Michelangelo Merisi, più conosciuto come il “Caravaggio” è senza dubbio il più celebre cittadino dell’omonima città bergamasca. Ma il gruppo di giovani dell’associazione “Open Road” non vuole fermarsi a questo mito artistico e far conoscere e riscoprire appunto le bellezze caravaggine insieme ai loro straordinari e meno noti artisti.

L’iniziativa

Promossa dall’associazione” Open Road” e patrocinata dal Comune, “Non solo Caravaggio” è nata dal desiderio e la volontà di alcuni giovani caravaggini di riscoprire i tesori della propria città. L’iniziativa, lanciata per la prima volta lo scorso anno aveva registrato un largo consenso, soprattutto da parte dei numerosi cittadini che guidati dalle spiegazioni storico-artistiche dei giovani volontari under 30, avevano finalmente potuto conoscere e apprezzare il patrimonio artistico custodito nel municipio, Palazzo Gallavresi.

La novità

Anche quest’anno dunque, a partire da domenica 3 settembre e per le domeniche del 1 ottobre e del 5 novembre, si replicherà. Ma con l’introduzione di qualche novità: il mini tour artistico infatti non interesserà solo il palazzo comunale, ma per la prima volta anche la chiesa parrocchiale dei Santi Fermo e Rustico. Nonostante la chiesa sia particolarmente frequentata durante le funzioni, ci sono innumerevoli aspetti nascosti e opere splendide che spesso ci sfuggono. “Non solo Caravaggio” offre così la possibilità di guardare più da vicino e con occhi più consapevoli le bellezze che ci circondano.

Leggi anche:  Meno incidenti e infortuni, Caravaggio isola (quasi) felice

Siete tutti invitati

Chiunque voglia partecipare a queste visite guidate non ha che da iscriversi dalle 15.30 alle 16 della domenica stessa al banchetto allestito per l’occasione in piazza Garibaldi. Per altre informazioni è inoltre possibile visitare la pagina Facebook “Scopri Caravaggio”.