Giornale di Treviglio > Attualità > Sorte: “Con Brebemi Treviglio diventa il centro dell’Europa”
Attualità Romano Treviglio -

Sorte: “Con Brebemi Treviglio diventa il centro dell’Europa”

E il presidente Brebemi rilancia: "Il Pil della Bassa crescerà di 5 punti". "Il traffico cresce: no a diminuzioni del pedaggio, il costo non è un problema"

Treviglio al centro dell’Europa, grazie alla nuova Brebemi che entro il 15 novembre dovrebbe essere connessa all’A4 e quindi a Veneto e ai paesi dell’Est europeo. Parola dell’assessore regionale Alessandro Sorte, intervenuto stamani alla visita ai cantieri della sospirata interconnessione.  Anche il presidente Francesco Bettoni è positivo: “E’ un driver per l’economia, nella Bassa il Pil crescerà di cinque punti”. Ma Legambiente continua a dar battaglia sull’autostrada “flop”.

 

Bettoni: “Il Pil della Bassa crescerà di cinque punti”

Cresce il traffico, cresce l’economia. Per il presidente Francesco Bettoni non ci sono dubbi. L’economia si è rimessa in moto anche grazie all’A35. E con la prossima interconnessione con l’A4, i dati non potranno che essere ancora più positivi. “Mi prendo la responsabilità – ha detto Bettoni  – il Pil che si registrerà nell’area sarà del +5%”. Il tutto trainato dalla conclusione dei lavori finali dell’autostrada.

Dati incoraggianti

Dal secondo semestre del 2014 (quando l’autostrada fu inaugurata) al primo del 2017 il traffico dei veicoli circolanti sull’A35 è aumentato del 140%. Mentre il transito giornaliero del 102%. Percentuali che lasciano ben sperare per il futuro dell’autostrada “più sicura d’Italia”. A scegliere Brebemi sono per lo più i mezzi pesanti, specialmente quelli con targa straniera (nel primo trimestre 2017 la crescita è stata del +16,1%). Il motivo è chiaro: meno tempo e quindi meno spese per il carburante. Caratteristiche che rendono Brebemi un’alternativa molto valida per la circolazione. E ora che si potrà andare da Treviglio a Trieste senza lasciare l’autostrada i dati non potranno che essere incoraggianti.

Migliorano i ricavi

Migliorano anche i ricavi per Brebemi. Dal primo trimestre del 2016 al primo del 2017 la crescita c’è ed è pari al 18,3%. Prova inequivocabile che nonostante le (ben note) pecche dell’A35 (mancanza di collegamenti e tariffe poco competitive sul mercato), la Milano-Brescia continua ad attrarre. Tant’è che il transito medio giornaliero si è assestato a quota 29mila veicoli. Ed è per questo che non si procederà verso la tanto invocata riduzione delle tariffe. “Non ne vedo il bisogno – ha detto il presidente – il costo è un falso problema. E basta vedere i dati per capirlo. Ognuno può fare una libera scelta, se ancora oggi a fine luglio continuiamo a crescere, ciò significa che i vantaggi che Brebemi offre valgono il suo costo”.

Treviglio centro d’europa

“Ciò a cui assistiamo è una rivoluzione completa della viabilità”. E’ questa la posizione dell’assessore regionale ai trasporti Alessandro Sorte. Con l’interconnessione con l’A4 e con la Pedemontana (che permetterà di raggiungere l’Ovest bypassando Milano) Treviglio grazie a Brebemi diventerà il centro della Lombardia e quindi il centro d’Europa. “Parlando con gli amministratori locali – ha detto – tutti confermano che Brebemi ha offerto un potenziale attrattivo altissimo. Chi ne avrà maggior vantaggio sarà la città di Treviglio, che, al centro della Lombardia, a metà strada tra Milano e Brescia, è il vero cuore pulsante della Regione”.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente