Festival musica Lombarda: si prosegue con successo dietro l’altro. Quello in arrivo si preannuncia un altro intenso fine settimana tutto dedicato alla musica a Spirano, la cittadina divenuta da quest’anno capitale della nuove sonorità legate al territorio lombardo, per la prima volta in collegamento diretto con la grande world music italiana e internazionale.

Festival musica lombarda: in agenda

Dopo l’anteprima con i sardi Cordas et Cannas e l’esordio nel primo week-end con le grandi ospitalità dalla Calabria (Koralira) e dal Friuli (Elsa Martin e Dj Tubet), il rap di Dellino Farmer, le nuove proposte del luinese Gio Desfàa e il grande ritorno del cantautore bergamasco Luciano Ravasio, il primo Festival della Nuova Musica Lombarda entra decisamente nel vivo con una nuova serie di artisti di primissimo piano. L’evento è organizzato dal Comune di Spirano con il contributo di Regione Lombardia, che ha finanziato la manifestazione nel quadro del bando per il sostegno alla lingua lombarda. Venerdì 1 dicembre, alla Biblioteca/Centro culturale di Via Misericordia 1, di scena il cantautore milanese Roberto Sironi con lo spettacolo Belòtt e Rebellòtt, premio per il miglior testo al Festival Id&M 2009, in duo con Elizabeth Boudjema al violino. Sabato 2 dicembre, presso la tensostruttura allestita in Via Petrarca, grande ed energico concerto con il combat folk dei Luf, preceduto dall’esibizione dei Lombard Street in versione trio semiacustico.

Leggi anche:  Festival della Musica Lombarda: rimandato il concerto di Van de Sfroos

I magnifici tre

Grande tripletta domenica 3 dicembre con tre cantautori: Gianluca Gennari, poetico osservatore della realtà della sua terra nel lodigiano, Lissander Brasca, vincitore del premio Id&m 2009 e spesso presente nei concerti di Davide Van De Sfroos di quel periodo, e Charlie Cinelli, scanzonato interprete del territorio bresciano. La lingua lombarda, quasi sempre utilizzata da questi artisti, torna quindi in scena con proposte musicali innovative ed evolutive, di grande interesse soprattutto per le nuove generazioni. Come dimostra anche l’iniziativa del Comune di Spirano, che regalerà ai bambini delle scuole della cittadina bergamasca, ben 3.000 cd, contenenti brani cantati in lingua territoriale dagli interpreti musicali del festival.

Il commento del sindaco

“Crediamo – afferma il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini – che la musica sia un fattore di collegamento capace di muovere sempre tanta gente, soprattutto e per fortuna, quando si tratta di musica in lingua locale. Cosa c’è di meglio che coinvolgere i bambini con delle filastrocche e delle canzoni che li possano far divertire e al tempo stesso avvicinare a quella che è la lingua tuttora parlata da molti dei loro nonni e bisnonni?”.