Tragedia ieri pomeriggio a Brignano, lungo la Sp121 che porta a Lurano. In un incredibile incidente frontale tra una motocicletta e uno scooter, un uomo ha perso la vita e l’altro è finito in ospedale, gravissimo.

La vittima è Alessandro Defendi

Alla guida dello scooter c’era Omar Pesce, 38 anni, di Romano, ricoverato in gravi condizioni a Bergamo. L’uomo in sella alla moto, deceduto nello schianto, è invece Alessandro Defendi, 47 anni, pagazzanese.

Dinamica ancora da chiarire

Quel che è certo è che si è trattato di un incidente frontale tra due moto,  uno scooter e una Harley Davidson, una delle quali era probabilmente in fase di sorpasso. Secondo un testimone, un 49enne di Bergamo che viaggiava in direzione Lurano e che ha assistito  all’incidente mentre si trovava ad alcune decine di metri di distanza, lo schianto è stato violentissimo. Il primo a fermarsi per prestare aiuto è stato un automobilista straniero,  subito assistito dal bergamasco che ha allertato il 112. Le condizioni dei due però erano già evidentemente gravissime.

Una vittima

Inizialmente sembrava che fosse lo scooterista  ad avere avuto la peggio. Alessandro Defendi sembrava invece ancora cosciente. Dopo poco però la situazione si è ribaltata: il centauro 47enne a bordo della moto da strada si è spento mentre lo scooterista, sebbene in gravi condizioni, è riuscito a salvarsi. Il 38enne è stato trasportato in ospedale con l’elisoccorso.

Leggi anche:  Aggressione agli agenti della Locale durante la "Nocc bianca de Spirà"

Lunghi i rilievi

Sul posto hanno lavorato a lungo sia gli uomini della Polizia locale di Brignano che quelli della Polstrada, per i rilievi di rito resi complessi dall’incerta dinamica e dall’assenza di testimoni che abbiano visto l’incidente in modo chiaro.  Si è appreso solo più tardi che la Harley di Defendi proveniva da Lurano e viaggiava in direzione di Brignano, mentre lo scooter viaggiava in direzione opposta.  Inutile la lunga frenata tentata dalla Harley per evitare l’impatto. Dopo lo schianto, violentissimo, lo scooter è stato sbalzato dalla parte opposta della carreggiata, mentre la motocicletta è rimasta al centro della strada.

Tornava  al lavoro

Straziante il riconoscimento del cadavere, trasportato dopo lunghe ore nella camera mortuaria di Brignano. Sul posto, per la triste incombenza, un parente accompagnato dalla Polizia locale Terre del Serio. Alessandro Defendi lavorava alla “Nr” di Lurano e a quell’ora stava rientrando al lavoro.  Era sposato con Deborah Perletti, 43 anni, con cui si divideva tra Pagazzano e Lurano. La camera ardente è stata allestita a Pagazzano, nell’abitazione di via Roma. Lunedì i funerali. Lascia cinque fratelli e il padre Carlo.

TORNA ALLA HOME