Rapina il benzinaio, ma il finale è comico. Un malvivente è scappato con il contante, che però è caduto sul piazzale.

Rapina il benzinaio ma perde l’incasso appena estorto

Un rapinatore maldestro è stato arrestato giovedì dai carabinieri di Cassano d’Adda. Ha puntato la pistola contro un benzinaio per farsi consegnare i soldi in cassa, salvo poi perderli appena fuori dal gabbiotto. L’uomo, un 57enne del posto, incensurato, guardia particolare giurata presso un istituto di vigilanza privata di Treviglio, è entrato poco prima dell’orario di chiusura nell’ufficio del benzinaio Esso lungo la Sp 104, proprio di fronte alla caserma dei militari e davanti al centro commerciale Agorà.

Ripreso dalla telecamera

“Aveva un cappuccio calcato sul viso, ma era riconoscibile – ha raccontato il gestore – Appena arrivati io e il mio socio abbiamo subito voluto installare delle telecamere e ne metteremo altre”. Proprio i filmati hanno aiutato le Forze dell’ordine a riconoscere il malvivente, scappato verso il parcheggio dell’Agorà. E’ salito su un’auto che è stata  fermata poco dopo dai militari in centro.

Leggi anche:  Spaccia ai giardini pubblici, arrestato pusher marocchino

Un po’ di goffagine

Quando è uscito con il bottino per dirigersi verso il parcheggio il malvivente non si è accorto di aver perso l’incasso appena estorto. Solo dopo qualche metro ha visto che la borsa era vuota ed è tornato indietro. Ma ormai era troppo tardi e ha tentato la fuga. Il 57enne ha detto ai militari di aver compiuto la rapina a seguito di presunte difficoltà economiche.

Tutti i dettagli e l’intervista esclusiva con la vittima della rapina sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online a partire da sabato 24 febbraio.