Trofeo San Lucio 2018 vince il provolone piccante di Mario Mastrotto. E’ andato al Caseificio Albiero, in provincia di Vicenza, l’annuale premio pandinese che incorona il miglior formaggio.

Trofeo San Lucio 2018

A sbaragliare la concorrenza è stato il Provolone Valpadana DOP piccante di Mario Mastrotto che ieri, 1 maggio, ha ricevuto il premio Trofeo San Lucio 2018 nel pregevole contesto del castello visconteo di Pandino. Durante la premiazione, gli sponsor del concorso CaseoArt, che premia le eccellenze lattiero-casearie italiane, hanno consegnato i riconoscimenti ai primi tre classificati per ognuna delle 25 categorie. Il primo assoluto ha inoltre ricevuto il prestigioso bollino per il vincitore 1° di categoria.

Oltre 350 formaggi in gara

Nel fine settimana del 17 e 18 marzo le tre giurie (ONAF, tecnici casari econsumatori) hanno assaggiato i formaggi provenienti da diverse regioni italiane. Ben 351 formaggi, 25 categorie e centinaia di schede di valutazione hanno caratterizzato la prima fase del concorso che premia il meglio della produzione lattiero-casearia.
Il trofeo è ideato e promosso da CaseoArt con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Pandino, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi, Scuola Casearia di Pandino e Asso Casearia di Pandino.

Leggi anche:  Fuori strada a Pandino, soccorsi sul posto

Un trofeo in crescita

«L’ottava edizione del Trofeo San Lucio mostra un concorso in continua crescita. La premiazione è l’evento finale della nostra manifestazione: vogliamo premiare i tecnici caseari e riconoscere il loro impegno, le ore di lavoro e la preparazione dei tecnici» ha dichiarato  Daniele Bassi, presidente di Asso Casearia Pandino.
«Porto i saluti dell’’amministrazione. Per noi è sempre importante mantenere il legame tra scuola, mondo del lavoro e diplomati. Spero che anche per i caseifici e gli sponsor sia importante mantenere il legame con Pandino e con il territorio», ha sottolineato Carla Bertazzoli, vicesindaco di Pandino.

Consegnate otto borse di studio

Il premio biennale è intitolato al patrono dei casari San Lucio di Cavarnia. Un concorso capace di coinvolgere un centinaio di caseifici e tecnici e casari allo scopo di promuovere e valorizzare le risorse umane alla base della produzione di formaggi.
La consegna del premio è stata l’occasione per consegnare le otto borse di studio destinate agli studenti della Scuola Casearia di Pandino che, grazie all’impegno scolastico, si sono distinti per merito nello scorso anno scolastico.