Giornale di Treviglio http://giornaleditreviglio.it Sun, 17 Dec 2017 16:03:13 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.1 Natale alle Bettole con i commercianti FOTO http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/natale-alle-bettole-commercianti-foto/ http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/natale-alle-bettole-commercianti-foto/#respond Sun, 17 Dec 2017 16:03:13 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29848 Natale alle Bettole di Cavernago con i commercianti. Tante bancarelle per i regali di Natale, musica e divertimento per tutta la giornata di oggi, domenica. Natale alle Bettole per tutta la famiglia Come da tradizione anche quest’anno si è svolta la giornata di festeggiamenti in via Grazia Deledda, aspettando il Natale. Tante le bancarelle per […]

Continua la lettura di Natale alle Bettole con i commercianti FOTO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Natale alle Bettole di Cavernago con i commercianti. Tante bancarelle per i regali di Natale, musica e divertimento per tutta la giornata di oggi, domenica.

Natale alle Bettole per tutta la famiglia

Come da tradizione anche quest’anno si è svolta la giornata di festeggiamenti in via Grazia Deledda, aspettando il Natale. Tante le bancarelle per acquistare i regali di Natale, dall’abbigliamento ai prodotti tipici locali, all’artigianato. Spazio anche per i più piccoli che si sono divertiti con giochi e truccabimbi. Ma la sorpresa più piacevole è stato l’arrivo di Babbo Natale in mezzo a loro, il quale ha donato caramelle a tutti.

Commercianti in festa

L’evento è stato organizzato dall’Amministrazione comunale insieme alle attività commerciali di via Grazia Deledda. Bar “Bettole”, “Frairy Wash”, “Fabry frutta”, “M’Ama style”, “Osterì” bar tabacchi. Il pomeriggio da “Frairy Wash”, gli abili truccabimbi hanno divertito i più piccoli truccandoli a loro piacimento, mentre da “M’Ama Style” si è svolta una sfilata di acconciature in stile natalizio curata dalle esperte mani dei parrucchieri del negozio.

Per fortuna il sole

Fortunatamente il sole ha baciato questa giornata adatta proprio per fare due passi tra le bancarelle. E’ stata l’occasione di scambiare due chiacchiere con gli amici, cercare qualche decorazione natalizia per l’albero o la casa, lasciare divertire i bambini sui gonfiabili. Presente, come gli scorsi anni, il gruppo di animazione “Scaramacai” che ha raccolto le risate di grandi e piccini grazie ai loro sketch.

 

Continua la lettura di Natale alle Bettole con i commercianti FOTO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/natale-alle-bettole-commercianti-foto/feed/ 0
Meteo lunedì torna la neve ma solo in quota http://giornaleditreviglio.it/attualita/meteo-torna-la-neve-solo-quota/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/meteo-torna-la-neve-solo-quota/#respond Sun, 17 Dec 2017 15:57:57 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29844 Freddo pungente in pianura e neve sui rilievi di alpi e prealpi. Sono le previsioni meteo per l’avvio di settimana in Lombardia, come riporta il sito 3BMeteo.com. Meteo, lunedì freddo e nuvoloso La settimana che precede il Natale si aprirà con pressione in aumento sulla Regione, seppur disturbata da un lieve impulso instabile. Nel corso del […]

Continua la lettura di Meteo lunedì torna la neve ma solo in quota sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Freddo pungente in pianura e neve sui rilievi di alpi e prealpi. Sono le previsioni meteo per l’avvio di settimana in Lombardia, come riporta il sito 3BMeteo.com.

Meteo, lunedì freddo e nuvoloso

La settimana che precede il Natale si aprirà con pressione in aumento sulla Regione, seppur disturbata da un lieve impulso instabile. Nel corso del giorno ci sarà la tendenza ad aumento della nuvolosità fino a cieli molto nuvolosi o coperti. Qualche nevicata è prevista sulle Alpi retiche e la sera in Oltrepò pavese; altrove in prevalenza asciutto. Clima freddo, gelate diffuse al mattino in Valpadana. Nel pomeriggio valori termici non superiori ai 5 gradi. Ventilazione debole. La sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un avviso di criticità ordinaria (codice giallo) per rischio neve. “Le problematiche principali per rischio neve potrebbero essere legate soprattutto a difficoltà e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario, oltre le quote segnalate. Anche se i quantitativi di neve previsti saranno contenuti, non si esclude la possibile formazione di ghiaccio al suolo”.

Migliora la situazione già martedì

L’aumento della pressione favorisce una giornata con sole prevalente su tutta la Lombardia. Questa la previsione degli esperti di 3BMeteo.com. Il clima tuttavia sarà molto freddo con gelate diffuse al mattino (minime intorno ai -5° C in pianura) e massime intorno ai 5° C. Mercoledì il campo di alta pressione che protegge l’Europa occidentale favorirà bel tempo anche in Lombardia, con cieli perlopiù sereni o velati. Il clima rimarrà ancora molto freddo con gelate diffuse. Stabilità che dovrebbe resistere sino al weekend.

La tendenza per il fine settimana e Natale

Qualche pioggia sulle Prealpi e neve a quote montane più alte. E’ la tendenza meteo per sabato prossimo, come riporta il sito 3BMeteo.com. Migliora domenica, vigilia di Natale, quando su basse pianure orientali e pedemontan i cieli saranno in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata, salvo la presenza di qualche addensamento serale. Su Prealpi occidentali, Orobie, Prealpi orientali e Alpi Retiche cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi. Temperature minime stabili, con estremi di -2° C; massime in aumento, con punte di 12° C. Zero termico intorno ai 900 metri. La tendenza per il giorno di Natale vede un aumento della nuvolosità su alpi, prealpi e pianura padana, ma con assenza di fenomeni significativi.

Continua la lettura di Meteo lunedì torna la neve ma solo in quota sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/meteo-torna-la-neve-solo-quota/feed/ 0
Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale http://giornaleditreviglio.it/cucina/arriva-il-decalogo-anti-spreco-a-tavola-per-il-natale/ Sun, 17 Dec 2017 15:46:25 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29862 Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale. In Italia ogni anno 5 milioni di tonnellate di prodotti alimentari finiscono nel bidone della spazzatura. Lo sottolinea la Coldiretti, che ha allestito la prima tavola delle feste anti spreco con addobbi e segnaposto da mangiare, e con il decalogo per ottimizzare la spesa e […]

Continua la lettura di Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale. In Italia ogni anno 5 milioni di tonnellate di prodotti alimentari finiscono nel bidone della spazzatura. Lo sottolinea la Coldiretti, che ha allestito la prima tavola delle feste anti spreco con addobbi e segnaposto da mangiare, e con il decalogo per ottimizzare la spesa e ridurre gli avanzi e le dimostrazioni dei tutor Coldiretti su come pulire l’argenteria o su come preparare una maschera di bellezza con i prodotti della terra.

Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale

Per una tavola delle feste originale e attenta agli sprechi – spiega Coldiretti – un’idea curiosa è quella di realizzare degli addobbi che, oltre ad abbellire, si possano anche mangiare. Ecco allora che pomodorini, rosmarino, olive e formaggio possono essere utili per creare una ghirlanda aromatica, gli acini di uva bianca e rossa per realizzare un alberello decorativo, una verza può diventare un cestino per l’aperitivo, mentre il pane può essere usato per fare dei segnaposto, dei centritavola o dei porta candele. Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale

Ottimizzare la spesa e sprecare meno

Per ottimizzare la spesa e sprecare meno – continua la Coldiretti – è bene fare sempre una lista di ciò che serve e comprare solo il necessario. È consigliabile poi effettuare acquisti proporzionati al numero degli ospiti previsti. E se possibile organizzare acquisti di gruppo con amici e parenti, in modo da dividere il costo dei trasporti. È anche importante conoscere le informazioni fornite in etichetta con riguardo alla scadenza degli alimenti e alla loro origine, mentre conservarli in modo corretto nel frigo ci aiuta a preservare intatte le loro proprietà. Così, ad esempio, mantenere separate le confezioni delle diverse varietà di frutta e verdura acquistate e dividere ciò che si intende consumare a breve da quello che invece va conservato più a lungo. È meglio preferire prodotti di stagione comprati direttamente dagli agricoltori che sono più freschi e durano di più, perché non devono percorrere lunghe distanze.

L’analisi della Coldiretti

Secondo un’analisi Coldiretti, infatti, fare la spesa a chilometri zero in filiere corte con l’acquisto di prodotti locali taglia del 60% lo spreco rispetto ai sistemi alimentari tradizionali. Infine, gli avanzi possono essere riutilizzati con i piatti del giorno dopo: dal pancotto al risotto al salto, dalla frittata di pasta ai mondeghili o ancora la pizza rustica per consumare le verdure avanzate e la frutta che può essere caramellata, cotta per diventare marmellata o semplicemente in macedonia. La lotta allo spreco però passa anche dall’uso dei prodotti della terra per la cura della bellezza e per quella della casa. Con il succo di limone ad esempio si possono lucidare le posate delle feste oppure, se unito al miele, si può realizzare una maschera di bellezza naturale.

La lotta allo spreco

La sensibilità anti spreco è in crescita – conclude la Coldiretti – tanto che quasi sei italiani su dieci (58%) hanno diminuito o annullato gli sprechi alimentari, secondo una indagine Coldiretti/Ixè. Agli sprechi domestici, che secondo la Coldiretti rappresentano in valore ben il 54% del totale, vanno aggiunti quelli nella ristorazione (21%), nella distribuzione commerciale (15%), nell’agricoltura (8%) e nella trasformazione (2%) per un totale di oltre 16 miliardi in un anno. Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale

Il decalogo, da non perdere

1 Fare la lista. Controllare la dispensa e annotare su un foglio ciò che manca, fa risparmiare tempo, soldi. E ci aiuta a comprare solo ciò di cui abbiamo bisogno;

2 Attenzione alle quantità. Effettuare acquisti proporzionati al numero dei componenti previsti per la tavola delle feste;

3 L’unione fa la forza. Organizzare acquisti di gruppo con amici e parenti per dividere il costo dei trasporti o ottenere condizioni vantaggiose;

4 Seguire il calendario. I prodotti di stagione hanno più sapore, contengono più sostanze nutritive e costano meno rispetto ai prodotti fuori periodo;

5 Preferire la filiera corta. Comprare direttamente dal produttore, nei farmers’ market o negli spacci in cascina, assicura l’acquisto di prodotti freschi. I quali durano di più in quanto non hanno percorso lunghe distanze;

6 Attenzione all’etichetta. Per verificare l’origine dei prodotti e il periodo di conservazione;

7 Addobbi da mangiare. Con frutta, verdura, pane è possibile realizzare cestini, segnaposti, ghirlande per abbellire la tavola delle feste e al tempo stesso consumarli durante i pasti;

8 Dare nuova vita agli avanzi. Con i piatti del giorno dopo si può recuperare in modo semplice e veloce il cibo non consumato, riducendo al minimo gli sprechi;

9 Conservare bene il cibo preferendo buste di carta per frutta e verdura.  Dividendo ciò che va consumato subito da quello che deve essere conservato e facendo attenzione alle condizioni di temperatura e umidità;

10 Utilizzare i prodotti della terra anche per pulire l’argenteria e la casa o per realizzare maschere di bellezza fai da te.

Continua la lettura di Arriva il decalogo anti spreco a tavola per il Natale sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Qual è il vino adatto per il pranzo di Natale? http://giornaleditreviglio.it/cucina/qual-vino-adatto-pranzo-natale/ Sun, 17 Dec 2017 15:28:03 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29849 Qual è il vino adatto per il pranzo di Natale? Oppure state pensando alla cena della Vigilia che proporrete a casa vostra? Siete incerti sul tipo di vino da servire ai vostri ospiti? Bianco o rosso? Mosso o fermo? La risposta più ovvia è: per un menù a base di pesce il bianco, per uno […]

Continua la lettura di Qual è il vino adatto per il pranzo di Natale? sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Qual è il vino adatto per il pranzo di Natale? Oppure state pensando alla cena della Vigilia che proporrete a casa vostra? Siete incerti sul tipo di vino da servire ai vostri ospiti? Bianco o rosso? Mosso o fermo? La risposta più ovvia è: per un menù a base di pesce il bianco, per uno a base di carne il rosso. Eppure, soprattutto in un giorno tanto particolare come quello di Natale, in un giorno in cui bisogna prestare la massima attenzione anche ai dettagli, la scelta del vino forse richiede una riflessione in più.

Qual è il vino adatto per il pranzo di Natale?

L’ideale, durante il pranzo, ma forse è eccessivo, sarebbe quello di cambiare vino a ogni portata. In alternativa, e anche per ragioni economiche, forse è consigliabile scegliere un rosso tutto-pasto. Tra questi, sicuramente, l’ideale è il Dolcetto del Piemonte che deve essere servito rigorosamente a 16 gradi per accostarsi alla maggior parte dei piatti a base di carne.
Per il pesce non dovete faticare.

E poi c’è lo spumante

Il vostro pranzo sarà accompagnato da un ottimo spumante italiano, che sarà anche l’optimum per il brindisi finale, naturalmente a base di panettone o pandoro. Tra l’altro, giusto per essere un filo più nazionalisti, sembra che quest’anno le bollicine di casa nostra siano di gran lunga preferite allo costoso champagne.

Continua la lettura di Qual è il vino adatto per il pranzo di Natale? sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Come decorare la casa per Natale http://giornaleditreviglio.it/casa/decorare-la-casa-natale/ Sun, 17 Dec 2017 15:13:21 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29845 Come decorare la casa per Natale? Con l’arrivo delle festività la casa si veste di nuovo. Un ambiente ricco di decorazioni è certamente più caldo, accogliente e riesce a trasmettere meglio tutta la magia del Natale. Gli addobbi di tendenza quest’anno si ispirano alla natura e al magico mondo dell’infanzia, si potrà così scegliere tra […]

Continua la lettura di Come decorare la casa per Natale sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Come decorare la casa per Natale? Con l’arrivo delle festività la casa si veste di nuovo. Un ambiente ricco di decorazioni è certamente più caldo, accogliente e riesce a trasmettere meglio tutta la magia del Natale. Gli addobbi di tendenza quest’anno si ispirano alla natura e al magico mondo dell’infanzia, si potrà così scegliere tra decori derivanti dal mondo agreste e rurale come uccellini, piume e fiori e oggetti che si ispirano ai protagonisti di racconti millenari tramandati nel tempo. Via libera quindi a soldatini schiaccianoci, cigni, gufi, ballerine, fantastici carillon o ancora gnomi, elfi insieme a palline in vetro, fiocchi e perline.

Come decorare la casa per Natale

In una casa abitata da bambini è impossibile rinunciare a questo tema che però non è riservato solo a loro. Ma è dedicato anche a tutti quegli adulti che sentono la nostalgia dei tempi passati. A proposito di colori, accanto a tutte le tonalità delle terre come il verde muschio, il marrone, il bruciato, troviamo il verde menta, il rosa pallido e il verde mela. E poi per gli amanti dello stile vintage di gran moda è anche il rosa antico, perfetto per una soluzione “blush”. Si può realizzare accostando decorazioni retrò come palline a goccia a pezzi particolari e nostalgici come cavallucci a dondolo o angioletti.

Per un’abitazione di classe

Per chi invece vuole conferire alla propria abitazione una certa classe, sarà impossibile rinunciare alle decorazioni in argento, bronzo ed oro da accostare a diverse tipologie di stile, dal classico all’industrial chic. Grande must del Natale 2017 è lo stile “nordic industry” che fonde il rustico della baita di montagna, al design industriale e all’architettura primordiale. Forme compatte, lineari e moderne dai toni accesi del rame, dell’oro e del bronzo si fondono con colori e materiali neutri e naturali come il legno, la yuta e le pietre naturali. Ciò che ne risulta è un equilibrio sofisticato tra antico e moderno, tra vistosità e raffinatezza. Ecco come decorare la casa per Natale.

Spazio al fai-da-te

E se invece si desidera una casa addobbata con decorazioni fai-da-te, via libera a fiori di carta o di stoffa, nastrini e pupazzi o ancora pigne lasciate al naturale o leggermente lucidate e poi addobbi commestibili come cioccolatini, biscotti, arance, mele e cannella che si appenderanno utilizzando della rafia o dei nastrini di cotone. Le candele continuano ad essere di tendenza anche quest’anno: molto graziose quelle galleggianti da collocare, accese, in piccoli recipienti colmi d’acqua. Infine, se lo spazio a disposizione in casa lo permette, ci si può permettere il lusso di predisporre più alberi. Preferibilmente di legno o di altri materiali naturali, da sistemare vicini o magari all’interno di vasi decorati. In questo caso gli addobbi potranno ridursi a delle catene luminose oppure a semplici festoni.

Continua la lettura di Come decorare la casa per Natale sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Come apparecchiare la tavola di Natale http://giornaleditreviglio.it/casa/apparecchiare-la-tavola-natale/ Sun, 17 Dec 2017 15:04:01 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29841 Come apparecchiare la tavola di Natale? Dopo aver decorato l’albero e la casa, si deve pensare a come allestire la tavola su cui si svolgerà il cenone della Vigilia o il pranzo del 25. Un’occasione unica per riunire insieme tutti i parenti e gli amici più cari. Un ruolo di primaria importanza lo riveste la tovaglia […]

Continua la lettura di Come apparecchiare la tavola di Natale sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Come apparecchiare la tavola di Natale? Dopo aver decorato l’albero e la casa, si deve pensare a come allestire la tavola su cui si svolgerà il cenone della Vigilia o il pranzo del 25. Un’occasione unica per riunire insieme tutti i parenti e gli amici più cari. Un ruolo di primaria importanza lo riveste la tovaglia che quest’anno si tinge di bianco, impreziosita da pizzi o ricami ton sur ton oppure ricamata con inserti dorati. In questo caso i piatti e le stoviglie dovranno essere rigorosamente bianchi, magari con bordi dorati e abbinati a sottopiatti e sottobicchieri di color oro.

Come apparecchiare la tavola di Natale

Non devono poi mancare il centrotavola. Che per restare in tema potrà essere una composizione a corona. Realizzata con palline dorate ed alcune candele bianche da accendere all’arrivo degli ospiti e i segnaposto. Questi, se ben realizzati, oltre ad essere degli elementi decorativi capaci di donare un tocco originale alla tavola, possono anche trasformarsi in una tenera idea regalo a ricordo del pranzo delle feste. Si possono realizzare con pigne e rami di pino colorati in oro o argento oppure con dei fiori freschi – rosa rossa, iris bianco oppure un’orchidea. Da collocare in una piccola ampolla di plastica a cui si annoderà un nastrino dorato. Oppure realizzati con delle piccole palline dell’albero con affrancato il nome del commensale.

Continua la lettura di Come apparecchiare la tavola di Natale sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi? http://giornaleditreviglio.it/salute/cosa-accade-quando-si-usano-troppo-smartphone-e-videogiochi/ Sun, 17 Dec 2017 14:56:58 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29838 Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi? Attenzione agli abusi della tecnologia sulla nostra vita quotidiana: esagerare con smartphone e computer può causare conseguenze psichiche e comportamentali, soprattutto nei ragazzi adolescenti. Non si tratta di un allarme da retrogradi, ma della realtà dei fatti cui è giunta la ricerca scientifica nel campo della […]

Continua la lettura di Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi? sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi? Attenzione agli abusi della tecnologia sulla nostra vita quotidiana: esagerare con smartphone e computer può causare conseguenze psichiche e comportamentali, soprattutto nei ragazzi adolescenti. Non si tratta di un allarme da retrogradi, ma della realtà dei fatti cui è giunta la ricerca scientifica nel campo della neuropsichiatria analizzando un ampio paniere di giovani in età compresa fra i 12 e i 25 anni. Solo a Milano e provincia sono circa 40mila i ragazzi che si dicono insoddisfatti della propria vita. E un po’ di più sono quelli che manifestano disturbi d’ansia e depressione.

Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi?

Le «nuove droghe» che minacciano le notti dei nostri figli sono anche Internet, social network, smartphone e videogiochi: un «bombardamento» di stimoli che può sviluppare dipendenze e che tiene in costante stato di allerta i ragazzi. Essi una notte su dieci dormono meno di 6 ore mentre la media per chi ha questa età dovrebbe essere di circa 8 ore. Questa «insonnia tecnologica» mette a repentaglio lo sviluppo del loro cervello e, se c’è una predisposizione latente, li espone al rischio di disturbi psichici. Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi?

Disturbi del sonno

Lo hanno spiegato bene il professor Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di Neuroscienze e salute mentale del Fatebenefratelli-Sacco di Milano e lo psichiatra Gianni Migliarese, autore di «La salute psichica in adolescenza». Secondo i due luminari, «studi su campioni ampi hanno trovato una forte correlazione tra disturbi del sonno (quantità, qualità, sonnolenza diurna) e utilizzo di smartphone e social network soprattutto nelle ore serali». L’insonnia poi potrebbe agire da detonatore ampliando la vulnerabilità individuale a differenti patologie psichiche, tra cui depressione e impulsività. Soluzioni? Tanto per cominciare evitare l’uso di smartphone nelle ore serali e dopocena. Quindi aumentare le ore di sonno soprattutto nella fascia di età compresa fra i 14 e i 20 anni.

Continua la lettura di Cosa accade quando si usano troppo smartphone e videogiochi? sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Borse di studio per 20 studenti meritevoli http://giornaleditreviglio.it/attualita/borse-studio-20-studenti-meritevoli/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/borse-studio-20-studenti-meritevoli/#respond Sun, 17 Dec 2017 14:33:59 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29833 Le borse di studio assegnate stamattina in sala consiliare dall’Amministrazione comunale di Pontirolo guidata dal sindaco Gigliola Breviario. La consegna delle borse di studio Questa mattina nella sala consiliare di Pontirolo l’assessore all’istruzione e alla cultura Maria Luisa Vincenti, il sindaco Gigliola Breviario e il vicesindaco Pierangelo Bertocchi hanno accolto genitori e studenti che hanno […]

Continua la lettura di Borse di studio per 20 studenti meritevoli sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Le borse di studio assegnate stamattina in sala consiliare dall’Amministrazione comunale di Pontirolo guidata dal sindaco Gigliola Breviario.

La consegna delle borse di studio

Questa mattina nella sala consiliare di Pontirolo l’assessore all’istruzione e alla cultura Maria Luisa Vincenti, il sindaco Gigliola Breviario e il vicesindaco Pierangelo Bertocchi hanno accolto genitori e studenti che hanno ricevuto le borse di studio per i brillanti risultati ottenuti a negli studi. Una ventina di assegni consegnati: 200 euro per studenti licenziati dalla terza media, 300 euro agli studenti degli Istituti superiori, 500 per i diplomati iscritti all’Università e, infine, una borsa di studio da 1.000 euro per una laureata nell’anno accademico 2015/2016.

Gli studenti eccellenti

Le borse di studio per la scuola secondaria di primo grado sono andate a: Giada Pedroni, Michelle Mapelli, Alessandro Buzzi, Elisa Pascalis, Giorgia Gotti, Francesco Fortunato e Giulia Diasparra. I promossi alle superiori premiati sono stati: Micaela Galli, Martina Resmini, Nicolò Carlessi, Paola Rossana Pesenti, Chiara Personeni, Sarah Viscardi, Arianna Abbiati, Elisa Breviario, Stefano Piazza e Alberto Invernizzi. Due le borse di studio riservate ai diplomati, Sara Rota e Marta Quistini, mentre Valentina Simone è stata premiata per la Laurea magistrale conseguita in Storia e critica dell’Arte. Un attestato di merito speciale è andato a Fabio Bugini, iscritto al 5° anno del Liceo “Galileo Galilei”, ammesso dopo una selezione nazionale a seguire, nel luglio scorso, un corso di orientamento universitario organizzato dalla Scuola Normale superiore di Roma.

Chiusura col gruppo di lettura

La cerimonia di consegna delle borse di studio si è chiusa con il gruppo di lettura del paese che ha ritagliato un momento, un simpatico siparietto, presentando un decalogo dello studente che si presenta di fronte alla commissione e cerca di fare una buona una buona impressione. Con ironia e in maniera molto soft sono stati dati i dieci consigli per evitare di fare una cattiva impressione, a partire dall’abbigliamento più consono da indossare. Infine, studenti e genitori sono stati invitati a presenziare alla presentazione di un libro su Giacomo Quarenghi, architetto Bergamasco di fama a cui è stata intitolata la scuola elementare di Pontirolo.

Continua la lettura di Borse di studio per 20 studenti meritevoli sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/borse-studio-20-studenti-meritevoli/feed/ 0
A Treviglio arrivano i Babbi Natale su due ruote FOTO http://giornaleditreviglio.it/attualita/treviglio-arrivano-babbi-natale-due-ruote-foto/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/treviglio-arrivano-babbi-natale-due-ruote-foto/#respond Sun, 17 Dec 2017 14:00:42 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29813 Il corteo dei Babbi Natale in moto è partita dal parcheggio della piscina e toccherà diverse zone della città, prima di arrivare in centro. Babbi Natale su due ruote Vestiti da Babbi Natale, in sella alle proprie moto d’epoca e non solo. E’ iniziato nel primo pomeriggio, dal parcheggio antistante la piscina comunale “Quadri” di […]

Continua la lettura di A Treviglio arrivano i Babbi Natale su due ruote FOTO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Il corteo dei Babbi Natale in moto è partita dal parcheggio della piscina e toccherà diverse zone della città, prima di arrivare in centro.

Babbi Natale su due ruote

Vestiti da Babbi Natale, in sella alle proprie moto d’epoca e non solo. E’ iniziato nel primo pomeriggio, dal parcheggio antistante la piscina comunale “Quadri” di via Abate Crippa, il tour dei Babbi Natale motorizzati che anche quest’anno porterà gioia e sorrisi in Treviglio. Il corteo toccherà diversi punti della città, comprese le frazioni Geromina e Castel Cerreto, prima di far tappa nel reparto pediatrico dell’ospedale consortile di Treviglio e Caravaggio e alla casa di riposo “Anni Sereni”.

Nel pomeriggio i Babbi Natale in centro

Il corteo dei Babbi Natale motorizzati, poi, giungerà a metà pomeriggio in centro a Treviglio. Qui, dalle 16.30, il trono di Babbo Natale attenderà tutti i bambini per una foto ricordo e il ritiro delle letterine. Nel frattempo, gli aiutanti di Babbo Natale gireranno per le vie del centro storico della città per portare gli auguri e festeggiare con i passanti. L’iniziativa è realizzata dall’associazione “Commercianti Trevigliesi Artigiani e Professionisti” in collaborazione con il Distretto del Commercio, il Comune di Treviglio, “Treviglio Vintage”, “Club Automoto Storiche Treviglio” e l’associazione “CinemAlfa”.

 

 

Continua la lettura di A Treviglio arrivano i Babbi Natale su due ruote FOTO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/treviglio-arrivano-babbi-natale-due-ruote-foto/feed/ 0
Blitz della Polizia, chiuso lo ZanziBar http://giornaleditreviglio.it/cronaca/disturbo-alla-quiete-e-altre-violazioni-sigilli-allo-zanzibar/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/disturbo-alla-quiete-e-altre-violazioni-sigilli-allo-zanzibar/#respond Sun, 17 Dec 2017 13:38:46 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29809 Una sospensione della licenza di 10 giorni per lo ZanziBar, uno dei locali storici della “movida” di Crema. Lo ha disposto il Questore di Cremona per motivi di pubblica sicurezza. Licenza sospesa per lo ZanziBar Sospensione della licenza per dieci giorni per motivi di pubblica sicurezza. E’ quanto deciso, mercoledì, dal Questore di Cremona, dopo aver […]

Continua la lettura di Blitz della Polizia, chiuso lo ZanziBar sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Una sospensione della licenza di 10 giorni per lo ZanziBar, uno dei locali storici della “movida” di Crema. Lo ha disposto il Questore di Cremona per motivi di pubblica sicurezza.

Licenza sospesa per lo ZanziBar

Sospensione della licenza per dieci giorni per motivi di pubblica sicurezza. E’ quanto deciso, mercoledì, dal Questore di Cremona, dopo aver ricevuto una segnalazione da parte del Dirigente del Commissariato cittadino. Il tutto dopo aver preso atto della mancanza di spiegazioni circa le condotte irregolari da parte del gestore del locale e valutati gli atti e la documentazione. Il provvedimento è stato notificato ieri sera, momento in cui è stato apposto l’avviso di chiusura per disposizione della Questura ai sensi dell’articolo 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Disturbo della quiete pubblica e altre violazioni

Nei giorni scorsi era stato avviato il procedimento per la sospensione della licenza per il locale ZanziBar, resosi responsabile di continue violazioni di varia natura, fra le quali disturbo al riposo delle persone, a causa di musica ad alto volume ben oltre i limiti orari ed i volumi consentiti, ma anche episodi di violenza all’esterno del locale ed altre violazioni di diversa entità. A settembre, nel corso dell’ennesimo intervento di un equipaggio della Polizia di Stato del Commissariato di Crema, su richiesta di un residente della zona che non riusciva a dormire a causa dei rumori provenienti a tarda notte dallo ZanziBar, il personale della volante è stato fatto oggetto di parole ed atteggiamenti ostili da parte del gestore che ha fomentato gli avventori contro gli operatori.

La posizione del locale

Lo staff dello ZanziBar in un post sulla sua bacheca della sua pagina Facebook, ieri, ha avvisato della chiusura i suoi clienti. “Siamo spiacenti di comunicarVi che Zanzibar Crema resterà chiuso per cause che trascendono la nostra volontà. A breve spiegheremo le motivazioni che ci hanno spinto a questa chiusura inaspettata, e che ha causato a tutti i nostri clienti e a noi stessi estremo danno e disagio. Per il momento non possiamo che limitarci a porVi le nostre scuse per l’accaduto, sperando di tornare presto a farVi divertire”, ha scritto lo staff del locale.

 

 

 

Continua la lettura di Blitz della Polizia, chiuso lo ZanziBar sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/disturbo-alla-quiete-e-altre-violazioni-sigilli-allo-zanzibar/feed/ 0
Presepe vivente e mercatini aprono le festività natalizie http://giornaleditreviglio.it/attualita/presepe-vivente-mercatini-aprono-le-festivita-natalizie/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/presepe-vivente-mercatini-aprono-le-festivita-natalizie/#respond Sun, 17 Dec 2017 11:29:43 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29806 Si entra in clima di festività natalizie. Cinquanta figuranti, a Casirate, faranno rivivere l’atmosfera della Natività. A Misano pomeriggio dedicato alla “Festa de Nèdal”. Si entra in clima festività natalizie Mancano ormai dieci giorni al Natale e nei paesi si comincia a respirare aria natalizia. Tra le tante iniziative di questo periodo oggi, domenica, spiccano […]

Continua la lettura di Presepe vivente e mercatini aprono le festività natalizie sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Si entra in clima di festività natalizie. Cinquanta figuranti, a Casirate, faranno rivivere l’atmosfera della Natività. A Misano pomeriggio dedicato alla “Festa de Nèdal”.

Si entra in clima festività natalizie

Mancano ormai dieci giorni al Natale e nei paesi si comincia a respirare aria natalizia. Tra le tante iniziative di questo periodo oggi, domenica, spiccano due appuntamenti che sono ormai diventati una tradizione per il nostro territorio. A Casirate cinquanta figuranti daranno vita a scene bibliche e di vita agricola nel presepe vivente che si terrà nel giardino del palazzo comunale. A Misano, invece, spazio ai mercatini di hobbistica natalizia e tanto divertimento per grandi e piccini.

Il presepe vivente di Casirate

Ci sarà la Natività di Cristo al centro della scena nel presepe vivente che oggi, domenica, 50 figuranti in costumi tipici metteranno in scena nel giardino di villa Blondel (sede del Municipio). I volontari, coordinati dall’oratorio San Marco ricostruiranno scene di antichi mestieri, quali il fabbro, lo scultore e la bottega del pane, ma anche scene legate alla civiltà contadina”. L’accesso al presepe sarà da via Massimo d’Azeglio, lungo il quale i volontari delle associazioni allestiranno anche un punto ristoro con tè caldo e vin brulé.

A Misano la “Festa de Nèdal”

Il centro di Misano oggi, dalle 14 alle 18, ospita la tradizionale “Festa de Nèdal” con le bancarelle dell’hobbistica natalizia lungo via Roma. Tra gli stand, i visitatori troveranno cioccolata calda, frittelle, dolci, zucchero filato e vin brulé per i più grandi, il tutto allietato dalle note di “Ol Bandì de Zogn”. In attesa dell’arrivo di Babbo Natale e la sua renna, per i bambini ci sarà l’animazione di “Happy Makako” sotto i portici del Comune. Tra gli stand sarà presente anche quello per la vendita di cuori di cioccolato a sostegno di Telethon e la ricerca contro le malattie rare.

Continua la lettura di Presepe vivente e mercatini aprono le festività natalizie sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/presepe-vivente-mercatini-aprono-le-festivita-natalizie/feed/ 0
Calcio la Trevigliese riceve il Brianza Cernusco Merate http://giornaleditreviglio.it/sport/calcio-la-trevigliese-riceve-brianza-cernusco-merate/ http://giornaleditreviglio.it/sport/calcio-la-trevigliese-riceve-brianza-cernusco-merate/#respond Sun, 17 Dec 2017 10:58:59 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29803 Ultima partita del girone d’andata, in Eccellenza, per la Trevigliese che in casa affronta il Brianza Cernusco Merate in una sfida salvezza. Sfida salvezza per la Trevigliese La Trevigliese va a caccia di punti salvezza, oggi alle 14.30 allo stadio Zanconti, ospitando il Brianza Cernusco Merate penultimo in classifica, nel girone B di Eccellenza, e […]

Continua la lettura di Calcio la Trevigliese riceve il Brianza Cernusco Merate sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Ultima partita del girone d’andata, in Eccellenza, per la Trevigliese che in casa affronta il Brianza Cernusco Merate in una sfida salvezza.

Sfida salvezza per la Trevigliese

La Trevigliese va a caccia di punti salvezza, oggi alle 14.30 allo stadio Zanconti, ospitando il Brianza Cernusco Merate penultimo in classifica, nel girone B di Eccellenza, e staccato di due lunghezze dai biancocelesti. La formazione allenata da mister Marco Brembilla è ancora “scottata” dagli episodi che hanno deciso il derby di settimana scorsa sul campo del lanciatissimo Verdello, terzo in graduatoria e oggi impegnato sul campo della capolista imbattuta Sondrio.

Un ko amaro da digerire

Un rigore negato e un gol non gol assegnato agli avversari. Sono stati questi i due episodi da Var che hanno deciso il derby tra Verdello e Trevigliese, chiuso sull’1-0 per i padroni di casa. In casa Trevigliese contestate le decisioni della terna arbitrale che, sullo 0-0, non ha concesso un penalty per l’atterramento di Angioletti nell’area dei padroni di casa. Dieci minuti dopo, l’episodio che ha deciso il match, ancor più contestato dall’ambiente trevigliese. Sul gol realizzato dal giocatore del verdello Marco Arrigoni, secondo i biancoclesti, capitan Fusaro aveva spazzato via il pallone prima che varcasse la linea di porta. Non così per l’assistente che ha spinto l’arbitro a decretare la rete che ha deciso il derby… tra le polemiche

Il mister trevigliese: “Troppi episodi ci hanno danneggiato”

“Sono troppi ormai gli episodi che stanno condizionando il nostro campionato – si è sfogato mister Marco Brembilla – tra gol in fuorigioco subiti e rigori non concessi, anche perché spesso questi episodi sono capitati sullo 0-0. Non è piaggeria la mia, ci sono le immagini a testimoniarlo”. Archiviato il derby, la Trevigliese proverà a rifarsi nello scontro diretto per la salvezza con il Merate, sperando in un contributo in fase realizzativa dai due nuovi arrivati, la scorsa settimana, in casa biancoceleste. La società ha infatti rinforzato la rosa con l’arrivo del 26enne attaccante Stefan Nenadovic, arrivato proprio dal Brianza Cernusco Merate, e del 21enne centrocampista offensivo Alessandro Marchini, prelevato dalla Grumellese (serie D).

Continua la lettura di Calcio la Trevigliese riceve il Brianza Cernusco Merate sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/sport/calcio-la-trevigliese-riceve-brianza-cernusco-merate/feed/ 0
Scambio d’auguri col vescovo di Crema per il “Mcl” http://giornaleditreviglio.it/attualita/scambio-dauguri-col-vescovo-crema-mcl/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/scambio-dauguri-col-vescovo-crema-mcl/#respond Sun, 17 Dec 2017 10:22:05 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29796 Tradizionale incontro per lo scambio di auguri natalizi, stamattina, tra il vescovo di Crema monsignor Daniele Gianotti e la delegazione del Movimento Cristiano Lavoratori del territorio. Lo scambio d’auguri nel palazzo vescovile Una delegazione del Movimento Cristiano Lavoratori del territorio guidata dal presidente Michele Fusari e dall’assistente ecclesiastico don Angelo Frassi ha incontrato stamattina il vescovo […]

Continua la lettura di Scambio d’auguri col vescovo di Crema per il “Mcl” sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Tradizionale incontro per lo scambio di auguri natalizi, stamattina, tra il vescovo di Crema monsignor Daniele Gianotti e la delegazione del Movimento Cristiano Lavoratori del territorio.

Lo scambio d’auguri nel palazzo vescovile

Una delegazione del Movimento Cristiano Lavoratori del territorio guidata dal presidente Michele Fusari e dall’assistente ecclesiastico don Angelo Frassi ha incontrato stamattina il vescovo di Crema monsignor Daniele Gianotti per il tradizionale scambio d’auguri natalizio. La mattinata ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di dirigenti e collaboratori della “famiglia Mcl”, sia delle strutture operative dei servizi alla persona che dei circoli, e si è svolta nella sala azzurra del palazzo vescovile. Il vescovo,  compiaciuto per quanto il Mcl fa sul territorio e per l’aiuto e il sostegno che attraverso il suo carisma offre alla diocesi cremasca, ha accolto e ringraziato ad uno ad uno i presenti in un clima di grande cordialità.

Presentata la campagna “Dal seme al cibo pro Tanzania”

Crema la delegazione del MCL dal vescovo

Durante l’incontro il presidente Fusari ha presentato a monsignor Gianotti la campagna di cooperazione internazionale intitolata “Dal seme al cibo pro Tanzania” che insieme al “Cefa” onlus, l’Ong di riferimento nata insieme al Movimento 45 anni fa, vedrà tutti quanti impegnati fino al termine del mese di gennaio 2018 in una raccolta fondi da destinare ai paesi del sul del mondo. Quest’anno è stata scelta la Tanzania, dove il Mcl è presente e dà un aiuto concreto tramite i suoi servizi in progetti di alfabetizzazione agricola di quelle popolazioni e di costruzione di opere in loco.

