Un tavolo maestoso, di ben cinque metri di diametro, intarsiato e impreziosito da delle basi in oro. E’ questo il capolavoro che il mobilificio “Rozzoni Mobili Srl”, fondato da Cesarino Rozzoni, con sede a Castel Rozzone, ha realizzato per una committenza davvero singolare.

tavolo

Al centro dell’attenzione

Il pregevole tavolo castel rozzonese infatti ha raggiunto niente di meno che il Kuwait, dove lo scorso martedì è stato protagonista dell’attesa riunione dei ministri degli esteri dei paesi membri del Ccg, Consiglio di cooperazione del Golfo, convocata dal Kuwait per tentare una mediazione nella crisi in corso da giugno tra Qatar da una parte, e Arabia Saudita con altri Paesi del Golfo dall’altra. I grandi del Medio Oriente si sono ritrovati a discutere di delicati equilibri economico-politici proprio attorno al tavolo realizzato dai Rozzoni, e proprio in quell’occasione gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato la creazione di un partenariato economico e militare con l’Arabia Saudita, separato dal Ccg.

tavolo

Orgoglio castel rozzonese

La notizia del tavolo che da Castel Rozzone ha conquistato il Medio Oriente è presto circolata in paese, tanto che la foto dell’ormai celebre tavolo è stata ripresa anche dall’agenzia di informazione nazionale Ansa.

Leggi anche:  Saldi al via ecco come evitare brutte sosprese

Ma a rappresentare l’orgoglio e la soddisfazione dei cittadini castel rozzonesi ci ha pensato il sindaco, Giusy Finardi, la quale ha dichiarato: “Questo tavolo è motivo di grande orgoglio per tutta la nostra comunità e siamo felici e onorati che l’eccellenza e l’artigianalità del mobilificio Rozzoni vengano  riconosciuti a così alti livelli e addirittura fuori dai confini italiani ed europei”.