Vivaio Lavoro siglato un accordo da 2 milioni di euro. Regione e Comune di Milano sostengono il Politecnico Commercio e Turismo.

Istruzione e formazione al centro

Due milioni di euro per riqualificare e valorizzare il Capac Politecnico del Commercio e del Turismo e la Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni: il polo formativo della Confcommercio milanese in viale Murillo 17. Lo prevede l’Accordo di programma promosso dal Comune di Milano e sottoscritto con Regione Lombardia, Fondazione Capac e
Associazione Scuola Superiore. Per Regione Lombardia, quindi,  ha firmato Daniele Nava, sottosegretario a Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata, mentre per  il Comune di Milano Cristina Tajani, assessore a Politiche del lavoro, Attivita’ produttive, Commercio e Risorse umane. Per la Fondazione Capac il presidente Simonpaolo Buongiardino mentre  per l’Associazione Scuola Superiore la presidente Maria Antonia Rossini Pigozzi.

Progetto VivaioLavoro

L’accordo di programma – con il sostegno del sistema Confcommercio: Milano, Lombardia, nazionale – e’ quindi finalizzato ad
attuare, entro la fine del 2018, il progetto ‘VivaioLavoro’ con un completo adeguamento delle sedi di Capac e Scuola in viale
Murillo. Ammodernamento, quindi,  degli spazi interni con riqualificazione di aule e laboratori, attenzione alla sostenibilita’ energetica, creazione di coworking e spazi incubatore d’impresa. Si parla, quindi,  di una  completa digitalizzazione per una formazione 4.0 con  interventi di miglioramento strutturali anche per le parti esterne degli edifici utilizzati da Capac e Scuola Superiore e di proprieta’ del Comune di Milano.

Leggi anche:  Stazione Treviglio Ovest nel degrado chiusa da mesi, lavori da settembre

Offerta formativa in crescita

“Il progetto ‘VivaioLavoro’ e’ in grado di rinforzare e promuovere l’offerta formativa di Milano e della Lombardia, integrandola al meglio con le aziende leader nei settori del Commercio, del Turismo e dei Servizi” – afferma il sottosegretario alle Riforme istituzionali di Regione Lombardia, Daniele Nava.

Tecnologia digitale in crescita

“VivaioLavoro – afferma MariaAntonia Rossini Pigozzi, presidente della Scuola Superiore – consentira’ di attuare percorsi formativi innovativi nei settori con maggior richiesta di competenze utilizzando le piu’ innovative metodologie didattiche supportate dalle tecnologie digitali: nuovi corsi potranno essere sviluppati per turismo, terme e wellness, attivita’ culturali, Ict, start up d’impresa,  quindi nei settori assicurativo e finanziario, business service”.

Numeri importanti

CAPAC (anno formativo 2016-2017) parla di 1.018 corsi, 60.812 ore di corso, 10.685 allievi iscritti . Si parla di  diritto dovere istruzione e formazione, corsi autofinanziati dal privato, corsi amatoriali,  istituti tecnici superiori, istituti di formazione tecnica
superiore, oltre a corsi abilitanti, apprendistato professionalizzante e duale, formazione continua, enti bilaterali, corsi orologiai,
caffetteria, Dote unica lavoro, Garanzia giovani e  tirocini extracurricolari, piano “Emergo”.  La scuola superiore nel 2017 ha raggiunto un totale di 1.118 corsi con 29.303 ore di corso, 12.754 partecipanti (quindi formazione continua, corsi autofinanziati dal privato, apprendistato, corsi abilitanti, enti bilaterali, e-learning, corso di laurea + master con l’Universita’ Cattolica, istituti di formazione tecnica superiore, Dote unica lavoro, tirocini, inserimento lavorativo.