“Attivi sul territorio per questa iniziativa”

“Saremo tutti molto attivi sul territorio a dar corso a questa iniziativa di solidarietà concreta attraverso le nostre strutture operative e i nostri circoli – ha spiegato il presidente Fusari – perché alla base del progetto c’è la nostra totale  adesione al principio della destinazione universale dei beni della terra tanto caro a Papa Francesco. Ci è sembrato molto opportuno effettuare il lancio della campagna di raccolta fondi insieme al Vescovo Daniele, molto sensibile da sempre verso i paesi del sud del mondo. Il nostro movimento coniuga idee e gesti concreti di solidarietà  nel suo quotidiano agire e siamo convinti con questo progetto-opera di renderci sempre più attivi e protagonisti nella costruzione dal bene di tutti”.

Continua la lettura di Scambio d’auguri col vescovo di Crema per il “Mcl” sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/scambio-dauguri-col-vescovo-crema-mcl/feed/ 0
Remer Treviglio a Reggio Calabria ricordando Domenico Durante http://giornaleditreviglio.it/sport/remer-treviglio-reggio-calabria-ricordando-domenico/ http://giornaleditreviglio.it/sport/remer-treviglio-reggio-calabria-ricordando-domenico/#respond Sun, 17 Dec 2017 09:55:52 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29791 Nel campionato di basket di A2 la sfida tra Remer Treviglio e Metextra Viola Reggio Calabria mette in palio punti importanti per la classifica, ed un ricordo andrà al compianto giornalista reggino-trevigliese Domenico Durante. Remer Treviglio a caccia di punti sullo stretto La Remer Treviglio sarà impegnata oggi, alle 18, sul campo della Metextra Viola […]

Continua la lettura di Remer Treviglio a Reggio Calabria ricordando Domenico Durante sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Nel campionato di basket di A2 la sfida tra Remer Treviglio e Metextra Viola Reggio Calabria mette in palio punti importanti per la classifica, ed un ricordo andrà al compianto giornalista reggino-trevigliese Domenico Durante.

Remer Treviglio a caccia di punti sullo stretto

La Remer Treviglio sarà impegnata oggi, alle 18, sul campo della Metextra Viola Reggio Calabria in una sfida importante per la classifica di serie A2. I biancoblu di coach Adriano Vertemati, privi del pivot Borra (ancora infortunato) e con la probabile assenza anche dell’esterno Andrea Pecchia, influenzato, tenteranno di strappare i due punti in palio. Ex dell’incontro, tra le fila reggine, sono l’italo-argenti Agustin Fabi e l’ala Patrick Baldassarre. In classifica, nel girone Ovest, le due formazioni sono appaiate a quota 8 punti dopo undici giornate.

Il derby di Domenico Durante

Domenico Durante

Così è stata ribattezzata la sfida tra Remer Treviglio e Viola Reggio Calabria. Una partita particolare per le due società, nel ricordo del giornalista Domenico Durante, reggino doc trapiantato a Treviglio e appassionato di sport trevigliese e reggino, morto nel 2016 all’età di 68 anni a causa di un tumore. Dallo scorso anno, ogni stagione, la doppia sfida tra Treviglio e Reggio Calabria mette in palio il “Premio Domenico Durante”, che verrà assegnato al miglior giocatore della partita.

Il premio all'”MVP” della gara

L’iniziativa è nata da un’idea di Giovanni Mafrici e Paolo Taddeo (i telecronisti di Viola e Blu Basket), colleghi e soprattutto amici di Domenico Durante, per ricordare proprio in occasione delle partite tra Reggio Calabria e Treviglio, la figura del giornalista reggino-trevigliese. In occasione della gara tra Viola e Remer verrà nominato l’MVP (il miglior giocatore) dell’incontro da un’apposita commissione composta dal presidente nero-arancio Raffaele Monastero, l’ex dirigente e giornalista lombardo Maurizio Cozzi , gli allenatori Marco Calvani di Reggio e Adriano Vertemati di Treviglio, l’editore reggino Santo Frascati, il giornalista trevigliese Gabriele Colombo e, ovviamente, i telecronisti Mafrici e Taddeo. Il miglior giocatore riceverà il riconoscimento al termine della gara direttamente sul campo per il terzo conferimento assoluto del premio che nella passata stagione sorrise agli atleti della Viola Alex Legion e Riccardo Rossato. La quarta edizione del Premio Domenico Durante verrà assegnata domenica 31 marzo in occasione della gara di ritorno al PalaFacchetti di Treviglio.

Continua la lettura di Remer Treviglio a Reggio Calabria ricordando Domenico Durante sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/sport/remer-treviglio-reggio-calabria-ricordando-domenico/feed/ 0
Papà Luca racconta mamma Viviana al figlio di otto anni http://giornaleditreviglio.it/attualita/papa-luca-racconta-mamma-viviana-al-figlio-otto-anni/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/papa-luca-racconta-mamma-viviana-al-figlio-otto-anni/#respond Sun, 17 Dec 2017 09:19:43 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29785 Papà Luca Nisoli di Brignano racconta la storia della malattia e della morte, nel 2013, di Viviana Possenti al figlio Mattia che oggi ha 8 anni. Da una fatto doloroso nasce un libro-diario e un progetto sociale. La storia di papà Luca e del piccolo Mattia Una vicenda toccante, con un epilogo tragico, la morte […]

Continua la lettura di Papà Luca racconta mamma Viviana al figlio di otto anni sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Papà Luca Nisoli di Brignano racconta la storia della malattia e della morte, nel 2013, di Viviana Possenti al figlio Mattia che oggi ha 8 anni. Da una fatto doloroso nasce un libro-diario e un progetto sociale.

La storia di papà Luca e del piccolo Mattia

Viviana Possenti

Una vicenda toccante, con un epilogo tragico, la morte di una giovane mamma di 34 anni, si trasforma in un progetto di solidarietà sociale grazie ad un libro-diario. Protagonista è papà Luca Nisoli, 39enne di Brignano, che racconta al figlio Mattia, che oggi ha 8 anni, chi era mamma Viviana Possenti, come ha affrontato la terribile malattia e la sua morte, restando con un figlio piccolo da crescere. Viviana si è spenta nel 2013 dopo aver trascorso quasi tre anni e mezzo in stato vegetativo in seguito ad una terribile malattia, un idrocefalo, che l’aveva colpita nel 2010, quando il piccolo della coppia aveva solo sei mesi.

“Ti dico la verità”

E’ questo il titolo del libro in cui papà Luca Nisoli racconta al figlio quell’evento, tragico per la sua famiglia, scritto grazie all’incontro con gli operatori l’associazione “Uno nessuno centomila” di Luino Fabio Cavallari e Paola Turroni. Nelle pagine del racconto, scritte da Paola, che ha raccolto la storia di Luca c’è uno spaccato di vita reale. Una bella storia di paternità. Un diario scritto per il figlio ricordando mamma Viviana.

Il libro e il “Progetto Mattia”

La storia di papà Luca, mamma Viviana e del piccolo Mattia non si ferma, però, al libro pubblicato. Ne nasce un progetto sociale che intende dare un aiuto concreto, attraverso l’intervento di psicologi ed educatori, a quelle famiglie che hanno figli minori e vivono situazioni di gravi malattie invalidanti come quella in cui si è trovata la famiglia Nisoli. Il ricavato della vendita del libro, infatti, andrà a finanziare il “Progetto Mattia”, così è stato chiamato, che per un anno realizzerà interventi di sostegno sociale.

Oggi a Palazzo Visconti la presentazione ufficiale

Libro e progetto verranno presentati ufficialmente oggi, domenica, alle 17 nella sala del Trono di Palazzo Visconti a Brignano, paese in cui papà Luca Nisoli e il figlio vivono. La raccolta fondi per sostenere il “Progetto Mattia”, intanto, è già partita, anche grazie al sito internet www.tidicolaverita.it, ed ha raccolto 18mila euro. Anche il Comune di Brignano, che ha sostenuto l’iniziativa solidale, ha contribuito con 1.500 euro. A presentare il libro (costo di copertina 12 euro) e il progetto, saranno il protagonista, Luca Nisoli, l’autrice Paola Turroni e il coordinatore del progetto sociale Fabio Cavallari.

Continua la lettura di Papà Luca racconta mamma Viviana al figlio di otto anni sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/papa-luca-racconta-mamma-viviana-al-figlio-otto-anni/feed/ 0
Fuori strada a Treviglio e incidente a Cavernago SIRENE DI NOTTE http://giornaleditreviglio.it/cronaca/strada-treviglio-incidente-cavernago-sirene-notte/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/strada-treviglio-incidente-cavernago-sirene-notte/#respond Sun, 17 Dec 2017 08:39:23 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29783 I sanitari della croce rossa nella notte sono intervenuti per un’auto fuori strada a Treviglio e per un incidente a Cavernago che ha coinvolto sette persone. Fuori strada in via Brignano a Treviglio Un’automedica e un’ambulanza della croce rossa di Caravaggio sono intervenute, poco prima di mezzanotte e mezza, in via Brignano a Treviglio. Un’auto, […]

Continua la lettura di Fuori strada a Treviglio e incidente a Cavernago SIRENE DI NOTTE sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
I sanitari della croce rossa nella notte sono intervenuti per un’auto fuori strada a Treviglio e per un incidente a Cavernago che ha coinvolto sette persone.

Fuori strada in via Brignano a Treviglio

Un’automedica e un’ambulanza della croce rossa di Caravaggio sono intervenute, poco prima di mezzanotte e mezza, in via Brignano a Treviglio. Un’auto, infatti, è finita fuoristrada e il conducente del veicolo, un 32enne, è stato trasferito in codice giallo all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Scontro tra due auto a Cavernago

Pochi minuti prima dell’una, invece, tra ambulanze sono intervenute a Cavernago per un incidente tra due auto lungo la ss 498. Nello scontro sono rimasti coinvolte sette persone, tra uomini e donne, di età compresa tra i 19 e 35 anni, alcuni trasportati all’ospedale di Seriate e alla “Gavazzeni” di Bergamo. Nessuno, fortunatamente, sembra aver riportato ferite gravi.

Continua la lettura di Fuori strada a Treviglio e incidente a Cavernago SIRENE DI NOTTE sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/strada-treviglio-incidente-cavernago-sirene-notte/feed/ 0
Scovato un night club abusivo a Canonica http://giornaleditreviglio.it/cronaca/blitz-interforze-sanzioni-richiesta-chiusura-locale/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/blitz-interforze-sanzioni-richiesta-chiusura-locale/#respond Sun, 17 Dec 2017 08:09:43 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29780 Nel blitz interforze in un night club di Canonica d’Adda riscontrate irregolarità sanitarie, fiscali e antincendio. Sanzioni per migliaia di euro e richiesta di chiusura urgente del locale gestito come circolo privato. Il blitz interforze nel night club di Canonica Controllo notturno in un night club di Canonica d’Adda da parte dei carabinieri del Comando […]

Continua la lettura di Scovato un night club abusivo a Canonica sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Nel blitz interforze in un night club di Canonica d’Adda riscontrate irregolarità sanitarie, fiscali e antincendio. Sanzioni per migliaia di euro e richiesta di chiusura urgente del locale gestito come circolo privato.

Il blitz interforze nel night club di Canonica

Controllo notturno in un night club di Canonica d’Adda da parte dei carabinieri del Comando di Treviglio e di un “gruppo interforze”. Stanotte nel locale, cintato all’esterno per eseguire i controlli, hanno partecipato i militari dell’Arma della Bassa Bergamasca insieme ai colleghi del Nas di Brescia, dell’Ispettorato del Lavoro di Bergamo, dell’Inps di Bergamo, del Nucleo Cinofili di Orio al Serio, dei vigili del fuoco di Bergamo, dell’Agenzia dell’Entrate di Bergamo, della Siae di Treviglio, nonché della Polizia Locale di Canonica d’Adda,  che hanno effettuato un blitz in un night club del paese, gestito come circolo privato.

Diverse irregolarità riscontrate

Numerose le contestazioni rilevate nel night club durante il blitz interforze. Rilevate violazioni in materia antincendio: assenza della Scia antincendio superando il locale i 200 mq, uscite di sicurezza non revisionate, mancata esibizione delle certificazioni energetiche, criticità su un’uscita d’emergenza e non funzionamento delle luci di emergenza. Rilevate inoltre violazioni in materia igienico-sanitaria (locali cucina sporchi, assenza dei divieti di fumo, violazioni al piano di autocontrollo sanitario, rilevata la presenza di un prodotto alimentare scaduto e carenze igienico-sanitarie nel locale “deposito” merce); anche in questo caso contestati illeciti per alcune migliaia di euro; inoltre, sono stati altresì “multati” ben sette clienti che fumavano all’atto del blitz. Trovate telecamere in ambiente di lavoro non autorizzate, in violazione dello Statuto dei lavoratori e altra violazioni amministrative.

Controllati anche i clienti

Numerosi i clienti presenti nel “night club” durante le attività ispettive compiute, sia persone anziane che giovanissimi, di ogni estrazione sociale.Una ventina in tutto le figuranti di sala identificate, per lo più giovani ragazze dell’Est Europa, la cui posizione lavorativa è ora al vaglio dell’Ispettorato del Lavoro dei carabinieri per accertare eventuali violazioni in materia di legislazione sociale. Viste le risultanze raccolte con il blitz svolto, i carabinieri richiederanno la “sospensione” immediata dell’attività del circolo privato verificato all’autorità Amministrativa competente, il sindaco di Canonica d’Adda.

Fuori dal locale posto di blocco e due patenti ritirate

All’esterno del locale è stato poi disposto un posto di blocco da parte dei carabinieri della Compagnia di Treviglio con diverse pattuglie. Durante il posto di blocco sono state ritirate due patenti di guida ad altrettanti automobilisti trovati al volante sotto l’effetto di alcol, nonché comminate sanzioni pecuniarie per alcune migliaia di euro per violazioni varie al Codice della Strada: in uno dei due casi, i militari hanno anche sequestrato, ai fini della successiva confisca a favore dello Stato, un’autovettura ad un 32enne della provincia di Milano trovato alla guida con un tasso alcolemico pari a circa 2,3 g/l, quasi 5 volte oltre il limite di Legge. Diversi, inoltre, i controlli svolti dall’unità cinofila antidroga di Orio al Serio sia all’interno che all’esterno del locale. Complessivamente, durante il blitz notturno, sono state identificate circa 100 persone ed alcune decine di autoveicoli, alcuni dei quali controllati anche con i cani antidroga. Ulteriori approfondimenti ed accertamenti sono tuttora in corso.

Continua la lettura di Scovato un night club abusivo a Canonica sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/blitz-interforze-sanzioni-richiesta-chiusura-locale/feed/ 0
Sicurezza dei bambini a Verdello non sarà più un problema http://giornaleditreviglio.it/economia/sicurezza-dei-bambini-verdello-non-sara-piu-un-problema/ http://giornaleditreviglio.it/economia/sicurezza-dei-bambini-verdello-non-sara-piu-un-problema/#respond Sat, 16 Dec 2017 16:08:19 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29778 Duecento firme in meno di un’ora per sensibilizzare l’Amministrazione sul problema della sicurezza dei bambini in entrata e in uscita dalla scuola. Per quanto infatti esista da tempo il divieto di transito in via Don Giavazzi negli orari di entrata e uscita dalle scuole sono in molti a non rispettarlo. Colpa anche, secondo gli automobilisti, […]

Continua la lettura di Sicurezza dei bambini a Verdello non sarà più un problema sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Duecento firme in meno di un’ora per sensibilizzare l’Amministrazione sul problema della sicurezza dei bambini in entrata e in uscita dalla scuola. Per quanto infatti esista da tempo il divieto di transito in via Don Giavazzi negli orari di entrata e uscita dalle scuole sono in molti a non rispettarlo. Colpa anche, secondo gli automobilisti, della scarsa visibilità del cartello di divieto.  Ma presto non sarà più un problem.

Multe non pagate e furbetti del divieto, la raccolta irme

Aveva già fatto scalpore la notizia, emersa durante l’ultimo consiglio comunale, che il Comune di Verdello si è visto costretto a stanziare a bilancio 5mila euro in più rispetto ai 9mila previsti ad inizio anno per la notifica dei verbali delle sanzioni. La capogruppo di «Verdello di tutti» Rita Rovaris aveva tra l’altro fatto notare come moltissima gente non pagasse le multe. Su 80mila euro di sanzioni ne sono stati infatti incassati solamente 36mila.
Il comitato genitori ha deciso di lanciare una raccolta firme per sensibilizzare il sindaco sul problema. Raccolta che ha avuto un buon successo. Mercoledì pomeriggio in poco meno di un’ora sono stati quasi duecento i genitori che hanno firmato la petizione.

Vivi Verdello all’attacco

«Un altro anno è passato e tutto è rimasto immobile – ha detto Boi – tuttavia mi auguro che il profumo di elezioni aumenti l’attenzione di chi amministra. Voglio porre la lente di ingrandimento su di un tema a me caro come cittadino, genitore e consigliere. Da ormai un anno l’uscita dalla scuola primaria è diventata selvaggia e senza controllo. Certo, noi genitori non siamo esenti da colpe ma il venir meno della presenza costante di un agente di polizia locale e la pessima segnalazione del divieto di circolazione negli orari di entrata e di uscita resta un nervo scoperto per la sicurezza dei nostri cittadini più importanti: i nostri figli. La Polizia locale quando è presente ha l’ordine di prendere i numeri di targa e mandare le multe a casa dei malcapitati. Multe che un verdellese su 4 non paga. Nei verbali dei Consigli comunali sono riportate chiaramente le affermazioni del sindaco a riguardo, ovvero che i cartelli siano sufficienti a garantire la sicurezza».

La lettera dei genitori

Anche il presidente del comitato genitori Massimo Stucchi ha scritto una lettera al sindaco Luciano Albani per chiedere un suo interessamento al problema. «I cartelli di divieto di transito apposti all’inizio e alla fine della via Don Giavazzi non sono, nostro malgrado, risolutivi della situazione di pericolo che si viene giornalmente a creare. Certamente la presenza di marciapiedi su entrambi i lati della strada garantisce una certa sicurezza, tuttavia non sufficiente vista la ressa che si crea all’entrata e all’uscita dalla scuola e la presenza di molte biciclette. La presenza del vigile sul territorio sarebbe sicuramente una garanzia per la sicurezza dei minori e un deterrente all’utilizzo del tratto di strada negli orari di divieto. Noi genitori crediamo che sia necessario un confronto costruttivo anche per chiarire dubbi, incertezze e preoccupazioni che ci affliggono. Il comitato genitori si rende disponibile a un incontro per risolvere questa spiacevole situazione e trovare una soluzione che accontenti gli interessi di tutti».

La replica del sindaco: “Messa in sicurezza entro settembre”

Ma il sindaco Albani ha assicurato che il problema sarà definitivamente risolto entro l’inizio del prossimo anno scolastico: «L’Amministrazione si è già mossa per risolvere il problema – ha detto -E’ prevista la realizzazione di una pista ciclopedonale che arrivi fino alle scuole e l’installazione di un semaforo all’inizio e alla fine della via per togliere ogni equivocità sulla presenza del divieto. Divieto che in ogni caso esiste e che va rispettato. Al momento non abbiamo le risorse per garantire la presenza di un agente di Polizia locale per 5 giorni a settimana 3 volte al giorno per il posizionamento delle transenne.

Cercasi volontari

Le transenne le abbiamo. L’anno scorso per posizionarle c’erano volontari e lavoratori socialmente utili. Oggi il comune non può più usufruire degli Lsu e i 3 o 4 genitori che si erano offerti volontari per il posizionamento delle transenne dopo qualche settimana, essendo da soli, hanno desistito. Speriamo che ci siano degli altri genitori disponibili a posizionare le transenne e siamo pronti a raccogliere le adesioni». Il progetto di messa in sicurezza di via Don Gavazzi è stato approvato venerdì e sarà dato in appalto nel mese di febbraio. I lavori, della durata stimata di un mese, saranno poi realizzati durante l’estate, quando i bambini non dovranno andare a scuola.

