Sfrattato dai domiciliari finisce in carcere. E’ successo a Verdellino. Un 32enne marocchino, agli arresti domiciliari da circa un anno per precedenti per droga ha ricevuto lo sfratto dal proprietario di casa ed è stato “accolto” dalla cella del carcere.

Sfrattato dai domiciliari

 

Era da circa un anno agli arresti domiciliari per reati di droga il 32enne marocchino arrestato ieri sera dai carabinieri della Stazione di Zingonia e poi portato in carcere a Bergamo. Lo straniero, in questi giorni, aveva subito lo “sfratto” dal padrone di casa, anch’esso uno straniero, che non vedendosi pagare l’affitto aveva dato l’ultimatum al 32enne.

…finisce in carcere

I militari dell’Arma hanno così informato della vicenda l’Ufficio di Sorveglianza di Brescia circa l’indisponibilità del domicilio dove l’extracomunitario stava scontando la sua pena. A questo punto, la Magistratura di Esecuzione ha disposto d’urgenza la revoca degli arresti domiciliari e la traduzione in carcere del marocchino, che vedrà quindi proseguire la sua custodia non più ai domiciliari, ma nella Casa Circondariale di via Gleno.