proposto come data di fine lavori alla commissione tecnica il 23 settembre. Visto l’ingente ritardo accumulato e il conseguente prolungamento dei disagi sulla popolazione, il Comune ha accettato la proroga ma non la data, proponendo come termine ultimo il 10 settembre all’impresa.

Leggi anche:  Bocconi avvelenati, cane rischia la vita FOTO

La terza data

Si arriva così all’atteso epilogo. Nessuna delle due date proposte è stata poi quella definitiva, ma è spuntata in questi giorni una terza data di fine lavori, ed è il 30 settembre. A spiegarlo è lo stesso assessore Zucchinali, che ha dichiarato: “Nonostante il Comune, unitamente a Uniacque e al Consorzio di Bonifica, abbia fatto tutto il possibile per anticipare i tempi di chiusura del cantiere, la nuova richiesta di una settimana in più per ultimare i lavori sulla nuova linea del metanodotto da parte della ditta “2i Rete Gas”, ha visto la necessità di fissare come data conclusiva dei lavori comprensiva delle asfaltature, il 30 di settembre”. Agli arcenesi è richiesta ancora un pò di pazienza per vedere finalmente sbloccato il centro del paese dai lavori che, alla fine dei conti, finiranno col doppio dei tempi previsti. E Arcene già si prepara a riprendersi la sua, nuova, quotidianità.