Continua la lettura di Sicurezza dei bambini a Verdello non sarà più un problema sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/economia/sicurezza-dei-bambini-verdello-non-sara-piu-un-problema/feed/ 0
Nuova scuola materna a Pognano entro due anni http://giornaleditreviglio.it/economia/nuova-scuola-materna-pognano-entro-due-anni/ http://giornaleditreviglio.it/economia/nuova-scuola-materna-pognano-entro-due-anni/#respond Sat, 16 Dec 2017 15:55:04 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29776 Pognano avrà presto una nuova area produttiva. Ma le novità non finiscono qui perché il progetto prevede anche la realizzazione di una nuova scuola materna. Convenzione tra Comune e Isocell Proponente e firmatario della convenzione insieme al Comune è la azienda «Isocell Precompressi», tra i leader nella fabbricazione di prodotti in calcestruzzo per l’edilizia e avente sede […]

Continua la lettura di Nuova scuola materna a Pognano entro due anni sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Pognano avrà presto una nuova area produttiva. Ma le novità non finiscono qui perché il progetto prevede anche la realizzazione di una nuova scuola materna.

Convenzione tra Comune e Isocell

Proponente e firmatario della convenzione insieme al Comune è la azienda «Isocell Precompressi», tra i leader nella fabbricazione di prodotti in calcestruzzo per l’edilizia e avente sede sulla strada provinciale Francesca. L’area designata per il piano attuativo, con una superfie totale pari a circa 36mila metri quadrati, è situata su viale Piave. Secondo quanto stipulato dalla convenzione la società Isocell assumerà a proprio carico gli oneri per l’esecuzione delle opere di urbanizzazione, riguardanti nello specifico  la realizzazione del parcheggio e dell’area verde in fregio a viale Piave, l’allacciamento alle reti di servizi tecnologici e la modifica della viabilità sulla Provinciale 121.

Quasi mezzo milione di euro

La società pognanese infatti si impegnerà a realizzare la modifica relativa alla viabilità sulla 121 secondo le indicazioni della Provincia  di Bergamo, in modo da consentire l’accesso e l’uscita in sicurezza dei mezzi pesanti dal nuovo insediamento e da via delle Gere. Sempre a carico della Isocell sarà poi anche la realizzazione del collettore fognario lungo via Defendi, per un costo complessivo dei lavori di circa 468mila euro.

Nuova scuola materna

Ma la convenzione tra il Comune e la società di prefabbricati non regola soltanto l’ambizioso progetto inerente l’area produttiva del paese, ma impegna la Isocell in un’opera compensativa decisamente vicina ai pognanesi, ovvero la realizzazione di una nuova scuola materna, la quale dovrebbe sorgere nell’area antistante il Piazzale Atleti Bergamaschi, poco distante dalla scuola primaria e dalla palestra e da un ampio parcheggio pubblico, per un costo di circa 780mila euro.

Ecco come sarà

Il progetto architettonico, a carico del Comune, prevede la costruzione di un edificio su un unico piano, con ingresso in comune con la vicina scuola primaria e una superficie complessiva di circa 4.700 metri quadrati. La nuova struttura comprenderà tre aule, una sala docenti, un refettorio, spazi per percorsi coperti e servizi. In modo da ospitare un numero massimo di 75 alunni. Infine, mentre le opere di urbanizzazione interne ed esterne al comparto dovranno essere realizzate entro il termine di 48 mesi, la convenzione prevede che i lavori relativi alla materna dovranno essere ultimati entro i successivi 24 mesi, dall’avvio del cantiere.

Continua la lettura di Nuova scuola materna a Pognano entro due anni sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/economia/nuova-scuola-materna-pognano-entro-due-anni/feed/ 0
Bergamo Scienza vincono i romanesi del Don Milani http://giornaleditreviglio.it/economia/bergamo-scienza-vincono-romanesi-del-don-milani/ http://giornaleditreviglio.it/economia/bergamo-scienza-vincono-romanesi-del-don-milani/#respond Sat, 16 Dec 2017 15:09:30 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29772 Sono romanesi gli scienziati vincitori a Bergamo Scienza. Il liceo Don Lorenzo Milani è stata premiato a Bergamo lo scorso 2 dicembre nell’ambito dell’Open Day con i laboratori delle scuole premiate nella XV edizione del Festival Bergamo Scienza. I laboratori Il progetto d’Istituto «Le domande della scienza» ha previsto due laboratori: «Scientifica-Mente» e «Lievitando», e […]

Continua la lettura di Bergamo Scienza vincono i romanesi del Don Milani sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Sono romanesi gli scienziati vincitori a Bergamo Scienza. Il liceo Don Lorenzo Milani è stata premiato a Bergamo lo scorso 2 dicembre nell’ambito dell’Open Day con i laboratori delle scuole premiate nella XV edizione del Festival Bergamo Scienza.

I laboratori

Il progetto d’Istituto «Le domande della scienza» ha previsto due laboratori: «Scientifica-Mente» e «Lievitando», e ha messo al centro un approccio critico alla scienza, basato sull’attività del domandare, in quanto, come sosteneva il fisico Albert Einstein, «un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma nessuno di esse riuscirà a porne uno». L’interesse dunque per la capacità di pensare e di porre interrogativi è stato centrale per la scuola che, in quanto liceo, non vuole solo formare alle competenze tecnico-scientifiche, ma segue anche un approccio epistemologico nei confronti delle diverse discipline, scienze comprese.

Un prgoetto nato tre anni fa

Il progetto è nato tre anni fa, durante l’anno scolastico 2015/16, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro con il comune di Romano. Un progetto che ha voluto valorizzare la figura di Gian Antonio Tadini, scienziato romanese del Settecento, e il lavoro si è focalizzato sull’importanza della curiosità e dell’apertura intellettuale come caratteristiche dell’atteggiamento dello scienziato nei confronti del mondo naturale. Il lavoro si è sviluppato dunque sui due anni, 2015/16 e 2016/17, per approdare alla partecipazione all’edizione 2017 del festival, svoltasi dal 30 settembre al 15 ottobre durante l’anno scolastico corrente.

ScientificaMente

Il laboratorio dal titolo «Scientifica-Mente» ha proposto alcuni semplici esperimenti di chimica e di fisica, a partire dai quali i bambini e le bambine della scuola primaria, attraverso la pratica del dialogo socratico, si sono interrogati sui principi alla base dei fenomeni osservati. Il dialogo socratico si ispira alla pratica della filosofia con i bambini: i bambini scelgono di quale esperimento discutere, formulano delle domande e dialogando cercano di individuare il principio alla base del fenomeno osservato, anche ripetendo dove necessario l’esperimento.

Lievitando

ll laboratorio dal titolo «Lievitando» invece si è proposto di suscitare curiosità verso la scienza ai bambini della scuola primaria attraverso la realizzazione di semplici esperimenti di biologia utilizzando come organismo modello il lievito. Questa esperienza ha cercato di sollecitare i visitatori a porsi delle domande riguardanti le principali caratteristiche della vita biologica e a trovare delle risposte in modo attivo attraverso l’osservazione e l’applicazione del metodo scientifico sperimentale.

Bergamo scienza più di 300 bambini hanno partecipato

In entrambi i laboratori, i bambini, guidati dagli studenti del Liceo, si sono mostrati divertiti ed interessati ed hanno svolto con entusiasmo le esperienze proposte.
La collaborazione e la collaborazione di docenti di discipline umanistiche e scientifiche è stata un’altra delle caratteristiche del progetto. Durante le due settimane hanno partecipato più di 300 bambini delle scuole primarie di Calcio, Romano, Osio Sotto, Dalmine.

Continua la lettura di Bergamo Scienza vincono i romanesi del Don Milani sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/economia/bergamo-scienza-vincono-romanesi-del-don-milani/feed/ 0
Capelletti contro Brambilla, secondo round http://giornaleditreviglio.it/attualita/capelletti-brambilla-secondo-round/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/capelletti-brambilla-secondo-round/#respond Sat, 16 Dec 2017 15:02:02 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29769 «I tempi sono maturi, la caccia va abolita», ma Capelletti non ci sta. Il primo cittadino covese Andrea Capelletti è insorto contro la proposta avanzata dal leader del partito animalista Michela Vittoria Brambilla, la quale recentemente ha dichiarato di voler cancellare l’arte venatoria, pratica ritenuta «anacronistica e violenta». Capelletti contro Brambilla Non sarebbe la prima […]

Continua la lettura di Capelletti contro Brambilla, secondo round sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
«I tempi sono maturi, la caccia va abolita», ma Capelletti non ci sta. Il primo cittadino covese Andrea Capelletti è insorto contro la proposta avanzata dal leader del partito animalista Michela Vittoria Brambilla, la quale recentemente ha dichiarato di voler cancellare l’arte venatoria, pratica ritenuta «anacronistica e violenta».

Capelletti contro Brambilla

Non sarebbe la prima volta che il sìndéch covese sia agli antipodi con la Brambilla. Già quando il leader animalista aveva dichiarato che il coniglio andasse considerato animale da compagnia, Capelletti si era palesemente dichiarato contrario a questa definizione. E così replica ora con la caccia.
«Eccola che ci riprova – commenta così Capelletti sulla sua pagina ufficiale Facebook – dopo aver tentato di trasformare il coniglio in animale da compagnia, la Brambilla ritorna con un’altra delle sue proposte assurde, l’abolizione della caccia».

Sindaco paladino della caccia

Non è tuttavia la prima volta che il sindaco-agronomo si erge paladino della caccia. Già un anno fa aveva difeso la proposta di un suo concittadino che avrebbe voluto portare anche a Covo una festa dedicata alla caccia. Allora, alla semplice ipotesi, insorsero gli animalisti e allora, come adesso, Capelletti si schierò dalla parte dei cacciatori mettendo in luce gli aspetti positivi di questa pratica. «La caccia è una pratica – ha spiegato Capelletti –  che, soprattutto nel territorio bergamasco, è simbolo di tradizione, cultura locale, tutela dell’ambiente e del territorio rurale».

“I cacciatori tutelano l’ambiente”

Capelletti ha spiegato come i cacciatori in realtà non siano dannosi per l’ambiente, anzi sono loro i primi attori che lo tutelano.
«I cacciatori sono i primi ad amare la fauna e l’ambiente che li circonda – ha continuato il sindaco –  Se non fosse per loro non avremmo ripopolamenti e cure di certe zone spesso lasciate al degrado».
Ecco il ruolo cruciale dei cacciatori. E perciò è utile che si faccia buona informazione. «Facciamo sentire la voce di chi non la pensa come la Brambilla – ha concluso – Mi impegno in primis, con chi vorrà starci, ad intraprendere delle azioni che facciano conoscere il vero volto della caccia e promuovano questa tradizione secolare».

Continua la lettura di Capelletti contro Brambilla, secondo round sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/capelletti-brambilla-secondo-round/feed/ 0
La vigilessa multata non intende pagare http://giornaleditreviglio.it/cronaca/la-vigilessa-multata-non-intende-pagare/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/la-vigilessa-multata-non-intende-pagare/#respond Sat, 16 Dec 2017 14:43:29 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29767 Non si vede una fine al caso delle auto-fantasma, risalente al 2012, ma reso noto solo un anno fa. L’Amministrazione ha affidato l’incarico ad un avvocato per recuperare i soldi, che il Comune ha dovuto anticipare. Quando invece a pagare doveva essere la vigilessa multata Maria Ianigro, che però si è rifiutata di farlo. I […]

Continua la lettura di La vigilessa multata non intende pagare sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Non si vede una fine al caso delle auto-fantasma, risalente al 2012, ma reso noto solo un anno fa. L’Amministrazione ha affidato l’incarico ad un avvocato per recuperare i soldi, che il Comune ha dovuto anticipare. Quando invece a pagare doveva essere la vigilessa multata Maria Ianigro, che però si è rifiutata di farlo.

I fatti: 7 auto rimosse con il carro attrezzi

Ma nessun allarme: sia Iannigro che il sindaco Andrea Maria Lanzini assicurano «è solo un iter che l’assicurazione ha prescritto di fare». Il fatto risale a ben quattro anni fa. Corre l’anno 2012 e la comandante Ianigro fa rimuovere con un carro attrezzi secondo un iter abituale sette automobili posteggiate abusivamente.
Ianigro segue la procedura classica, ovvero spedisce le notifiche di sequestro ai proprietari dei veicoli. È qui che iniziano i guai. Infatti tre delle sette notifiche non vanno a buon fine, risultando poi che i propietari erano solo dei prestanome. Queste automobili non sono poi mai state richieste da nessuno e inoltre non si è riuscito in alcun modo a rintracciare i propietari.

Nessuna comunicazione in Prefettura, vigilessa multata

Il comandante Ianigro, evidentemente per una svista, si era dimenticata di comunicare il fatto alla Prefettura, commettendo quindi un errore che per la Prefettura rientra tra quelli da considerare come gravi. Una banale dimenticanza che però è costata cara, a lei e al sindaco, in quanto responsabile del servizio di Polizia Locale.
A ripagare il danno ci avrebbero pensato le due assicurazioni private degli interessati, per una cifra di poco meno di 22mila euro.

Il Comune ha anticipato i soldi

Il Comune di Antegnate ha intanto già provveduto a saldare  la fattura F.B. Group Service per il deposito dei tre veicoli sottoposti a sequestro.
L’Amministrazione ha pure provveduto a demandare al responsabile interessato l’attivazione di ogni procedimento si rendesse necessario per il recupero delle somme. Anche mediante l’incarico all’avvocato Francesca Possenti di Treviglio.

La comandante non paga, ma è tutto normale

Sulla motivazione della mancato pagamento da parte dell’agente di Polizia, quando invece in un primo momento si era dichiarata disponibile a farlo, è presto detto.
L’agente Ianigro infatti non è che non voglia assumersi le proprie responsabilità. Semplicemente, sta seguendo un iter prescritto dalla propria assicurazione.
«Questo è solo l’inizio di un percorso giuridico – ha spiegato – è una sorta di prassi comune di rito. L’assicurazione ha consigliato che si facesse in questo modo e così ho fatto».
Il sindaco ha comunque assicurato che «il Comune farà di tutto per recuperare la somma che è stata anticipata».

Continua la lettura di La vigilessa multata non intende pagare sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/la-vigilessa-multata-non-intende-pagare/feed/ 0
Pesa 160kg per spostarlo arrivano i pompieri http://giornaleditreviglio.it/cronaca/pesa-160kg-spostarlo-arrivano-pompieri/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/pesa-160kg-spostarlo-arrivano-pompieri/#respond Sat, 16 Dec 2017 14:36:31 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29765 Il malato è troppo pesante e non riesce a scendere le scale. Pesa 160kg per spostarlo arrivano i pompieri. Due ambulanze e due squadre dei pompieri In via Indipendenza a Mornico giovedì della scorsa settimana c’è stato un bel po’ di trambusto.  I residenti, infatti, si sono trovati davanti due squadre dei Vigili del fuoco […]

Continua la lettura di Pesa 160kg per spostarlo arrivano i pompieri sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Il malato è troppo pesante e non riesce a scendere le scale. Pesa 160kg per spostarlo arrivano i pompieri.

Due ambulanze e due squadre dei pompieri

In via Indipendenza a Mornico giovedì della scorsa settimana c’è stato un bel po’ di trambusto.  I residenti, infatti, si sono trovati davanti due squadre dei Vigili del fuoco di Treviglio e due ambulanze: all’inizio si sono preoccupati, poi hanno capito che erano alle prese con un uomo di origine marocchina pesante 160 chilogrammi non in grado di scendere le scale per recarsi in ospedale.

Non riusciva a scendere le scale

«Vive con la moglie, ha una stazza davvero grossa – ha spiegato un vicino do casa – E’ arrivata prima l’ambulanza che avrebbe dovuto trasportarlo in ospedale, non so se perché stesse male o per una visita. Il personale sanitario, tuttavia, non riusciva a farlo passare dalla porta e fargli scendere i gradini, allora hanno chiesto l’intervento dei pompieri».

Continua la lettura di Pesa 160kg per spostarlo arrivano i pompieri sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/pesa-160kg-spostarlo-arrivano-pompieri/feed/ 0
Petizione anti tir senza risposta i residenti minacciano il blocco del traffico http://giornaleditreviglio.it/attualita/petizione-anti-tir-senza-risposta-residenti-minacciano-blocco-del-traffico/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/petizione-anti-tir-senza-risposta-residenti-minacciano-blocco-del-traffico/#respond Sat, 16 Dec 2017 14:31:26 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29762 Dopo un mese dall’invio in Regione e Provincia della petizione anti tir ancora silenzio. Petizione anti tir ancora senza risposta E ora i residenti di Pagazzano via Morengo minacciano di scendere in strada e bloccare il traffico, se il problema non sarà risolto.  La petizione era stata inoltrata attraverso una raccomandata anche all’assessore regionale alle Infrastrutture […]

Continua la lettura di Petizione anti tir senza risposta i residenti minacciano il blocco del traffico sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Dopo un mese dall’invio in Regione e Provincia della petizione anti tir ancora silenzio.

Petizione anti tir ancora senza risposta

E ora i residenti di Pagazzano via Morengo minacciano di scendere in strada e bloccare il traffico, se il problema non sarà risolto.  La petizione era stata inoltrata attraverso una raccomandata anche all’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte e alla Provincia, ma da allora nulla è cambiato.  Non che ci aspettasse un intervento risolutivo in così breve tempo, ma il paese si era mobilitato in massa, con tanto di una corposa raccolta firme. Da subito il sindaco Raffaele Moriggi aveva chiarito che per prendere una decisione sarebbe servito del tempo, perché la strada in questione è sotto la giurisdizione della Provincia. Le idee, comunque, non mancano.

Quale soluzione?

Il gruppo di minoranza capitanato da Fulvio Pagani si era subito espresso riprendendo la vecchia proposta di una piccola tangenziale che dalla rotonda del cimitero si colleghi direttamente a via Treviglio, facendo confluire il traffico all’esterno del centro urbano.  «Un’idea concreta e risolutiva, ma costosa» come aveva ammesso Pagani.
Anche il sindaco si era prontamente mosso, pur evitando di sbilanciarsi: l’Amministrazione ha infatti programmato diversi incontri con la Provincia per concordare una soluzione, ma finché non si sarà giunti a un accordo nessuna dichiarazione. Durante l’ultimo Consiglio comunale l’argomento è stato affrontato ma solo nelle comunicazioni del sindaco.

Minoranza non pervenuta

Alla seduta, peraltro, non era presente l’altra minoranza capitana da Daniele Bianchi, che di fronte alle proteste dei cittadini aveva preferito prendere tempo per elaborare una propria proposta e incontrare personalmente il sindaco.
Dopo un mese, però, della proposta non c’è traccia e il gruppo non si è presentato in aula.
«A me è giunta solo la proposta della minoranza guidata da Pagani – ha confermato Moriggi – Inoltre il consigliere Bianchi non mi ha ancora parlato del problema, e che io sappia non ha chiesto di farlo».

