Incontro sulla moda a Treviglio domani, martedì 5 dicembre, in auditorium. All’interno della biblioteca civica di Largo Marinai d’Italia Luca Scarlini parlerà di moda con Fabio Cleto. L’incontro si terrà all’interno del festival Presente Prossimo.

Festival PresenteProssimo

Presente Prossimo è festival organizzato da due sistemi bibliotecari. E’ composto da incontri con scrittori, narratori, saggisti, esponenti della cultura di fama nazionale. Si svolge a Bergamo e provincia. PresenteProssimo è considerato  il principale festival letterario lombardo fra quanti si svolgono lontano da una grande città, e in questo campo è uno dei maggiori in Italia. Nel tempo si è ritagliato uno spazio importante nel panorama culturale della Bergamasca, diventando un appuntamento significativo, come dimostrano anche le risposte del pubblico (300 persone in media) e delle amministrazioni comunali che decidono di essere sede (in 20 quest’anno).

Incontro sulla moda a Treviglio

Da tre edizioni, è arricchito da Alfabeto del Presente una rassegna dedicata a saggisti e studiosi che affrontano temi chiave della contemporaneità. La direzione scientifica è a cura di Fabio Cleto, docente dell’Università di Bergamo.  A dicembre, gli ultimi ospiti per questa prima parte di programmazione. Nel 2018, tanti altri protagonisti della narrativa e della cultura italiana arriveranno nella bergamasca.Martedì 5 dicembre alle ore 20,30 all’auditorium della biblioteca di Trevigliosarà ospite Luca Scarlini, per Alfabeto del Presente.A dialogare con lui, il direttore scientifico della rassegna Fabio Cleto.

Leggi anche:  A Treviglio arrivano i Babbi Natale su due ruote FOTO

Luca Scarlini

Luca Scarlini è uno scrittore, saggista, traduttore, drammaturgo per teatri e musica e performance artist.  Insegna tecniche narrative alla Scuola Holden di Torino e ha anche collaborato con numerose istituzioni teatrali italiane ed europee. È stato poi consulente artistico del festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano. E’ stato anche direttore artistico di TTv a Bologna e coordinatore di Capitale Mondiale del Libro a Torino. Voce di RadioTre, conduce il programma Museo Nazionale. Ha curato infine numerose mostre sulla relazione tra arte, musica, teatro e moda.