Rissa tra mamme del doposcuola: annullata la festa di Natale in programma all’oratorio di Cividate al Piano.

Rissa tra mamme al doposcuola

Venerdì della scorsa settimana, tra le aule dell’oratorio, è scoppiata una lite tra due mamme, una indiana e una marocchina, venute a prendere i rispettivi figli che frequentano il doposcuola comunale. La questione si è poi spostata in Comune e dovrebbe terminare in un riappacificamento con un mediatore culturale.

India versus Marocco

Ancora non è chiaro quale sia stata la miccia che ha fatto esplodere la lite tra le due mamme straniere. Pare dai presenti, che le signore fossero intervenute per sedare una rissa scoppiata tra i figli, prendendo però ciascuna le difese del proprio. Poi, all’improvviso, l’indiana avrebbe dato uno schiaffo alla marocchina. Apriti cielo. Sono volate parole, urla, spintoni e addirittura minacce. Tutto sotto gli occhi dei ragazzi e le altre mamme.

Il no comment del curato

Presente anche il curato dell’oratorio don Fabio Fugini che ha comunicato l’accaduto al sindaco e alla Giunta. Contattato per una dichiarazione su quanto successo, il curato ha preferito non commentare: «Definire una rissa quanto successo è una parola grossa – ha detto il don – ma come scelta della parrocchia non rilascio dichiarazioni ai giornali».

La lite continua in Comune

Una volta placata la lite in oratorio le due donne si sono dirette in Comune dal sindaco Gianni Forlani. Anzi, la madre marocchina sabato sera sarebbe andata a suonare il campanello a casa del sindaco, il quale l’ha invitata a recarsi in Comune lunedì.

Leggi anche:  Diritto allo studio: fare rete

Verso una soluzione pacifica

«Quella signora era davvero spaventata perché durante la lite sono volate anche minacce da parte della madre indiana – ha detto il sindaco – Inizialmente ha detto che voleva fare denuncia, poi ha preferito trovare una soluzione pacifica. Io ho ascoltato ma ho lasciato la questione all’oratorio, dove è avvenuto il fatto».

L’intervento del mediatore culturale

Ora la questione dovrà passare da un mediatore culturale della Caritas. Dovrà fare da traduttore tra le due mamme al fine di trovare una soluzione pacifica che calmi le acque.

Doposcuola sospeso e festa annullata

Intanto però don Fabio ha deciso di sospendere il doposcuola per una settimana, per dare un chiaro segno di dissenso a quanto è successo. Pare anche che ci fosse in programma una festa natalizia con i ragazzi che partecipano al doposcuola. Anche quella è saltata.