Continua la lettura di Petizione anti tir senza risposta i residenti minacciano il blocco del traffico sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/petizione-anti-tir-senza-risposta-residenti-minacciano-blocco-del-traffico/feed/ 0
Impianto di compostaggio accanto alla discarica: cavallo di troia? http://giornaleditreviglio.it/politica/impianto-di-compostaggio-accanto-alla-discarica-un-cavallo-di-trioia/ http://giornaleditreviglio.it/politica/impianto-di-compostaggio-accanto-alla-discarica-un-cavallo-di-trioia/#respond Sat, 16 Dec 2017 13:41:29 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29746 Impianto di compostaggio in arrivo accanto alla discarica “Logica”? Un’azienda di Calcinate ha presentato la richiesta in Provincia che l’ha girata al Comune. I dubbi sono tanti. Impianto di compostaggio in arrivo? Ancora rifiuti in arrivo in via Treviglio. La Provincia ha girato al Comune la richiesta da parte dell’azienda «Valentini Paolo» di Calcinate per […]

Continua la lettura di Impianto di compostaggio accanto alla discarica: cavallo di troia? sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Impianto di compostaggio in arrivo accanto alla discarica “Logica”? Un’azienda di Calcinate ha presentato la richiesta in Provincia che l’ha girata al Comune. I dubbi sono tanti.

Impianto di compostaggio in arrivo?

Ancora rifiuti in arrivo in via Treviglio. La Provincia ha girato al Comune la richiesta da parte dell’azienda «Valentini Paolo» di Calcinate per realizzare un impianto di compostaggio. Un progetto che prevede raccolta e trattamento di un massimo di 600 tonnellate annue di vegetali. E’ emerso nell’ultimo Consiglio comunale, con un’interrogazione presentata dal capogruppo di minoranza Roberto Bonomi.
«Il 21 novembre la Provincia ha girato al Protocollo la richiesta presentata dall’azienda – ha detto – Chiede di esporla per 45 giorni all’Albo pretorio e invita l’Amministrazione a fare eventuali osservazioni al progetto. Le state redigendo?». Un intervento che ha preso in contropiede il sindaco Gigliola Breviario: «L’ho vista ma lo sta seguendo l’ufficio, in questo momento non sono in grado di dare informazioni puntuali».
«I 45 giorni scadono a fine mese – ha tuonato Bonomi – Inoltre ho fatto la stessa domanda al responsabile dell’Ufficio tecnico che mi ha detto di non essere a conoscenza del progetto…». Il consigliere ha poi invitato la Commissione ambiente a riunirsi perché «i tempi stringono».

Sopralluogo sul posto della commissione

Questa mattina la Commissione ambiente si è recata in via Treviglio, dove ha trovato anche la minoranza. Ma ai consiglieri del centrodestra Alessandro Vigentini e Bonomi non è stato cosensentito di entrare, essendo pubblica solo la successiva riunione in Municipio. In sala è emerso che il progetto del bambuseto e del campo paintball (gioco di guerra) sta avanzando, e sono previste anche attività aggiuntive. Tuttavia la minoranza ha obiettato che la prima fase dei lavori non sta rispettando le tempistiche previste. Ma il punto caldo è stato il possibile insediamento dell’impianto di compostaggio sui terreni dell’«Azienda agricola Calzi».

Un cavallo di troia?

A domandarselo sono stati un po’ tutti, ma a parlarne apertamente è stato il presidente del «Comitato ambiente è vita» Antonio Scotti.

«Questo progetto fa acqua da tutte le parti – ha affermato – Non potrebbe essere un cavallo di troia vista la vicinanza con la discarica?». E con lui ha concordato tutta la commissione.

«Sembra un progetto raffazzonato – ha osservato il vicesindaco Pierangelo Bertocchi – Primo l’azienda non è nemmeno passata in Comune, rivolgendosi direttamente alla Provincia. Due c’è un problema di viabilità. L’azienda agricola che mette a disposizione l’area, infatti, ha ricavato un passaggio sui suoi terreni, ma non vale per terzi, inoltre a nord c’è un’altra proprietà. Terzo la pesa è posizionata a distanza dall’mpianto, in azienda». Scotti ha poi rilevato che il progetto prevede un quatitativo annuo di rifiuti giusto sotto il limite oltre il quale viene applicata una procedura di controllo delle emissioni e la fase di trasformazione in compost viene fatta a ciclo chiuso. Ha anche sottolineato come la società abbia un solo dipendente: in contrasto con la gestione di un impianto. «Chi controlla cosa entra?», ha detto. Il commissario rappresentante degli agricoltori, Luca Brembati, ha infine chiesto se l’azienda agricola abbia sufficienti terreni sia per l’impianto che per lo smaltimento dei liquami, come prevede il «Pua». Il termine per presentare le osservazioni è il 5 gennaio.

 

Continua la lettura di Impianto di compostaggio accanto alla discarica: cavallo di troia? sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/politica/impianto-di-compostaggio-accanto-alla-discarica-un-cavallo-di-trioia/feed/ 0
Centenaria usata come palo dalla figlia ladra http://giornaleditreviglio.it/cronaca/centenaria-usata-palo-dalla-figlia-ladra/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/centenaria-usata-palo-dalla-figlia-ladra/#respond Sat, 16 Dec 2017 13:24:01 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29753 Che una donna di 71 anni sia stata denunciata per furto continuato e aggravato… di soprammobili è già una notizia. Ma la vicenda è ancor più incredibile se si pensa alla madre centenaria usata come palo dalla figlia ladra. Sì perchè la donna aveva pensato bene di tentare di sviare ogni tipo di sospetto andando […]

Continua la lettura di Centenaria usata come palo dalla figlia ladra sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Che una donna di 71 anni sia stata denunciata per furto continuato e aggravato… di soprammobili è già una notizia. Ma la vicenda è ancor più incredibile se si pensa alla madre centenaria usata come palo dalla figlia ladra. Sì perchè la donna aveva pensato bene di tentare di sviare ogni tipo di sospetto andando a fare il suo “shopping” illegale con la mamma che di anni ne ha ben 102. Lo riporta il Giornale di Erba oggi in edicola.

Madre centenaria usata come palo

La surreale vicenda è avvenuta a pochi chilometri da Lecco. Le Bonnie&Bonnie (nessun Clyde nella “banda over  in rosa”) agivano a Erba, in provincia di Como.  In realtà sarebbe più giusto parlare al singolare visto che ad essere denunciata è stata solo la figlia. Impossibile infatti capire se l’anziana madre ultra centenaria si fosse resa conto del piano furtivo e del suo ruolo. Ma cosa è successo esattamente?

Il furto di soprammobili

La 71enne residente a Como, appassionata di una nota marca di soprammobili (la Thun) aveva preso di mira un negozio erbese di casalinghi. Per più volte nel corso dell’ultimo mese le commesse del punto vendita l’avevano notata. Era sempre accompagnata dalla madre. E puntualmente, dopo ogni visita, dagli scaffali mancava qualche statuetta. A quel punto ai titolari del negozio non è rimasto che rivolgersi alle forze dell’ordine.

L’intervento dei Carabinieri

Così i carabinieri lariani hanno deciso di vederci più chiaro. Nei giorni scorsi si sono appostati fuori dal negozio. All’interno come sempre c’erano madre e figlia. Quando la 71enne è uscita dal punto vendita tenendo a braccetto la madre è stata fermata per un controllo. Messa alle strette dai militari ha ammesso di aver appena rubato ben tre statuette della Thun dal negozio del valore di circa 60 euro. A quel punto è stata perquisita anche l’abitazione della donna ed et voilà, ecco altre 12 statuette per un valore complessivo di oltre 300 euro.

La denuncia

La 71enne, ai militari , avrebbe riferito di aver rubato animaletti e oggetti natalizi delle ceramiche per fare dei doni di Natale. Una scusa che però non è bastata a discolparla dai reati commessi.

Continua la lettura di Centenaria usata come palo dalla figlia ladra sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/centenaria-usata-palo-dalla-figlia-ladra/feed/ 0
Finto badante per truffare lo Stato denunciata anche un’anziana http://giornaleditreviglio.it/cronaca/finto-badante-truffare-lo-denunciata-anche-unanziana/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/finto-badante-truffare-lo-denunciata-anche-unanziana/#respond Sat, 16 Dec 2017 12:27:24 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29745 Finto badante per regolarizzare la propria posizione in Italia. I carabinieri di Soncino hanno deferito tre persone per truffa aggravata in concorso ai danni dello Stato. Una di loro è l’anziana che ha denunciato tutto. Finto badante Verso la metà del mese di novembre i  carabinieri di Soncino sono stati invitati nella locale casa di […]

Continua la lettura di Finto badante per truffare lo Stato denunciata anche un’anziana sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Finto badante per regolarizzare la propria posizione in Italia. I carabinieri di Soncino hanno deferito tre persone per truffa aggravata in concorso ai danni dello Stato. Una di loro è l’anziana che ha denunciato tutto.

Finto badante

Verso la metà del mese di novembre i  carabinieri di Soncino sono stati invitati nella locale casa di riposo. Una paziente anziana voleva formalizzare una denuncia-querela. La donna asseriva che alcuni mesi prima, mentre si trovava nella propria abitazione di Milano era stata avvicinata da uno straniero che abitava nel suo stesso condominio. L’uomo, apparentemente molto gentile ed educato, aveva in più circostanze mostrato un atteggiamento caritatevole nei suoi riguardi, tanto da carpirne la fiducia. Lo straniero, di un paese dell’est Europa le aveva chiesto se la stessa poteva aiutarlo dichiarandosi disponibile ad assumere un suo conoscente come badante per regolarizzarne la posizione in Italia.

Soldi mai restituiti

L’anziana donna aveva accettato la proposta senza sapere che stava commettendo un reato. Ha quindi sottoscritto la documentazione con la quale asseriva di assumere il soggetto come badante. L’accordo verbale tra i due uomini e l’anziana infatti era quello che lo stipendio che la stessa doveva versare a favore del “badante” le sarebbe stato restituito
puntualmente. In realtà, dopo pochi mesi, i due malfattori si sono rivelati tali, pretendendo che la donna continuasse a versare comunque il denaro senza tuttavia restituirlo.

Deferiti i due stranieri ma anche l’anziana che ha denunciato tutto

L’anziana impaurita, sorretta anche da alcuni parenti, si è decisa a quel punto a chiedere aiuto ai carabinieri. Era ben conscia che per quello che aveva accettato di fare avrebbe dovuto subire anche le conseguenze. I carabinieri di Soncino sono riusciti a dimostrare così i vari trasferimenti di denaro e ad identificare i due stranieri che sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Milano, unitamente alla malcapitata che a sua volta ha sporto denuncia per truffa nei loro confronti.

finto badante

Continua la lettura di Finto badante per truffare lo Stato denunciata anche un’anziana sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/finto-badante-truffare-lo-denunciata-anche-unanziana/feed/ 0
Il Cortile inaugurato progetto di housing sociale a Treviglio http://giornaleditreviglio.it/attualita/cortile-inaugurato-progetto-housing-sociale-treviglio/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/cortile-inaugurato-progetto-housing-sociale-treviglio/#respond Sat, 16 Dec 2017 11:57:16 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29719 E’ stato inaugurato questa mattina Il Cortile. Un progetto nato dalla collaborazione tra Cassa Rurale Bcc Treviglio e Comune per offrire un alloggio in particolare alle giovani coppie, agli anziani e alle donne maltrattate con figli minori. Il Cortile, solidaridarietà come una volta Il Cortile si trova in via Carcano 8, in centro a Treviglio. […]

Continua la lettura di Il Cortile inaugurato progetto di housing sociale a Treviglio sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
E’ stato inaugurato questa mattina Il Cortile. Un progetto nato dalla collaborazione tra Cassa Rurale Bcc Treviglio e Comune per offrire un alloggio in particolare alle giovani coppie, agli anziani e alle donne maltrattate con figli minori.

Il Cortile, solidaridarietà come una volta

Il Cortile si trova in via Carcano 8, in centro a Treviglio. L’intento del progetto di housing sociale è quello di ricreare un luogo nel quale vigano ancora le regole di solidarietà sociale. Regole di buon vicinato che fino a poco tempo fa erano la norma ma che oggi sembrano essere state dimenticate dai più.

Alloggi per famiglie in difficoltà

Sono stati messi a disposizione delle famiglie in difficoltà ben 11 alloggi all’interno della corte. Saranno gestiti dal Comune. Ad occuparli sarà un’insieme di giovani e anziani, italiani e stranieri. La parola d’ordine è integrazione. Integrazione culturale e intergenerazionale. Il bando per l’assegnazione degli alloggi sarà aperto i primi giorni di gennaio. Per scegliere gli assegnatari saranno valutati il reddito Isee e l’età dei richiedenti.

“La crisi non è finita”

“Nonostante si legga da più parti che la crisi è ormai alle spalle le cose non stanno così”. Ha commentato il vicesindaco Pinuccia Zoccoli Prandina. “I numeri che abbiamo parlano chiaro. Questo progetto servirà per venire incontro alle esigenze di famiglie in una situazione di fragilità che attualmente sono a carico dei servizi sociali del Comune”.

Due milioni per le case popolari

Il sindaco di Treviglio Juri Imeri ha colto l’occasione per rimarcare quanto fatto sinora dalla sua Amministrazione per le politiche abitative. “Negli ultimi cinque anni abbiamo investito oltre due milioni di euro per le case popolari. La nostra convinzione, alla base di questo progetto, è che per combattere la crisi l’unione fa la forza”.

La benedizione del parroco

Presente all’inaugurazione anche Don Norberto Donghi. “L’idea alla base del progetto mi piace molto – ha detto-. Anche l’arcivescovo di Milano nel giorno di Sant’Ambrogio ha ricordato le parole del grande poeta Eugenio Montale. Milano, e le grandi metropoli in genere, si sono ormai trasformate in enormi alveari di eremiti. A Treviglio, per fortuna, si viaggia nella direzione opposta”.

 

Continua la lettura di Il Cortile inaugurato progetto di housing sociale a Treviglio sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/cortile-inaugurato-progetto-housing-sociale-treviglio/feed/ 0
Omicidio Palosco, i dettagli dell’attività investigativa dei carabinieri FOTO VIDEO http://giornaleditreviglio.it/cronaca/omicidio-palosco-i-dettagli-dellattivita-investigativa-dei-carabinieri-foto/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/omicidio-palosco-i-dettagli-dellattivita-investigativa-dei-carabinieri-foto/#respond Sat, 16 Dec 2017 10:54:22 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29721 Sono stati diffusi questa mattina in una conferenza stampa i dettagli delle indagini seguite all’omicidio Palosco. Indagini che hanno portato a 3 arresti. Omicidio Palosco, il movente I familiari della vittima, il 22enne Amandeep Singh, lo avevano detto subito nelle ore successive all’omicidio, risalente al 10 settembre. Il movente è un prestito di 500 euro […]

Continua la lettura di Omicidio Palosco, i dettagli dell’attività investigativa dei carabinieri FOTO VIDEO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Sono stati diffusi questa mattina in una conferenza stampa i dettagli delle indagini seguite all’omicidio Palosco. Indagini che hanno portato a 3 arresti.

Omicidio Palosco, il movente

I familiari della vittima, il 22enne Amandeep Singh, lo avevano detto subito nelle ore successive all’omicidio, risalente al 10 settembre. Il movente è un prestito di 500 euro del quale aveva chiesto la restituzione a un connazionale.

La vittima, Singh Amandeep, 22 anni di Palosco

I fatti

Il ragazzo, dipendente di una cooperativa che fornisce servizi alla Italtrans di Calcinate, è stato ucciso a colpi di pistola mentre si trovava sul balcone di casa a Palosco. A far partire il proiettile dalla strada un connazionale. Insieme a lui un’altra decina di persone, tutti indiani.

omicidio palosco scena crimine
l’analisi della scena del crimine
omicidio palosco
il luogo del delitto

I primi due arresti

Appena due giorni dopo l’omicidio i carabinieri avevano fermato in provincia di Brescia, a Leno, i primi due accusati. Si tratta di Bakhhsish Singh, 29anni di Cavernago e Amanpreet Singh, 27 anni di Chiuduno. I due si stavano preparando per scappare in Germania. Sono accusati di favoreggiamento.

omicidio palosco bakhhsish sing
Singh Bakhhsish, fermato il 12 settembre
omicidio palosco singh Amanpreet
Singh Amanpreet, fermato il 12 settembre

 

 

 

 

 

 

 

Altri tre arresti

Ieri, venerdì 14 dicembre, sono invece state fermate altre tre persone.  L’esecutore materiale dell’omicidio è stato arrestato. Il mandante e un’altro connazionale che ha nascosto la pistola in questi mesi invece sono stati fermati. Hanno tutti un’età compresa tra i 22 e i 34 anni.

omicidio palosco kumar Varun
Kumar Varun, fermato il 14 dicembre
omicidio palosco singh hardeep
Singh Hardeep, fermato il 14 dicembre
omicidio palosco sandhu bhupinderjeet singh
Sandhu Bhupinderjeet Singh, fermato il 14 dicembre

 

 

 

 

 

 

 

L’ombra di un gruppo armato

Ma l’omicidio Palosco sembra aver scoperchiato un vero e proprio vaso di Pandora sulla comunità indiana. Le indagini dei carabinieri hanno infatti portato alla luce l’esistenza di  un gruppo armato violento. Si tratta di una vera e propria gang che opera in provincia di Bergamo e Brescia. Un gruppo di stampo quasi mafioso che si occupa di riscossione crediti e spedizioni punitive nei confronti dei connazionali.

omicidio palosco gruppo armato
Alcuni membri del “taigar grup”, la gang che si occupa di azioni intimidatorie, riscossione crediti e spedizioni punitive tra indiani

 

Foto e Video

Nelle foto l’arma e il proiettile ritrovati dai carabinieri sulla scena del crimine. Nel video i carabinieri della compagnia di Treviglio questa notte, dopo l’arresto.

omicidio palosco omicidio palosco

Continua la lettura di Omicidio Palosco, i dettagli dell’attività investigativa dei carabinieri FOTO VIDEO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/omicidio-palosco-i-dettagli-dellattivita-investigativa-dei-carabinieri-foto/feed/ 0
Schianto in via Ortigara, non è la prima volta http://giornaleditreviglio.it/cronaca/schianto-in-via-ortigara-non-e-la-prima-volta/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/schianto-in-via-ortigara-non-e-la-prima-volta/#respond Sat, 16 Dec 2017 09:26:03 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29712 Ancora uno schianto in via Ortigara a Treviglio. E’ la terza volta che accade in pochi mesi. Schianto in via Ortigara E’ successo questa mattina in via Ortigara, all’altezza del negozio di specialità di mare surgelate. Un uomo a bordo di una “Mini” ha perso il controllo della propria auto. Ma, segnalano i residenti, non […]

Continua la lettura di Schianto in via Ortigara, non è la prima volta sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Ancora uno schianto in via Ortigara a Treviglio. E’ la terza volta che accade in pochi mesi.

Schianto in via Ortigara

E’ successo questa mattina in via Ortigara, all’altezza del negozio di specialità di mare surgelate. Un uomo a bordo di una “Mini” ha perso il controllo della propria auto. Ma, segnalano i residenti, non è la prima volta che capita. Traffico e velocità troppo elevate rendono la strada alquanto pericolosa. Alla fine di ottobre un quarantenne a bordo di una Lancia Ypsilon si era schiantato contro il parapetto della pista ciclabile.

Nessun ferito

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito nello scontro. L’unica a riportare danni ingenti è stata l’automobile. Sono esplosi gli air bag e la ruota anteriore destra, il fanale destro e il paraurti sono ormai irrecuperabili. Sul posto la Polizia stradale per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. schianto in via ortigara

 

Continua la lettura di Schianto in via Ortigara, non è la prima volta sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/schianto-in-via-ortigara-non-e-la-prima-volta/feed/ 0
Parlo con Padre Pio e faccio miracoli http://giornaleditreviglio.it/attualita/parlo-padre-pio-faccio-miracoli/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/parlo-padre-pio-faccio-miracoli/#respond Sat, 16 Dec 2017 08:36:02 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29709 Come riporta la testata piemontese del nostro gruppo La Nuova Periferia nel Vercellese c’è un guaritore che sostiene di parlare con Padre Pio. “Parlo con Padre Pio” Algeo Brandino è molto conosciuto in tutto il territorio del chivassese e vercellese. Da quando ha rivelato il suo dono. Infatti attraverso il calore della sua mano guarisce […]

Continua la lettura di Parlo con Padre Pio e faccio miracoli sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Come riporta la testata piemontese del nostro gruppo La Nuova Periferia nel Vercellese c’è un guaritore che sostiene di parlare con Padre Pio.

“Parlo con Padre Pio”

Algeo Brandino è molto conosciuto in tutto il territorio del chivassese e vercellese. Da quando ha rivelato il suo dono. Infatti attraverso il calore della sua mano guarisce le persone. O così sostiene. Tanti lo contattano per salvare una persona o un animale in fin di vita. Si sono rivolti a lui anche malati di tumori terminali. E lui è sempre corso in loro aiuto. Ora, Brandino rivela al mondo che il suo dono deriva dal fatto che parla con Padre Pio.

Il racconto

«Con la mia mano calda ho aiutato numerose persone. – racconta Brandino ai colleghi – Mi chiamano in molti, sia per curare le persone che gli animali. Basta che poggio la mano sulla parte del corpo interessata ed ecco che giunge un miglioramento. Ma verso fine ottobre mi sono trovato di fronte ad una situazione che nemmeno potete immaginare. La sera del 27 ottobre sono stato chiamato dalla figlia di un uomo di Vallo di Caluso che nel giro di poco tempo si era visto gonfiare l’occhio. Con il passare delle ore gli si era gonfiata anche la testa. All’indomani mattina mi sono recato subito in visita da lui. Ma quando ho visto la situazione stavo quasi per consigliare di chiamare subito il 118 per portarlo in ospedale. Poi, ho parlato con Padre Pio. Ho chiesto a lui aiuto. L’ho invocato. E così la mia mano, che era posato su quell’occhio, ha fatto il miracolo. Un miracolo. Non può esser definito in nessun altro modo. In quel momento l’occhio e la parte della testa gonfia hanno iniziato a ridursi fino a tornare alla normalità».

Il miracolo

«I miracoli di San Pio sono numerosi e questo è uno. – racconta ancora Brandino –  Io spesso parlo con Padre Pio. Più di una volta ha utilizzato il calore che sprigiona la mia mano per bloccarmi, per non farmi fare determinate azioni. Una volta, addirittura, mi ha fatto scappare da un gruppo di prelati. Parlo con lui da almeno un anno. Mi rivolgo a lui per chiedere consigli. Oppure lui mi inviata a fare determinate cose. Per me è un Santo molto importante e non comprendo i motivi per i quali la Chiesa prenda la distanze da questo Santo che per l’umanità ha fatto molto. Ha dedicato tutta la sua vita al prossimo. E proprio per questo motivo io dedico questo mio dono a chi ne ha necessità».

Continua la lettura di Parlo con Padre Pio e faccio miracoli sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/parlo-padre-pio-faccio-miracoli/feed/ 0
Nebbia? Ecco Brebemi illuminata da Swarowski http://giornaleditreviglio.it/attualita/nebbia-brebemi-si-illumina-swarowski/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/nebbia-brebemi-si-illumina-swarowski/#respond Fri, 15 Dec 2017 14:39:41 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29617 Nebbia? Brebemi si illumina con luci marca Swarovski incastonate nell’asfalto. Illuminazione preziosissima Sono infatti prodotte da Swareflex, un’azienda della galassia del più noto marchio di cristalleria al mondo, le luci che guidano gli automobilisti della nuova interconnessione A35-A4 in caso di cattiva visibilità. (Vi ricordate? Il tratto fino a Brescia l’avevamo provato per voi la […]

Continua la lettura di Nebbia? Ecco Brebemi illuminata da Swarowski sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Nebbia? Brebemi si illumina con luci marca Swarovski incastonate nell’asfalto.

Illuminazione preziosissima

Sono infatti prodotte da Swareflex, un’azienda della galassia del più noto marchio di cristalleria al mondo, le luci che guidano gli automobilisti della nuova interconnessione A35-A4 in caso di cattiva visibilità. (Vi ricordate? Il tratto fino a Brescia l’avevamo provato per voi la sera dell’inaugurazione VIDEO). Lo aveva anticipato lo stesso presidente di Brebemi Francesco Bettoni alcuni mesi fa, a cantiere ancora aperto.

Guidare può essere difficile

“In questo periodo dell’anno, con l’aumento di situazioni metereologiche avverse, guidare può risultare difficile e stressante per automobilisti e autotrasportatori” spiega la società che gestisce l’autostrada privata in una nota. “La Brebemi pone grande attenzione alla sicurezza e al comfort dei propri utenti, pensando anche a questi periodi difficoltosi per chi viaggia, selezionando sempre i materiali più adeguati a soddisfare i bisogni legati alla qualità di guida per chi la percorre”.

Gemme di luce verso Brebemi

Incastonate nell’asfalto, sono “gemme” di luce che guidano gli utenti da e verso la barriera di Castegnato. Una volta entrati poi in Brebemi è l’innovativo sistema di segnalazione a Led  ubicato sullo spartitraffico centrale (attivato già da mesi in caso di nebbia) a entrare in funzione.

Controllo avanzato. Centrale a Fara Olivana

“Va ricordato , in ambito tecnologico, che la A35 è dotata di un innovativo centro di controllo, uno dei più moderni d’Europa” continua Brebemi. “L’autostrada è attrezzata con un sistema di telecamere che assicura un elevato livello di videosorveglianza, un sistema di conteggio veicoli che, mediante sensori di traffico, consente di rilevare anomalie, centraline meteo per il monitoraggio delle condizioni atmosferiche e di visibilità, pannelli a messaggio variabile per le informazioni sul traffico agli utenti e una rete dati  in fibra ottica, oltre a un sistema Wi-Fi chiuso per le maestranze e gli operatori”.

Continua la lettura di Nebbia? Ecco Brebemi illuminata da Swarowski sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/nebbia-brebemi-si-illumina-swarowski/feed/ 0
Allarme spaccate in tutta la provincia http://giornaleditreviglio.it/cronaca/allarme-spaccate-in-tutta-la-provincia/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/allarme-spaccate-in-tutta-la-provincia/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:59:09 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29652 Allarme spaccate in tutta la provincia. Nelle ultime due settimane ladri scatenati contro gli esercizi commerciali di Boltiere, Pontirolo, Brembate e Bergamo. Le serre a Boltiere Due settimane fa le serre ex «Aureli» a Boltiere sono state colpite due volte. La prima ignoti si sono introdotti nella struttura e hanno vandalizzato e spaccato ogni cosa, […]

Continua la lettura di Allarme spaccate in tutta la provincia sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Allarme spaccate in tutta la provincia. Nelle ultime due settimane ladri scatenati contro gli esercizi commerciali di Boltiere, Pontirolo, Brembate e Bergamo.

Le serre a Boltiere

Due settimane fa le serre ex «Aureli» a Boltiere sono state colpite due volte. La prima ignoti si sono introdotti nella struttura e hanno vandalizzato e spaccato ogni cosa, rubando però soltanto una bicicletta e degli attrezzi da giardinaggio. Il giorno seguente l’amara sorpresa: era successo di nuovo. Un atto vandalico compiuto tanto per il gusto di farlo, dato che nella struttura non c’era poi molto da rubare.

A colpi d’ascia a Brembate

Sventato, invece, il blitz al «Garden» di Brembate. Nella notte fra domenica e lunedì, un malvivente ha provato ad entrare a colpi d’ascia, ma a metterlo in fuga è stato il titolare del locale. La banda, sempre a bordo di un pick up, intercettata dai carabinieri è finita in un fossato, tuttavia i tre ladri sono riusciti a scappare a piedi.

Raid a Pontirolo

Un raid studiato da un commando quello che invece ha devastato il negozio di abbigliamento «Idea Più» a Pontirolo mercoledì notte. I ladri hanno strappato la serranda legandola a un pick up e poi hanno sfondato la vetrina a colpi di mazza. In cinque minuti hanno caricanto sul mezzo e su un’altra auto un’ingente quantità di capi d’abbigliamento, tutti firmati. Un danno quantificato in decine di migliaia di euro.

Spaccate a Bergamo

Nel capoluogo, invece, dopo le spaccate al bar «Escondido» e alla stazione, giovedì notte è arrivata quella alla boutique «Tiffany». Qui un malvivente ha cercato di sfondare la vetrina con una grossa pietra, ma non ce l’ha fatta. Alle Autolinee è stata colpita anche la vetrina del bar «De Berghem», ma non è crollata. Le immagini delle telecamere di videosorveglianza mostrano un uomo con in mano una grossa pietra che per una ventina di minuti ha cercato di mandarla in frantumi, inutilmente. Infine spaccata anche al bar «Brooklyn».

 

Continua la lettura di Allarme spaccate in tutta la provincia sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/allarme-spaccate-in-tutta-la-provincia/feed/ 0
Fatevi un selfie per Natale in omaggio due abbonamenti FOTO http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/fatevi-un-selfie-natale-gruppo-netweek/ http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/fatevi-un-selfie-natale-gruppo-netweek/#respond Thu, 07 Dec 2017 17:20:49 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=28583 Fatevi un selfie per Natale. Davanti all’albero, al presepe, con Babbo Natale: scegliete voi! Sarà un modo davvero speciale per fare gli auguri di buon Natale a tutti i vostri cari. Le due foto più simpatiche riceveranno in omaggio due mesi d’abbonamento digitale sfogliabile online. Selfie per Natale su giornaleditreviglio.it Insieme alla foto pubblicheremo un […]

Continua la lettura di Fatevi un selfie per Natale in omaggio due abbonamenti FOTO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Fatevi un selfie per Natale. Davanti all’albero, al presepe, con Babbo Natale: scegliete voi! Sarà un modo davvero speciale per fare gli auguri di buon Natale a tutti i vostri cari. Le due foto più simpatiche riceveranno in omaggio due mesi d’abbonamento digitale sfogliabile online.

SELFIE DI NATALE

Selfie per Natale su giornaleditreviglio.it

Insieme alla foto pubblicheremo un breve messaggio sul nostro portale giornaleditreviglio.it . Inviateci i vostri selfie natalizi sulla nostra pagina Facebook (con un messaggio attraverso Messenger), via Whatsapp al 3342899132 oppure via e-mail all’indirizzo redazione@giornaleditreviglio.it  specificando solo nome, cognome e residenza.

Le vostre foto online e sui nostri settimanali

Tutte le foto e i messaggi d’auguri saranno pubblicati in una gallery online, ma anche sui settimanali cartacei lombardi del Gruppo Netweek nell’ultima uscita prima di Natale: su Giornale di Treviglio, Cremascoweek e Romanoweek in edicola venerdì 22 dicembre.

Continua la lettura di Fatevi un selfie per Natale in omaggio due abbonamenti FOTO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/fatevi-un-selfie-natale-gruppo-netweek/feed/ 0
Mette in fuga i ladri, gli mettono le mani addosso http://giornaleditreviglio.it/cronaca/cerca-allontanare-ladri-dalla-casa-del-vicino-gli-mettono-le-mani-addosso/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/cerca-allontanare-ladri-dalla-casa-del-vicino-gli-mettono-le-mani-addosso/#respond Fri, 15 Dec 2017 17:45:15 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29690 Ha cercato di allontanare i ladri dalla casa del vicino, ma loro gli hanno messo le mani addosso. E’ successo ieri sera, giovedì, attorno alle 19.30 a Scannabue, in via Leonardo da Vinci. Mette in fuga i ladri, gli mettono le mani addosso Ha cercato di allontanare i ladri da casa del vicino ma è […]

Continua la lettura di Mette in fuga i ladri, gli mettono le mani addosso sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Ha cercato di allontanare i ladri dalla casa del vicino, ma loro gli hanno messo le mani addosso. E’ successo ieri sera, giovedì, attorno alle 19.30 a Scannabue, in via Leonardo da Vinci.

Mette in fuga i ladri, gli mettono le mani addosso

Ha cercato di allontanare i ladri da casa del vicino ma è andata a finire con un grosso spavento, e poteva anche andare peggio. Ieri sera,  tre malviventi hanno cercato di introdursi in una villetta di via Da Vinci, pensando di passare inosservati. Una volta forzata la serratura della porta finestra per introdursi nell’abitazione, però, sono stati sorpresi dal vicino di casa, che si era affacciato sul proprio balcone.

Chiama i carabinieri ma viene aggredito

L’uomo ha subito chiamato i carabinieri della stazione di Pandino e ha provato a inseguire, in un impeto dettato dall’adrenalina, i malviventi. Uno di loro si è fermato e ha spintonato lo scannabuese, insultandolo con un forte accento straniero. Poi i tre si sono dileguati a bordo di un’auto.

Indagini in corso, individuata forse la targa

I carabinieri di Pandino sono giunti tempestivamente sul posto, hanno raccolto la denuncia dell’uomo e acquisito le immagini dei varchi elettronici recentemente installati ad ogni ingresso del paese. E’ probabile che sia stata individuata la targa dell’auto sulla quale viaggiavano i ladri.

Continua la lettura di Mette in fuga i ladri, gli mettono le mani addosso sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/cerca-allontanare-ladri-dalla-casa-del-vicino-gli-mettono-le-mani-addosso/feed/ 0
Aga Pontirolo inaugurata la nuova ala http://giornaleditreviglio.it/attualita/aga-pontirolo-inaugurata-la-nuova-ala/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/aga-pontirolo-inaugurata-la-nuova-ala/#respond Fri, 15 Dec 2017 19:30:21 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29702 Aga Pontirolo inaugurata la nuova ala. Il taglio del nastro, alla presenza delle istituzioni civili e militari, si è tenuta venerdì pomeriggio, a Pontirolo nella sede della Aga. Aga Pontirolo un punto di riferimento L’Aga di Pontirolo per le famiglie che si trovano ad affrontare il problema della tossicodipendenza è un punto di riferimento insostituibile […]

Continua la lettura di Aga Pontirolo inaugurata la nuova ala sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Aga Pontirolo inaugurata la nuova ala. Il taglio del nastro, alla presenza delle istituzioni civili e militari, si è tenuta venerdì pomeriggio, a Pontirolo nella sede della Aga.

Aga Pontirolo un punto di riferimento

L’Aga di Pontirolo per le famiglie che si trovano ad affrontare il problema della tossicodipendenza è un punto di riferimento insostituibile sul territorio. Per questo in tanti, venerdì pomeriggio, hanno presenziato al taglio del nastro della nuova ala. Presenti il sindaco Gigliola Breviario che insieme al presidente dell’Aga Enrico Coppola ha fatto gli onori di casa. Non sono mancanti esponenti delle Amministrazioni locali: i sindaci Dimitri Bugini (Lurano), Enea Bagini (Ciserano), Gabriele Riva (Arzago), Gianmaria Cerea (Canonica), Pinuccia Prandina (vicesindaco di Treviglio), gli assessori di Pontirolo Pierluigi Bertocchi e Barbara Vitali esponenti delle minoranze come Graziano Pirotta (Canonica) e Alessandro Vigentini (Pontirolo), il senatore leghista Giacomo Stucchi, Augusto Baruffi (Caravaggio), un portavoce del direttore generale dell’Asst Bergamo Ovest Elisabetta Fabbrini e il comandante della stazione dei carabinieri di Fara Gera d’Adda, maresciallo Turchi.

Inaugurazione nuova ala Aga Pontirolo

Lsd la nuova droga dei giovani

La nuova ala della struttura permetterà di ospitare altre sedici persone e ora anche minorenni. Come Lorenzo, 17 anni, che da otto mesi si trova in comunità e ha raccontato la propria esperienza ringraziando chi lo sta aiutando a prendere al volo questa seconda possibilità di vita.

Preoccupante l’appello di Coppola che ha parlato di come Lsd sia diventata la nuova droga dei giovani. “E’ ancora più pericolosa dell’eroina – ha detto – porta i ragazzi in un trip da cui non sempre c’è un ritorno condannando a una stato psicotico a vita”.

Continua la lettura di Aga Pontirolo inaugurata la nuova ala sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/aga-pontirolo-inaugurata-la-nuova-ala/feed/ 0
Laurea falsa, direttore delle guardie giurate a processo http://giornaleditreviglio.it/cronaca/laurea-falsa-direttore-delle-guardie-giurate-processo/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/laurea-falsa-direttore-delle-guardie-giurate-processo/#respond Fri, 15 Dec 2017 19:06:46 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29699 C’è anche l’accusa di aver presentato una certificazione di laurea falsa tra quelle che hanno portato il 40enne Michele Bardi a processo per truffa e falso. La parte offesa è la Gsi Security Group di cui era direttore tecnico e membro del Cda. Security manager già all’Ivct I fatti contestati risalgono al periodo tra il […]

Continua la lettura di Laurea falsa, direttore delle guardie giurate a processo sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
C’è anche l’accusa di aver presentato una certificazione di laurea falsa tra quelle che hanno portato il 40enne Michele Bardi a processo per truffa e falso. La parte offesa è la Gsi Security Group di cui era direttore tecnico e membro del Cda.

Security manager già all’Ivct

I fatti contestati risalgono al periodo tra il 2012 e il 2015. Il rapporto tra Bardi e la Gsi, in realtà, era iniziato nel 2014 quando l’azienda aveva rilevato l’Istituto di vigilanza Città di Treviglio (Ivct) dove il 40enne svolgeva il ruolo di direttore e security manager. Un rapporto concluso nel giugno 2016 dopo essersi opposto al licenziamento che lo aveva colpito nel 2015.

Laurea falsa in Giurisprudenza

Tra le accuse anche quella di falso ideologico e materiale per aver presentato una documentazione falsa attestante una laurea in Giurisprudenza mai conseguita. L’11 dicembre 2012, infatti, Bardi, avrebbe presentato in prefettura a Bergamo la documentazione per ottenere la licenza di pubblica sicurezza. Tra i documenti ci sarebbe anche la fotocopia di una certificazione dell’Università di Parma, in realtà fasulla, che attesterebbe una laurea appunto in Giurisprudenza conseguita nel 2010.

Falsi anche gli attestati dei corsi per le guardie

Il reato di falso, però, non si limita solo alla laurea mai ottenuta. Bardi, infatti, come direttore tecnico della Gsi era anche incaricato di occuparsi della formazione della sicurezza aeroportuale per il servizio svolto dall’azienda all’interno dello scalo di Orio al Serio per la zona cargo dell’Ups. Per svolgere il servizio le guardie giurate dovevano aver frequentato alcuni corsi di formazione, tra cui il Drg Basic. Per 24 di loro l’attestato di frequenza era arrivato, ma nessuno aveva frequentato alcun corso. A segnalare la questione era stato proprio un dipendente a cui era stata riconosciuta l’idoneità al lavoro in aeroporto a fronte di corsi a cui avrebbe partecipato, mentre in realtà si trovava in ferie. Da qui l’esposto presentato dall’azienda che era rimasta all’oscuro di tutto.

Rimborsi gonfiati finiti nelle sue tasche

Le contestazioni, avanzate dal pm Davide Palmieri, riguardano poi anche alcune somme di denaro percepite, ma non dovute. Si tratta di non meglio precisati “rimborsi chilometrici” erogati a due dipendenti, di cui una percentuale era rimasta nelle tasche di Bardi. Tutto per una cifra intorno ai tremila euro. Bardi, difeso dal legale Giovanni Ponte, ha respinto tutte le accuse.

