Giornale di Treviglio > Attualità > Da Urgnano a Caldarola per la rievocazione storica, il racconto dei volontari FOTO
Attualità Romano -

Da Urgnano a Caldarola per la rievocazione storica, il racconto dei volontari FOTO

Dalla Bassa nelle Marche alla scoperta della cultura e delle tradizioni più forti del terremoto

Un nutrito gruppo di volontari urgnanesi ha appena passato 3 giorni nelle Marche.  Un viaggio per partecipare alla “Giostra delle castella”, la rievocazione storica del comune di Caldarola, duramente colpito dal sisma dell’ottobre scorso.

La visita per la rievocazione storica

«Sono stati 3 giorni veramente emozionanti. Un’iniziativa solidale nuova e diversa». Descrive così la presidente della Pro Loco di Urgnano Silvia Patelli la visita di 3 giorni nel paesino marchigiano di Caldarola. La solidarietà per il comune del maceratese era iniziata subito dopo il terremoto. L’idea era arrivata da alcune famiglie di Urgnano che proprio a Caldarola hanno le proprie radici.
I volontari di Pro Loco, Protezione Civile, Alpini, Promourgnano, Croce Rossa e Sommozzatori di Treviglio (presieduti dall’urgnanese Giacomo Passera) hanno contribuito alla riuscita della «Giostra de le Castella». Qualcuno si è impegnato in cucina, facendo apprezzare la nostra polenta e i casoncelli anche sugli appennini, tanti hanno partecipato alla rievocazione con i costumi prestati proprio dalla Promourgnano, altri hanno fatto nelle Marche lo stesso prezioso lavoro di volontariato nel quale si impegnano quotidianamente a casa. «La cosa più bella – spiega Patelli – è stato vedere i calderolesi costretti a lasciare le proprie case partecipare con entusiasmo alla manifestazione. Il terremoto ha danneggiato le case ma la comunità continua a vivere».

Una raccolta fondi durata un anno

Musica, sport e prelibatezze: è stata questa la ricetta di Urgnano per aiutare il comune di Caldarola, duramente colpito dal sisma dell’autunno scorso che ha devastato il centro Italia. Terra d’arte e di castelli, Caldarola aveva in comune con Urgnano il fascino quasi fiabesco del suo maniero, che è stato però severamente compromesso dal terremoto dell’ottobre scorso.
Ma dopo il sisma l’istituto comprensivo «Colleoni» con il comitato genitori, la Polisportiva, la Pro Loco e l’Oratorio hanno deciso di mobilitarsi, con il patrocinio del Comune, per raccogliere fondi per la ricostruzione del Borgo. Un concerto, un torneo di calcio e una vendita di torte. Le iniziative organizzate sono servite per raccogliere fondi rispettivamente per la Pro Loco, la Polisportiva e le scuole del comune del maceratese.

 

Urgnano ricambia l’ospitalità

Tra Urgnano e Caldarola il legame è diventato ormai indissolubile. Lo scambio di cultura, tradizioni, gastronomia ma soprattutto emozioni continuerà anche nei prossimi mesi. E sarà Urgnano stavolta a ricevere la visita di una delegazione di Calderolesi. Un’occasione per ribadire ancora una volta il legame tra le due comunità ma anche per promuovere il nostro territorio.  La delegazione del maceratese infatti visiterà tutte le bellezze del paese dei conti Albani ma sarà anche accompagnata in una visita guidata a Bergamo.  Un inedito mix tra promozione del territorio e solidarietà che sembra funzionare alla grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente