Prezzo pomodori, trovato l’accordo a poco meno di otto centesimi al chilo. E’ stato definito a 7,975 cent  al chilo (79,75 euro a tonnellata) il prezzo che gli industriali corrisponderanno agli agricoltori produttori di pomodori per la prossima campagna di raccolta. L’accordo, fa sapere Confagricoltura, è stato siglato dopo una trattativa tra le parti venerdì sera, a Parma. Si tratta di fatto di una conferma del prezzo dello scorso anno, ma è già una conquista.

Soddisfatti gli agricoltori

“Esprimiamo soddisfazione per questa intesa perché gli industriali volevano una riduzione del prezzo e siamo riusciti a contrastare questa richiesta”. Così Stefano Acerbi, presidente della Federazione di prodotto regionale di Confagricoltura Lombardia. “I rappresentanti del mondo dell’industria avrebbero voluto vincolare le Organizzazioni di prodotto al rispetto dei quantitativi di produzione dichiarati e fortunatamente siamo riusciti ad evitare questa misura”.

Un premio per i pomodori più saporiti

Per la prima volta verrà riconosciuto un premio al pomodoro che registrerà un grado brix (valore zuccherino) compreso tra 4,8 e 5,2, mentre la scaletta della qualità è stata fissata in un range tra 4 e 5,7. “In questo modo si cerca di valorizzare la qualità del prodotto” spiega Acerbi. “In Italia dobbiamo seguire questa direzione, altrimenti non riusciremo a coprire i costi di produzione e a vincere al concorrenza. Queste misure sono importanti in questo senso e crediamo quindi che sia stato raggiunto un buon accordo”.