Continua la lettura di Laurea falsa, direttore delle guardie giurate a processo sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/laurea-falsa-direttore-delle-guardie-giurate-processo/feed/ 0
Il bengala diventa un cannone. Il video è virale, ma che danni… http://giornaleditreviglio.it/attualita/botti-lombardia-in-campo/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/botti-lombardia-in-campo/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:58:43 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29655 Se non avete ancora visto questo video, comparso ieri sera su Facebook, siete stati probabilmente un po’ distratti. La vendetta virale di un ciclista Sembra essere stato girato dalla action cam di un ciclista, che insegue uno scooter e lo bersaglia  con una raffica di bengala e di piccoli razzi, lanciati da una sorta di […]

Continua la lettura di Il bengala diventa un cannone. Il video è virale, ma che danni… sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Se non avete ancora visto questo video, comparso ieri sera su Facebook, siete stati probabilmente un po’ distratti.

La vendetta virale di un ciclista

Sembra essere stato girato dalla action cam di un ciclista, che insegue uno scooter e lo bersaglia  con una raffica di bengala e di piccoli razzi, lanciati da una sorta di cannone artigianale. Apparentemente, per vendicarsi di  un sorpasso azzardato lungo la ciclabile.  (Abbassate l’audio, se siete in pubblico. Il tizio impreca parecchio).

 

Un fake? Di certo poteva finire male

A condividerlo, 15 ore fa circa,  è stato il profilo collegato a un negozio di biciclette di Rimini, che ha collezionato quasi dieci milioni di visualizzazioni in poche ore e migliaia di commenti e reazioni. Una trovata di marketing? Un fake?  Di certo è un ottimo esempio di come NON utilizzare i botti. Che come ogni anno, anche a questo San Silvestro rischiano di fare i soliti danni a chi li utilizza con leggerezza.

Regione Lombardia in campo

Per prevenire, nei limiti del possibile, gli incidenti, la Regione ha stretto recentemente un accordo con Assogiocattoli. In pratica, ha realizzato un piccolo vademecum con dieci regole per il corretto utilizzo dei fuochi, che saranno distribuiti in tutti gli sportelli regionali e nei punti vendita Assogiocattoli.  Sarà diffusa a breve.

Capodanno sicuro e consapevole

“Vogliamo che le persone possano festeggiare l’arrivo di Capodanno in modo sicuro e consapevole. Per questo collaboriamo con le associazioni di categoria affinché i giochi pirotecnici vengano utilizzati correttamente da tutti gli utenti”  ha spiegato l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali.

Cento milioni di euro, 184 feriti

Il mercato legale dei fuochi d’artificio apporta ogni anno un indotto di circa 9 milioni di euro in Lombardia e circa 100 milioni di euro in Italia.  Sono stati 184 i feriti da botti lo scorso Capodanno in Italia.

Incontro in Prefettura: stretta sui botti illegali

Si è parlato di fuochi d’artificio anche ieri mattina a Bergamo, in Prefettura, durante una riunione di coordinamento delle Forze di Polizia presieduta dal Prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi. Oltre che all’analisi delle misure di sicurezza già in atto per proteggere gli obiettivi sensibili a possibili attentati terroristici, si è stabilita anche una maggiore attività “di vigilanza sul commercio e l’utilizzo di prodotti pirotecnici illegali”.

Continua la lettura di Il bengala diventa un cannone. Il video è virale, ma che danni… sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/botti-lombardia-in-campo/feed/ 0
Droga Zingonia, due arresti e due denunce http://giornaleditreviglio.it/cronaca/droga-zingonia-due-arresti-due-denunce/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/droga-zingonia-due-arresti-due-denunce/#respond Fri, 15 Dec 2017 17:03:56 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29681 Droga Zingonia, due arresti e due denunce. Ennesima operazione antidroga dei carabinieri della Compagnia di Treviglio: sequestrata cocaina, hashish e marijuana a Verdellino. Lo stupefacente è stato ritrovato anche in un appartamento occupato abusivamente a Ciserano. Operazione antidroga Stamattina i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato due marocchini, rispettivamente di 20 e […]

Continua la lettura di Droga Zingonia, due arresti e due denunce sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Droga Zingonia, due arresti e due denunce. Ennesima operazione antidroga dei carabinieri della Compagnia di Treviglio: sequestrata cocaina, hashish e marijuana a Verdellino. Lo stupefacente è stato ritrovato anche in un appartamento occupato abusivamente a Ciserano.

Operazione antidroga

Stamattina i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato due marocchini, rispettivamente di 20 e 33anni, per spaccio di sostanze stupefacenti e ne hanno denunciato a piede libero altri due, di 30 e 32 anni, con le stesse accuse.

Appartamento perquisito a Verdellino

E’ scattata oggi l’ennesima operazione antidroga condotta dai carabinieri della stazione di Zingonia a distanza di pochi giorni dagli ultimi controlli mirati. Questa volta è stato perquisito un appartamento a Verdellino. All’interno i militari hanno rinvenuto circa 90 grammi di cocaina, circa due etti tra hashish e marijuana, nonché una pianta essiccata (presumibilmente cannabis indica). Sequestrati anche circa 800 euro in contanti e materiale per il confezionamento della droga.

Droga nascosta sul balcone

Droga Zingonia carabinieri

Il via vai di persone dall’abitazione aveva infatti insospettito gli investigatori dell’Arma fino al blitz di stamattina con le relative conferme. La droga e il restante materiale recuperato dai carabinieri era nascosto in più punti della casa, addirittura anche sul balcone.

Il 20enne è finito in carcere

Dopo le formalità di rito, su disposizione del pm di turno, il 20enne, già in regime di detenzione domiciliare per reati di droga, è stato portato in carcere a Bergamo, mentre il 33enne è stato temporaneamente ristretto in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di domani in Tribunale a Bergamo.

Controllo antiabusivismo a Ciserano

A Ciserano, invece, in una delle Torri, i carabinieri della stazione di Zingonia insieme agli genti della Polizia Locale di Ciserano hanno eseguito un controllo antiabusivismo in un appartamento di proprietà dell’Aler e acquistato all’asta giudiziaria. Qui hanno potuto verificare la rottura dei sigilli da parte di ignoti e scoprire un nascondiglio per la droga. Dietro a un armadio, infatti, sono stati rinvenuti ben due etti e mezzo di hashish suddivisi in più panetti. Lo stupefacente è stato sequestrato dalle Forze dell’ordine. Sono ancora in corso indagini per risalire ai soggetti che avevano occupato abusivamente l’appartamento.

Continua la lettura di Droga Zingonia, due arresti e due denunce sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/droga-zingonia-due-arresti-due-denunce/feed/ 0
Il tavolo del mobilificio Rozzoni alla corte dei grandi del Medio Oriente http://giornaleditreviglio.it/economia/tavolo-del-mobilificio-rozzoni-alla-corte-dei-grandi-del-medio-oriente/ http://giornaleditreviglio.it/economia/tavolo-del-mobilificio-rozzoni-alla-corte-dei-grandi-del-medio-oriente/#respond Fri, 15 Dec 2017 16:46:14 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29657 Un tavolo maestoso, di ben cinque metri di diametro, intarsiato e impreziosito da delle basi in oro. E’ questo il capolavoro che il mobilificio “Rozzoni Mobili Srl”, fondato da Cesarino Rozzoni, con sede a Castel Rozzone, ha realizzato per una committenza davvero singolare. Al centro dell’attenzione Il pregevole tavolo castel rozzonese infatti ha raggiunto niente […]

Continua la lettura di Il tavolo del mobilificio Rozzoni alla corte dei grandi del Medio Oriente sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Un tavolo maestoso, di ben cinque metri di diametro, intarsiato e impreziosito da delle basi in oro. E’ questo il capolavoro che il mobilificio “Rozzoni Mobili Srl”, fondato da Cesarino Rozzoni, con sede a Castel Rozzone, ha realizzato per una committenza davvero singolare.

tavolo

Al centro dell’attenzione

Il pregevole tavolo castel rozzonese infatti ha raggiunto niente di meno che il Kuwait, dove lo scorso martedì è stato protagonista dell’attesa riunione dei ministri degli esteri dei paesi membri del Ccg, Consiglio di cooperazione del Golfo, convocata dal Kuwait per tentare una mediazione nella crisi in corso da giugno tra Qatar da una parte, e Arabia Saudita con altri Paesi del Golfo dall’altra. I grandi del Medio Oriente si sono ritrovati a discutere di delicati equilibri economico-politici proprio attorno al tavolo realizzato dai Rozzoni, e proprio in quell’occasione gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato la creazione di un partenariato economico e militare con l’Arabia Saudita, separato dal Ccg.

tavolo

Orgoglio castel rozzonese

La notizia del tavolo che da Castel Rozzone ha conquistato il Medio Oriente è presto circolata in paese, tanto che la foto dell’ormai celebre tavolo è stata ripresa anche dall’agenzia di informazione nazionale Ansa.

Ma a rappresentare l’orgoglio e la soddisfazione dei cittadini castel rozzonesi ci ha pensato il sindaco, Giusy Finardi, la quale ha dichiarato: “Questo tavolo è motivo di grande orgoglio per tutta la nostra comunità e siamo felici e onorati che l’eccellenza e l’artigianalità del mobilificio Rozzoni vengano  riconosciuti a così alti livelli e addirittura fuori dai confini italiani ed europei”.

Continua la lettura di Il tavolo del mobilificio Rozzoni alla corte dei grandi del Medio Oriente sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/economia/tavolo-del-mobilificio-rozzoni-alla-corte-dei-grandi-del-medio-oriente/feed/ 0
Fontanella, obiettivo promozione http://giornaleditreviglio.it/sport/fontanella-obiettivo-promozione/ http://giornaleditreviglio.it/sport/fontanella-obiettivo-promozione/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:48:28 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29656 Fontanella, obiettivo promozione. Il successo casalingo di domenica sulla Doverese (1-0 con rete di Allegrini) lancia ancora più in orbita il Fontanella che viaggia solitaria al comando della classifica della Seconda categoria Cremona, girone I, con 34 punti. Cinque punti su Calcio Crema Il vantaggio sulla seconda, Calcio Crema, è di 5 punti ma i […]

Continua la lettura di Fontanella, obiettivo promozione sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Fontanella, obiettivo promozione. Il successo casalingo di domenica sulla Doverese (1-0 con rete di Allegrini) lancia ancora più in orbita il Fontanella che viaggia solitaria al comando della classifica della Seconda categoria Cremona, girone I, con 34 punti.

Cinque punti su Calcio Crema

Massimiliano Bertolotti

Il vantaggio sulla seconda, Calcio Crema, è di 5 punti ma i cremaschi hanno rinviato per la neve la partita di domenica. Un cammino quello dei rossobianchi programmato questa estate quando la dirigenza si è mossa con grande oculatezza e disinvoltura sul mercato inserendo ben 11 nuovi giocatori. Novità in campo e novità in panchina con l’arrivo di Massimiliano Bertolotti, 42 anni originario di Vaiano Cremasco e residente a Izano. Mister sin da giovanissimo, a 17 anni guidava la squadra Pulcini del Vaiano Cremasco, da una dozzina di stagioni si occupa di prime squadre. Vanta due promozioni dalla Seconda alla Prima categoria con Vaiano e Calcense.

Obiettivo Prima categoria

«L’obiettivo è di salire in Prima categoria, la società ha rinforzato la squadra per cercare questo risultato – spiega Bertolotti che quando non allena lavora come operaio in una ditta di imballaggi industriali a Casaletto Vaprio – Sono stati inseriti tanti nuovi acquisti e nella rosa ci sono molti giovani del vivaio del Fontanella e anche altri innesti mirati con giocatori che hanno una certa esperienza della categoria».

Siete primi con 34 punti frutto di 10 vittorie e 4 pareggi, e siete ancora imbattuti. La trama del film sembra quella giusta per arrivare ad un finale a lieto fine…

«Per ora il nostro cammino in campionato rispecchia quello che abbiamo meritato. Non era facile entrare in una nuova società e nuova realtà con anche tanti giocatori nuovi nella rosa. Sono stati bravi loro a creare subito un gruppo importante, sono tutti ragazzi molto intelligenti».

Qual è il pregio della sua squadra?

«Che è molto unita. Anche chi gioca meno e sta in panchina dà una grande collaborazione. Faccio un esempio: ho sempre una rosa di 18/20 giocatori agli allenamenti e per la Seconda categoria non è cosa assolutamente facile. Significa che anche chi non va in campo si sente coinvolto nel progetto e questo dà ancora più forza a chi gioca».

Qual è il difetto?

«Che segniamo poco!».

I goleador del Fontanella sono Fabio Gallarini e Cristian Remedio, due nuovi acquisti, entrambi a quota 6 reti.

Ora la sfida a Ombriano

Domenica per l’ultima sfida del girone di andata il Fontanella sarà di scena sul campo dell’Ombriano Aurora, formazione di Crema città che è quartultima con 14 punti all’attivo.
«Non significa proprio nulla – conclude Bertolotti che è sposato e ha una figlia di 7 anni – Tutte le partite sono da giocare, Ombriano si deve salvare e quindi cercherà di sfruttare il fattore campo. Bisogna avere tanta pazienza e cercare di sfruttare i momenti migliori che si verificheranno».
Si gioca domenica 17 dicembre alle 14.30 e al Fontanella basta un punto per vincere il titolo di «campione d’inverno». Platonico d’accordo, ma che regala motivazioni e convinzioni per arrivare fino alla fine. Basta andare a guardare un po’ di statistiche…

Continua la lettura di Fontanella, obiettivo promozione sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/sport/fontanella-obiettivo-promozione/feed/ 0
Bocconi killer al parco: allarme rientrato http://giornaleditreviglio.it/cronaca/bocconi-killer-al-parco-allarme-rientrato/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/bocconi-killer-al-parco-allarme-rientrato/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:16:35 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29634 Bocconi killer a Treviglio: rientrato l’allarme. Sono  infatti tutte negative le analisi sul materiale prelevato ieri al parco di via Don Milani. Ma resta il giallo su cosa abbia quasi ammazzato un pastore tedesco, che stava passeggiando con il suo padrone. Niente veleno Il cane era stato colpito da una crisi convulsiva, pare, dopo essere venuto […]

Continua la lettura di Bocconi killer al parco: allarme rientrato sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Bocconi killer a Treviglio: rientrato l’allarme. Sono  infatti tutte negative le analisi sul materiale prelevato ieri al parco di via Don Milani. Ma resta il giallo su cosa abbia quasi ammazzato un pastore tedesco, che stava passeggiando con il suo padrone.

Niente veleno

bocconi avvelenatiIl cane era stato colpito da una crisi convulsiva, pare, dopo essere venuto in contatto e forse ingerito una sostanza gelatinosa, trovata in mezzo all’erba del parco. Immediatamente era scattato l’allarme, con la Polizia locale e i tecnici del Comune che hanno subito cintato la zona esponendo anche alcuni cartelli per mettere in allerta i proprietari di cani sulla presunta presenza di esche killer.

Parco libero

Oggi pomeriggio il risultato delle analisi. Tutte negative, per fortuna. Entro la serata, hanno fatto sapere dal Comune, saranno rimossi i cartelli e i  nastri che delimitano l’accesso all’area di parco coinvolto.

Continua la lettura di Bocconi killer al parco: allarme rientrato sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/bocconi-killer-al-parco-allarme-rientrato/feed/ 0
Mercatone Uno sette offerte per l’acquisto http://giornaleditreviglio.it/economia/mercatone-uno-sette-offerte-lacquisto/ http://giornaleditreviglio.it/economia/mercatone-uno-sette-offerte-lacquisto/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:13:56 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29645 Mercatone Uno sette offerte per l’acquisto. Sono scaduti ieri i termini per la presentazione delle proposte per l’acquisto dei complessi aziendali del colosso dell’arredamento. Sette offerte per l’acquisto Allo scadere dei termini fissati dal nuovo Regolamento di vendita, sono pervenute ai Commissari Straordinari Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari sette offerte vincolanti per l’acquisto dei […]

Continua la lettura di Mercatone Uno sette offerte per l’acquisto sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Mercatone Uno sette offerte per l’acquisto. Sono scaduti ieri i termini per la presentazione delle proposte per l’acquisto dei complessi aziendali del colosso dell’arredamento.

Sette offerte per l’acquisto

Allo scadere dei termini fissati dal nuovo Regolamento di vendita, sono pervenute ai Commissari Straordinari Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari sette offerte vincolanti per l’acquisto dei complessi aziendali di Mercatone Uno, provenienti da operatori nazionali ed internazionali.

Obiettivo la continuità aziendale

I Commissari procederanno, di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico, previo parere del Comitato di Sorveglianza, a valutare la migliore offerta e a finalizzare la cessione dei complessi aziendali nel più breve tempo possibile, nell’intento di garantire la continuità aziendale, il miglior livello occupazionale e la massima soddisfazione dei creditori.

Bando aperto a novembre

Dopo che a giugno era sfumata la gara per la vendita (le tre offerte presentate non erano state ritenute accettabili), un mese fa, a seguito di autorizzazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, i Commissari straordinari avevano pubblicato il nuovo regolamento di vendita a trattativa privata per la cessione dei complessi aziendali.

Uno stabilimento a Verdello

A Verdello è presente con uno store accanto al Centro commerciale “La Francesca”. Complessivamente, il gruppo conta 3.405 dipendenti, dei quali 2.795 operativi e 610 in cassa integrazione a zero ore. Cassa integrazione che è stata prorogata fino al 14 gennaio 2018.

Continua la lettura di Mercatone Uno sette offerte per l’acquisto sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/economia/mercatone-uno-sette-offerte-lacquisto/feed/ 0
Omicidio di Palosco, tre arresti http://giornaleditreviglio.it/cronaca/omicidio-palosco-tre-arresti/ http://giornaleditreviglio.it/cronaca/omicidio-palosco-tre-arresti/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:08:33 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29636 Omicidio di Amandeep Singh, c’è una svolta nelle indagini: i carabinieri avrebbero arrestato tre persone che sarebbero coinvolte nell’uccisione dell’operaio 22enne indiano, avvenuta il 10 settembre a Palosco. Si tratterebbe del mandante e di due esecutori materiali Omicidio L’omicidio risale alla serata del 10 settembre, quando una rissa scoppiata tra cittadini indiani, in via Papa […]

Continua la lettura di Omicidio di Palosco, tre arresti sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Omicidio di Amandeep Singh, c’è una svolta nelle indagini: i carabinieri avrebbero arrestato tre persone che sarebbero coinvolte nell’uccisione dell’operaio 22enne indiano, avvenuta il 10 settembre a Palosco. Si tratterebbe del mandante e di due esecutori materiali

Omicidio

La vittima, Singh Amandeep, 22 anni di Palosco

L’omicidio risale alla serata del 10 settembre, quando una rissa scoppiata tra cittadini indiani, in via Papa Giovanni, degenerò in una sparatoria a colpi di pistola. A farne le spese Amandeep Singh, che rimase a terra gravemente ferito. Trasportato in ospedale, morì poco dopo a causa del troppo sangue perso. Sul posto intervennero subito i carabinieri della Compagnia di Treviglio, che avviarono subito un’indagine.

Lite per un debito

Dai primi rilievi emerse che il regolamento di conti era scoppiato per una questione di debiti. Da circa un anno, due opposte fazioni avevano dato vita a una serie di risse, con episodi avvenuti a Chiuduno, Grumello del Monte, Gorlago e Seriate. Domani, nel corso di una conferenza stampa al Comando provinciale di Bergamo, verranno forniti maggiori dettagli sull’operazione dei carabinieri.

Continua la lettura di Omicidio di Palosco, tre arresti sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cronaca/omicidio-palosco-tre-arresti/feed/ 0
Mario Giuliacci ospite della quinta conferenza aerospaziale FOTO VIDEO http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/mario-giuliacci-ospite-la-quinta-conferenza-aerospaziale/ http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/mario-giuliacci-ospite-la-quinta-conferenza-aerospaziale/#respond Fri, 15 Dec 2017 15:02:42 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29635 Mario Giuliacci ospite della quinta conferenza aerospaziale. Con la sua simpatia il colonnello più famoso della Tv ha saputo catturare l’attenzione generale regalando chicche e curiosità. Non solo meteorologia Si è svolto ieri sera, nell’auditorium della Bcc di Caravaggio, l’incontro “Fifth Green Aerospace Conference” organizzato dall’Associazione Arma Aeronautica di Caravaggio. Nel corso della serata sono […]

Continua la lettura di Mario Giuliacci ospite della quinta conferenza aerospaziale FOTO VIDEO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Mario Giuliacci ospite della quinta conferenza aerospaziale. Con la sua simpatia il colonnello più famoso della Tv ha saputo catturare l’attenzione generale regalando chicche e curiosità.

Non solo meteorologia

Si è svolto ieri sera, nell’auditorium della Bcc di Caravaggio, l’incontro “Fifth Green Aerospace Conference” organizzato dall’Associazione Arma Aeronautica di Caravaggio. Nel corso della serata sono stati numerosi gli interventi, da parte di esperti del settore aeronautico, che hanno delucidato al pubblico presente tutta la cultura e le curiosità inerenti al mondo del volo. Dalla meteorologia all’aviazione civile, fino alle missioni spaziali, proprio nello stesso giorno in cui si è conclusa positivamente la missione dell’astronauta italiano Paolo Nespoli.

Caravaggio Mario Giuliacci conferenza aerospaziale Caravaggio Mario Giuliacci conferenza aerospaziale Caravaggio Mario Giuliacci conferenza aerospaziale Caravaggio Mario Giuliacci conferenza aerospaziale Caravaggio Mario Giuliacci conferenza aerospaziale Caravaggio Mario Giuliacci conferenza aerospaziale

Mario Giuliacci ospite d’onore

Diversi gli ospiti di rilievo presenti all’auditorium: il dottor Cesare Cardani (del Dipartimento Scienze Aerospaziali di Milano), il colonnello Stefano Sarrace (dell’Istituto di Medicina Aeronautica di Milano), l’istruttore pilota Luca Vaccarini e lo storico e scrittore Claudio Bossi, uno dei maggior ricercatori internazionali sul caso del Titanic. Tra gli ospiti d’onore anche il Colonnello Mario Giuliacci, noto meteorologo televisivo che ha intrattenuto la platea con divertenti curiosità scientifiche legate alla meteorologia.

“Buonasera!”

Il suo saluto, di certo, non poteva mancare. Giuliacci ha spiegato alcune verità scientifiche tratte dal suo libro “Meteo Curiosità”. Con la sua consueta simpatia e professionalità, Giuliacci ha smentito alcuni luoghi comuni. “Non è del tutto vero – ad esempio – che stare sotto gli alberi durante un temporale sia pericoloso. Lo è quando ci si ripara sotto un singolo albero, ma se ci si ritrova in un bosco o in una pineta, il rischio si riduce drasticamente. E a proposito del tempo – ha aggiunto il Colonnello – vi posso consigliare di non dar retta ai siti internet che forniscono previsioni con 15 giorni di anticipo. Per un naturale fatto scientifico, non è possibile effettuare previsioni accurate con oltre i dieci giorni di anticipo”.

Perché gli uragani hanno nomi femminili?

Tra le tante curiosità, anche questa. Per quale motivo a uragani e tifoni si danno sempre nomi femminili? Ecco la risposta del colonnello.

Continua la lettura di Mario Giuliacci ospite della quinta conferenza aerospaziale FOTO VIDEO sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/mario-giuliacci-ospite-la-quinta-conferenza-aerospaziale/feed/ 0
Il distretto agricolo della bassa bergamasca è arrivato in città http://giornaleditreviglio.it/attualita/distretto-agricolo-della-bassa-bergamasca-arrivato-citta/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/distretto-agricolo-della-bassa-bergamasca-arrivato-citta/#respond Fri, 15 Dec 2017 14:32:42 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29624 Giovedì sera a Romano è stato presentato il distretto agricolo della bassa bergamasca. Il distretto agricolo della Bassa Bergamasca Una rete tra le aziende agricole per valorizzare il territorio. Questo quanto è emerso giovedì sera durante l’incontro svoltosi nella sala della Rocca di Romano. Presenti in rappresentanza del Comune, l’assessore al bilancio Marco Seghezzi e […]

Continua la lettura di Il distretto agricolo della bassa bergamasca è arrivato in città sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Giovedì sera a Romano è stato presentato il distretto agricolo della bassa bergamasca.

Il distretto agricolo della Bassa Bergamasca

Una rete tra le aziende agricole per valorizzare il territorio. Questo quanto è emerso giovedì sera durante l’incontro svoltosi nella sala della Rocca di Romano. Presenti in rappresentanza del Comune, l’assessore al bilancio Marco Seghezzi e per il distretto il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini.

Obiettivo dell’organizzazione

“La prima finalità consiste nel rappresentare uno strumento di creazione e relazione tra tutti i soggetti che intendono coordinarsi per azioni aggregate di sviluppo che coinvolgano aziende e i partner interessati – ha detto Malanchini -Attraverso i tavoli di confronto presso la sede operativa ubicata a Spirano o in altri Comuni”.

I progetti attivi

Dopo l’azione solidale di consegna di 22 autotreni di fieno alle zone del centro Italia colpite dal sisma, il distretto ha promosso tre tavoli di confronto e azione. Il tavole del latte, con il maggior numero di aziende aderenti, il tavolo dei suini e quello delle capre. Significativi i numeri, con l’insieme delle aziende aderenti che ha raggiunto un fatturato milionario. Attraverso l’azione collettiva si può accedere ai finanziamenti a fondo perduto della Regione e dello Stato, coordinati dal Distretto. Infine promossa dal distretto la creazione a Caravaggio della prima scuola casearia della provincia di Bergamo.

Continua la lettura di Il distretto agricolo della bassa bergamasca è arrivato in città sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/distretto-agricolo-della-bassa-bergamasca-arrivato-citta/feed/ 0
Vertice sicurezza, più controlli nel periodo natalizio http://giornaleditreviglio.it/attualita/vertice-sicurezza-piu-controlli-nel-periodo-natalizio/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/vertice-sicurezza-piu-controlli-nel-periodo-natalizio/#respond Fri, 15 Dec 2017 14:28:02 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29618 Vertice sicurezza, più controlli nel periodo natalizio. Si è tenuta ieri mattina, giovedì, in Prefettura una riunione di coordinamento delle Forze di polizia, presieduta dal Prefetto di Bergamo, Elisabetta Margiacchi, convocata in vista delle imminenti festività natalizie. Misure di sicurezza incrementate Obiettivo del vertice un esame delle misure di sicurezza già in atto a protezione […]

Continua la lettura di Vertice sicurezza, più controlli nel periodo natalizio sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Vertice sicurezza, più controlli nel periodo natalizio. Si è tenuta ieri mattina, giovedì, in Prefettura una riunione di coordinamento delle Forze di polizia, presieduta dal Prefetto di Bergamo, Elisabetta Margiacchi, convocata in vista delle imminenti festività natalizie.

Misure di sicurezza incrementate

Obiettivo del vertice un esame delle misure di sicurezza già in atto a protezione degli obiettivi “sensibili” presenti in
ambito provinciale e la definizione degli ulteriori dispositivi di vigilanza e controllo da attuare nelle aree – luoghi di culto, piazze, mercati e centri commerciali – che registreranno un maggiore afflusso di persone e di visitatori in occasione di questo periodo.

Erano presenti il vicesindaco di Bergamo, il questore, i comandanti provinciali dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza e dei Vigili del fuoco, i comandanti della sezione di Polizia Stradale di Bergamo, dell’Ufficio di Polizia di frontiera di Orio al Serio e del locale Posto di Polizia ferroviaria.

Attenzione particolare per l’aeroporto

L’articolato complesso di misure che saranno messe in campo per garantire sicurezza e serenità durante il periodo natalizio della sicurezza vedrà la sinergica collaborazione tra le Forze dell’ordine e tra queste e le Polizie Locali.
In linea con le direttive del Ministero dell’Interno, è stato stabilito che sarà riservata una particolare, intensificata attenzione ai controlli stradali, ferroviari e presso lo scalo aeroportuale di Orio al Serio, nonché alla attività di vigilanza sul commercio e l’utilizzo di prodotti pirotecnici illegali.

Continua la lettura di Vertice sicurezza, più controlli nel periodo natalizio sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/vertice-sicurezza-piu-controlli-nel-periodo-natalizio/feed/ 0
La città sceglie lo sviluppo eco col nuovo Pgt green http://giornaleditreviglio.it/politica/la-citta-sceglie-lo-sviluppo-eco-col-pgt-green/ http://giornaleditreviglio.it/politica/la-citta-sceglie-lo-sviluppo-eco-col-pgt-green/#respond Fri, 15 Dec 2017 14:14:13 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29616 L’Amministrazione comunale di Romano ha presentato il nuovo “Pgt green”. Pgt Green Durante l’ultimo Consiglio comunale è stato presentato il piano del governo del territorio. Un Pgt green, arrivato dopo tre anni dall’insediamento e costruito attraverso un’azione partecipativa, costruita attraverso tre incontri pubblici in cui sono state raccolte le proposte dei cittadini, analizzate ed elaborate […]

Continua la lettura di La città sceglie lo sviluppo eco col nuovo Pgt green sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
L’Amministrazione comunale di Romano ha presentato il nuovo “Pgt green”.

Pgt Green

Durante l’ultimo Consiglio comunale è stato presentato il piano del governo del territorio. Un Pgt green, arrivato dopo tre anni dall’insediamento e costruito attraverso un’azione partecipativa, costruita attraverso tre incontri pubblici in cui sono state raccolte le proposte dei cittadini, analizzate ed elaborate da professionisti del settore urbano, ecologico e ambientale.

I numeri della rivoluzione verde

Il Pgt green è volto al contenimento e non all’espansione, alla valorizzazione dell’esistente. Significativa la riconversione di 352.724 metri quadrati da aree territoriali edificabili a uso agricolo. 66Mila metri quadri di spazi pubblici, di cui un nuovo bosco a ridosso dell’ex statale Soncinese di 28mila metri quadri e contenente 7mila nuovi alberi. Significativi i 49 chilometri in più di piste ciclabili sul territorio cittadino a sviluppo di una viabilità dolce. Infine gli 86mila metri quadrati di aree riqualificate e ristrutturate rappresentano al meglio la città recuperata e la valorizzazione dell’esistente.

Il sindaco

“All’inizio del mandato nel 2014 avevamo un sogno che era quello di cambiare Romano e renderla più a dimensione del cittadino – ha detto il sindaco Sebastian Nicoli – oggi questo Piano di governo del territorio va in questa direzione, con nuove aree verdi e la riqualificazione di spazi pubblici che torneranno a essere il fulcro della vita cittadina”.

Continua la lettura di La città sceglie lo sviluppo eco col nuovo Pgt green sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/politica/la-citta-sceglie-lo-sviluppo-eco-col-pgt-green/feed/ 0
Babbo Natale Bcc, al via la 32esima edizione http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/babbo-natale-bcc-al-via-la-32esima-edizione/ http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/babbo-natale-bcc-al-via-la-32esima-edizione/#respond Fri, 15 Dec 2017 14:04:56 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29609 Babbo Natale Bcc, pronta a partire la 32esima edizione del concorso lanciato dalla Banca di Credito Cooperativo Bergamasca e Orobica. Un regalo per i bambini Appuntamento il 17 Dicembre con Santa Claus in una delle 222 filiali dell’Istituto di Credito pronte ad accogliere con un regalo i bimbi nati tra il 2008 e il 2012. […]

Continua la lettura di Babbo Natale Bcc, al via la 32esima edizione sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Babbo Natale Bcc, pronta a partire la 32esima edizione del concorso lanciato dalla Banca di Credito Cooperativo Bergamasca e Orobica.

Un regalo per i bambini

Appuntamento il 17 Dicembre con Santa Claus in una delle 222 filiali dell’Istituto di Credito pronte ad accogliere con un regalo i bimbi nati tra il 2008 e il 2012. Un’iniziativa molto amata che lo scorso anno ha chiamato a raccolta oltre novemila persone tra bambini e genitori.

Santa Claus in 22 filiali

Il 17 Dicembre dalle 9.30 alle 12.30 Santa Claus parcheggerà infatti le sue renne nelle 22 filiali di Azzano San Paolo, Bariano, Basella, Bergamo Celadina, Borgo di Terzo, Brusaporto, Calcinate, Cologno al Serio, Comun Nuovo, Levate, Grassobbio, Martinengo, Morengo, Pedrengo, Pognano, Scanzorosciate, Spirano, Stezzano, Trescore Balneario, Torre Boldone, Urgnano e Zanica per augurare le migliori festività a grandi e piccini.

Una letterina per Babbo Natale

Saranno proprio i bambini i veri protagonisti di questa iniziativa che, organizzata dall’Istituto di Credito per valorizzare la tradizione, dal 1985 rappresenta un appuntamento imperdibile del calendario dell’avvento. A potersi sedere sulle gambe di Babbo Natale e ricevere direttamente dalle sue mani un regalo, per questa 32esima edizione, saranno i bimbi nati tra il 1° gennaio 2009 e il 31 dicembre 2013. Semplice assicurarsi il dono: sarà sufficiente consegnare in filiale la letterina/invito che hanno ricevuto nei giorni scorsi, con un disegno o un pensiero. Un momento di pura felicità anche per mamma e papà che potranno rivivere la magia dei Natale dell’infanzia attraverso gli occhi e l’entusiasmo dei figli.

Regali anche ai bimbi in pediatria

“Il Babbo Natale” della BCC Orobica e Bergamasca, nel pieno rispetto dei valori di comunione, socialità, sostegno e solidarietà che contraddistinguono sin dalla sua fondazione l’Istituto di Credito, pensa però anche a quanti si trovano in un difficile momento della loro vita e sceglie di essere al loro fianco donando loro i regali che non dovessero essere ritirati il 17 Dicembre. “A scartarli – ha spiegato il presidente Giovanni Battista Fratelli – saranno i bambini che si trovano nei reparti di lunga degenza pediatrica degli ospedali della bergamasca a cui speriamo di donare un sorriso e un po’ di leggerezza. Come anche a tutti i piccoli che saranno con noi e con la squadra dei nostri Babbo Natale il 17 di dicembre”.

Continua la lettura di Babbo Natale Bcc, al via la 32esima edizione sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/cultura-e-turismo/babbo-natale-bcc-al-via-la-32esima-edizione/feed/ 0
Paziente cronico: da Regione Lombardia arriva il percorso personalizzato http://giornaleditreviglio.it/attualita/paziente-cronico-regione-lombardia-arriva-percorso-personalizzato/ http://giornaleditreviglio.it/attualita/paziente-cronico-regione-lombardia-arriva-percorso-personalizzato/#respond Fri, 15 Dec 2017 10:43:56 +0000 http://giornaleditreviglio.it/?p=29602 Sei un paziente cronico? Dalla Regione Lombardia arrivano delle buone notizie, grazie al nuovo percorso personalizzato. E proprio di questa riforma socio-sanitaria che sarà attiva da gennaio 2018, si è parlato ieri sera nella sala consigliare del Comune di Lurano, davanti a un pubblico di cittadini attenti e interessati. Cosa cambierà? “Non si tratta di […]

Continua la lettura di Paziente cronico: da Regione Lombardia arriva il percorso personalizzato sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
Sei un paziente cronico? Dalla Regione Lombardia arrivano delle buone notizie, grazie al nuovo percorso personalizzato. E proprio di questa riforma socio-sanitaria che sarà attiva da gennaio 2018, si è parlato ieri sera nella sala consigliare del Comune di Lurano, davanti a un pubblico di cittadini attenti e interessati.

Cosa cambierà?

“Non si tratta di qualcosa di nuovo, ma di un’evoluzione di un sistema che c’era già – ha precisato il sindaco di Lurano Dimitri Bugini – Nell’ottica di garantire un servizio socio-sanitario sempre migliore a ciascun cittadino, cercando di risolvere quelle problematiche che si si sono manifestate fino ad oggi”. A illustrare nel dettaglio i vantaggi della nuova riforma ci ha poi pensato il direttore generale dell’Asst Bergamo Ovest Elisabetta Fabbrini, che ha spiegato: “Con l’aumento della qualità della vita e della longevità è aumentato anche il fattore della cronicità di alcune patologie. Proprio per questo è stato necessario anche un cambiamento del sistema socio-sanitario, che deve rispondere alle nuove esigenze dei suoi pazienti. Di qui la novità della riforma regionale, che ha deciso di prendersi cura non solo del paziente cronico, ma anche della sua famiglia – ha proseguito la Fabbrini – Da gennaio 2018 infatti ciascuno degli oltre 3 milioni di pazienti cronici presenti in Lombardia, si vedrà recapitare una lettera dalla Regione che li inviterà a prendere parte al nuovo modello di presa in carico”.

La scelta del gestore e il P.A.I.

Nella lettera sarà chiesto al paziente cronico, detentore del famoso cartellino rosa indicante l’esenzione, di scegliere il proprio “gestore”, ovvero colui o coloro ai quali affidare la cura della propria patologia, l’organizzazione nonché la gestione del relativo percorso terapeutico. Sì perché il gestore può essere il proprio medico di famiglia, qualora abbia aderito alla riforma, ma anche una struttura privata accreditata o più semplicemente una struttura ospedaliera pubblica come l’Asst Bergamo Ovest. Quello che conta realmente è che dal momento della presa in carico il paziente cronico non dovrà più preoccuparsi di far coincidere visite ed esami medici, né tantomeno fare interminabili file al Cup. A tutto questo penserà il gestore, che nel caso dell’Asst trevigliese farà capo a un “Centro Servizi”, dove il paziente cronico seguito da un’infermiera di riferimento, potrà firmare il “Patto di cura” di durata annuale, che permetterà di definire il famoso Piano Assistenziale Individuale, (P.A.I.). Proprio grazie a questo documento infatti al paziente cronico verrà consegnato un piano personalizzato con tutte le prenotazioni degli esami e delle visite necessarie alla cura della propria patologia o pluri-patologia cronica, con data, luogo ed orario dell’appuntamento.

I vantaggi

“Grazie alla presa in carico, il paziente è accompagnato nella gestione di tutti gli adempimenti burocratici connessi alla patologia – hanno spiegato il dottor Fausto Alborghetti e il direttore socio-sanitario Barbara Mangiacavalli – Rientrano nelle 64 patologie croniche riconosciute dalla riforma quelle neurologiche, cardiovascolari, oncologiche e molte altre ancora tra cui il diabete, l’asma, l’epatite e le persone trapiantate. Il paziente cronico e la sua famiglia vengono così sollevati da stress e preoccupazioni legati alla gestione del percorso di cura, guadagnando benessere per sé e i propri familiari”. “Nel caso il proprio medico di famiglia non aderisca alla riforma non sentitevi abbandonati, il nostro centro servizi vi aiuterà a trovare la soluzione che più vi convince – ha poi aggiunto la Fabbrini – Ricordo che potete aderire al percorso di presa in carico anche in un secondo momento e che potete scegliere quale gestore qualsiasi struttura lombarda accreditata vi dà più fiducia. Ciò che importa è garantire un servizio efficiente e personalizzato a ciascun paziente”.

Continua la lettura di Paziente cronico: da Regione Lombardia arriva il percorso personalizzato sul portale Giornale di Treviglio.

]]>
http://giornaleditreviglio.it/attualita/paziente-cronico-regione-lombardia-arriva-percorso-personalizzato/feed/ 0