Dalle medie all’Università grazie ai giochi matematici. E’ l’esperienza di cui sono stati protagonisti tre ragazzi che frequentano la terza media all’Ic Tommaso Grossi.

Dalle medie all’Università

Dalla Bocconi di Milano sono giunti gli attestati ai tre studenti della scuola media Grossi di Treviglio ammessi a partecipare alle lezioni universitarie. Si tratta di Diego Ferrandi 3aF, Gaia Sala Danna 3aD e Davide Negri 3aB.
Emozionati, i ragazzi hanno fatto il loro ingresso così giovani alle lezioni a Milano e, senza perdersi d’animo e superati i primi timori, hanno trovato stimoli per le loro intelligenze. Senza presunzione, hanno dimostrato passione e grande impegno.

Matricole talentuose

Tutto grazie ai giochi matematici. Una settantina di studenti eccellenti in matematica della Grossi, infatti, avevano partecipato ai Giochi d’Autunno del Centro Pristem dell’Università milanese. Sei degli studenti Grossi su 2000 scuole italiane sono giunti alla semifinale e i tre ragazzi-matricole, arrivati in finale, sono stati ammessi ai corsi universitari gestiti dalla Bocconi in collaborazione con l’AISTAP (Ass. Italiana per lo Sviluppo del Talento e della Plusdotazione).

Leggi anche:  Aperto il bando per il Premio d'Arte Città di Treviglio 2018

I giochi d’autunno

I Giochi d’Autunno sono campionati internazionali in cui gli studenti di vari Paesi del mondo si sfidano negli stessi giorni sugli stessi quesiti di matematica alla ricerca di soluzioni originali e creative. Da anni la scuola Grossi intende coltivare i talenti; ogni anno studenti meritevoli partecipano ai Laboratori di eccellenza di Matematica, sono i più appassionati e competenti in questa materia spesso giudicata complicata
e difficile.

“E per avvicinare ai numeri e alla musica anche i più diffidenti e meno esperti, ricordiamo la conferenza dei ragazzi di seconda media con l’Indirizzo musicale il 19 maggio alle 16 nell’auditorium del Centro civico culturale – ha ricordato la dirigente scolastica Nicoletta Sudati – ai nostri ragazzi vanno le più sincere congratulazioni”.