Non ce l’ha fatta Francesco Maccabelli, il magazziniere trevigliese di 52 anni che domenica sera è rimasto coinvolto in un tremendo schianto tra Pagazzano e Morengo, lungo la Sp 129. “Billy”, così era conosciuto tra gli amici, domani tornerà a Soncino, dove vivono i genitori, per il suo ultimo viaggio.

Lo schianto domenica sera

La tragedia è avvenuta domenica sera lungo la Sp 129. Maccabelli era a bordo della sua Citroen C3, quando è uscito fuori strada schiantandosi contro un palo della luce. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto poco prima delle 21.30. E’ stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Treviglio e poi trasferito a Bergamo ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Il decesso è avvenuto intorno alle 23 a causa dei gravi traumi riportati nell’incidente.

Incidente mortale Francesco Maccabelli
Il palo contro cui si è schiantato il 52enne

Padre e amico

Classe 1965. Nato a Milano, viveva a Treviglio in viale Oriano. Domenica sera stava rientrando da Romano dove aveva portato i figli di 16 e 11 anni a casa dell’ex moglie Daniela Tadini dopo aver trascorso con loro il weekend. A Treviglio era arrivato nel 1999 dopo la fine del primo matrimonio da era nato il primo figlio, oggi 26enne.

Leggi anche:  Lite tra parenti in strada, accoltellato un 31enne

Panettiere e magazziniere

A Treviglio in molti lo ricordano per aver gestito alcuni anni una panetteria in pieno centro storico, in via Verga. Da quattro anni, invece, lavorava come magazziniere al caseificio Defendi di Vidalengo. Ieri il feretro di Maccabelli è stato trasportato a Soncino, dove vivono i genitori Lucia e Piero, e dove domani, alle 14.30, verranno celebrati i funerali.