Sono romanesi gli scienziati vincitori a Bergamo Scienza. Il liceo Don Lorenzo Milani è stata premiato a Bergamo lo scorso 2 dicembre nell’ambito dell’Open Day con i laboratori delle scuole premiate nella XV edizione del Festival Bergamo Scienza.

I laboratori

Il progetto d’Istituto «Le domande della scienza» ha previsto due laboratori: «Scientifica-Mente» e «Lievitando», e ha messo al centro un approccio critico alla scienza, basato sull’attività del domandare, in quanto, come sosteneva il fisico Albert Einstein, «un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma nessuno di esse riuscirà a porne uno». L’interesse dunque per la capacità di pensare e di porre interrogativi è stato centrale per la scuola che, in quanto liceo, non vuole solo formare alle competenze tecnico-scientifiche, ma segue anche un approccio epistemologico nei confronti delle diverse discipline, scienze comprese.

Un prgoetto nato tre anni fa

Il progetto è nato tre anni fa, durante l’anno scolastico 2015/16, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro con il comune di Romano. Un progetto che ha voluto valorizzare la figura di Gian Antonio Tadini, scienziato romanese del Settecento, e il lavoro si è focalizzato sull’importanza della curiosità e dell’apertura intellettuale come caratteristiche dell’atteggiamento dello scienziato nei confronti del mondo naturale. Il lavoro si è sviluppato dunque sui due anni, 2015/16 e 2016/17, per approdare alla partecipazione all’edizione 2017 del festival, svoltasi dal 30 settembre al 15 ottobre durante l’anno scolastico corrente.

Leggi anche:  In Comune pagamenti in contanti stop, ora parlano i sindacati

ScientificaMente

Il laboratorio dal titolo «Scientifica-Mente» ha proposto alcuni semplici esperimenti di chimica e di fisica, a partire dai quali i bambini e le bambine della scuola primaria, attraverso la pratica del dialogo socratico, si sono interrogati sui principi alla base dei fenomeni osservati. Il dialogo socratico si ispira alla pratica della filosofia con i bambini: i bambini scelgono di quale esperimento discutere, formulano delle domande e dialogando cercano di individuare il principio alla base del fenomeno osservato, anche ripetendo dove necessario l’esperimento.

Lievitando

ll laboratorio dal titolo «Lievitando» invece si è proposto di suscitare curiosità verso la scienza ai bambini della scuola primaria attraverso la realizzazione di semplici esperimenti di biologia utilizzando come organismo modello il lievito. Questa esperienza ha cercato di sollecitare i visitatori a porsi delle domande riguardanti le principali caratteristiche della vita biologica e a trovare delle risposte in modo attivo attraverso l’osservazione e l’applicazione del metodo scientifico sperimentale.

Bergamo scienza più di 300 bambini hanno partecipato

In entrambi i laboratori, i bambini, guidati dagli studenti del Liceo, si sono mostrati divertiti ed interessati ed hanno svolto con entusiasmo le esperienze proposte.
La collaborazione e la collaborazione di docenti di discipline umanistiche e scientifiche è stata un’altra delle caratteristiche del progetto. Durante le due settimane hanno partecipato più di 300 bambini delle scuole primarie di Calcio, Romano, Osio Sotto, Dalmine.