Sequestrata villa del valore di oltre 500 mila euro a Cologno al Serio. A viverci è un pregiudicato senza lavoro, ma dedito a truffe nel settore delle compravendite e permute immobiliari.

Sequestrata villa da nababbo

Venerdì a Cologno al Serio, il Nucleo investigativo di Bergamo, dopo indagini patrimoniali condotte con la Direzione distrettuale Antimafia di Brescia, ha eseguito un decreto di sequestro preventivo nei confronti di un 31enne. Si tratta di uno straniero ma abitante in paese. I militari hanno apposto i sigilli a una villa composta da dieci stanze, disposta su una superficie di 280 metri quadrati. Più di magazzino e box auto da 106 metri quadrati. Il tutto per un valore di oltre mezzo milione di euro

Le indagini

L’attività investigativa ha permesso di scoprire che il disoccupato, con la complicità di alcuni familiari anch’essi privi di reddito, si era intestato gli immobili eseguendo fittiziamente compravendite e permute immobiliari.  Agiva attraverso il pagamento di assegni postali, mai incassati dai venditori, vaglia postali, ordinati da soggetti terzi compiacenti, tutti pluripregiudicati, con redditi non commisurati a tali esborsi. Ma anche mediante un finanziamento di 300 mila euro, elargito da un istituto bancario locale, restituito in soli 31 mesi anziché nei 25 anni previsti.