Giornale di Treviglio > Attualità > Nicolas Leoni: il re (autodidatta) del mixaggio
Attualità Romano -

Nicolas Leoni: il re (autodidatta) del mixaggio

Una passione così forte da spingerlo sempre più a migliorarsi... con il sogno che possa diventare una professione.

Impara l’arte e mettila da parte. Questo proverbio l’ha applicato alla lettere il 22enne colognese Nicolas Leoni, in arte “Ganador”. Un vero e proprio maestro del mixaggio. Ad insegnarglielo sono state la sua passione e la voglia di fare. Infatti tutte le conoscenze che possiede nel campo le ha imparate da autodidatta.

Una passione coltivata da anni

“Sono ormai molti anni che mi dedico al mixaggio – ha detto Nicolas – ho iniziato principalmente per gioco, per registrare le mie canzoni”. Infatti alla base di questa passione c’era una necessita pratica. Quella di registrare le canzoni, rap per lo più, che Ganador scriveva e cantava. “Quindi ho iniziato a vedere video online – ha spiegato – ma ciò che più mi ha permesso di imparare sono state la dedizione e pratica che ci ho messo. Da 3 anni a questa parte molto più intensamente”.

L’avvio di una sala per registrare

Quando Nicolas ha capito che per lui il mixaggio stava diventando un’esigenza a cui non poteva più rinunciare ha deciso di investire nel progetto. Camera sua è diventata, infatti, una piccola sala di registrazione, dove invita i suoi amici a provare le canzoni da loro ideate. “Ho fatto un po’ di sacrifici – confessa Nicolas – ma alla fine con qualche lavoro extra e straordinari ho comprato tutte le attrezzature necessarie”. A casa sua si trovano infatti fotocamere professionali, microfoni molto costosi, pannelli per registrare e programmi per il mixaggio professionali. L’idea futura è quella di aprire un suo studio, chi chiamerà probabilmente “Noclick Studio”.

Il corso con un esperto

“Avevo capito però – ha detto – che quanto avevo imparato non bastava mai. I miei amici erano soddisfatti del lavoro, ma io non mi accontentavo. Così, recentemente, ho deciso di seguire un corso con un professionista che ha registrato artisti del calibro del rapper Vacca, di Mboss e Zingogang”. Il corso, durato tre mesi con tanto di attestato riconosciuto, ha permesso a Nicolas di affinare la tecnica e capire i segreti che stanno dietro al mixaggio.

L’apertura al videomaking

Ben cento sono le canzoni ad oggi registrate da Nicolas, alcune trovabili anche su Youtube. Ma forse il futuro lo spingerà ad approfondire anche un altro campo: quello del videomaking. “Ad oggi, sempre per diletto – ha detto – giro qualche video musicale per qualche artista. Per ora però penso che questo sia un semplice passatempo, anche questo appreso da  autodidatta e non penso che diventi qualcosa di più serio in futuro”. Per ora l’obiettivo di Leoni è quello di rendere la sua passione una professione.

Il mixaggio: un mezzo per esprimersi

“Mixare è qualcosa di cui non posso fare a meno – ha detto – prima avevo la musica come sfogo, ma quando ho capito che quello che scrivevo e cantavo non era recepito dalla gente perché forse estremamente vero ho capito che il mixaggio era una valida alternativa per riuscire comunque ad esprimermi e lasciare una mia impronta in quegli che gli artisti fanno”. Ora la strada è di certo in salita, ma Ganador non molla di certo. “Quando mi trasferisco (a breve ndr) – ha concluso – ordino meglio il materiale che ho e adibirò una stanza alla registrazione. Un piccolo passo verso il futuro lavorativo che sogno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente