Capodanno 2017: mancano poche ore all’arrivo del nuovo anno e molti di noi sono già alle prese con i preparativi per il cenone e i festeggiamenti. Ma vi siete mai chiesti chi sarà il primo paese del mondo a dare il benvenuto al 2018?

24 ore di festa

Complice il fuso orario infatti a Capodanno abbiamo potenzialmente ben 24 ore per brindare consecutivamente all’arrivo del nuovo anno. Chi sono i primi in ordine di tempo? Le isole dell’Oceania. Sembra assurdo ma sull’IsolaChristmas, nell’arcipelago delle Sporadi Equatoriali, il 2018 è addirittura già iniziato. Auckland, nella Nuova Zelanda, è invece la prima metropoli dove si festeggerà il Capodanno nel mondo. Nello stesso fuso orario ci sono anche Tuvalu e le Isole Figi. Un caso a parte è rappresentato invece dall’Australia che copre ben 3 fusi orari:  quello centrale, che è lo stesso del Giappone e di altre Isole dell’Indonesia, quello più occidentale che rientra nella fascia oraria di Manila, di Pechino e di tutta la Cina.

Leggi anche:  Visite guidate a Verdellino alla scoperta dei luoghi di culto

I “ritardatari”

Tra coloro che  festeggiano il Capodanno un’ora di ritardo rispetto a noi ci sono i londinesi e tutta la Gran Bretagna. Il Brasile invece con la sua colorata Rio de Janeiro festeggia 3 ore dopo di noi. Cinque ore dopo i brindisi al Colosseo il 2018 scatta anche a Times Square a New York. Mentre una delle ultime grandi metropoli a dare il benvenuto all’anno nuovo sarà Los Angeles. Si collocano alla fine della classifica temporale le Hawaii, superate dagli  abitanti delle Samoa americane più “giovani” di 11 ore rispetto agli italiani.