E’ successo oggi pomeriggio a Spirano. Ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto, ma pare che l’uomo sia stato colpito da un malore. Si trovava nella tomba per recuperare un secchio dimenticato da alcuni operai.

Malore nella tomba

La vittima è  Pietro Ghidotti, 73 anni. Questo pomeriggio si trovava a Spirano, al cimitero di via della Pace. L’uomo, pensionato, si trovava lì insieme al custode del cimitero Gianluigi Foglieni. Ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto. Dopo che gli operai dell’impresa di pompe funebri avevano estumulato il cadavere di una donna, Ghidotti si è reso conto che questi avevano dimenticato un secchio nella tomba. Molto probabilmente l’uomo è stato colto da un malore  mentre si trovava all’interno di questa fossa.

I soccorsi

A dare l’allarme è stato uno spiranese che era in visita al cimitero, Renato Provesi. Ha notato l’uomo seduto sul fondo della fossa, la testa e la schiena appoggiate al muro, accanto alla scala. Non rispondeva. Quindi ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono subito intervenuti i soccorritori della Croce Rossa di Treviglio insieme a un’automedica ma per l’uomo non c’era più niente da fare. Sul posto anche l’Ats e i carabinieri. Commosso il ricordo del vicesindaco e del custode del cimitero, che aveva salutato Ghidotti soltanto un’ora prima dell’allarme: “Era una persona unica”.

Leggi anche:  Privacy e nuovo regolamento europeo, se ne parlerà domani a Spirano

Nessuna caduta nella fossa

Contrariamente a quanto emerso in un primo momento l’uomo si trovava dunque già all’interno  del cimitero quando si è sentito male. Stava eseguendo alcuni lavori di manutenzione. Nessuna caduta nella fossa dunque. I Carabinieri hanno annunciato che la fattispecie non è procedibile.