Giornale di Treviglio > Cucina > Piatti tipici liguri, come cucinare lo stoccafisso in umido

GMO Cucina

Cucina
0 commenti.

Piatti tipici liguri, come cucinare lo stoccafisso in umido

Semplici procedure e successo assicurato per chi vuole cimentarsi tra i fornelli come un vero cuoco

Scritto da:

Piatti tipici liguri, o meglio del ponente ligure. Spicca senz’altro lo stoccafisso in umido. Vediamo la ricette per preparare al meglio questa inimitabile prelibatezza. Lo stoccafisso è molto diffuso a ovest di Genova e, con alcune variazioni, lo ritroviamo in molte cucine anche del Levante ligure. La versione più comunemente accettata è ben descritta nel volume «La cucina ligure».

Ingredienti per 6 persone

• 800 g di stoccafisso bagnato
• 400 g di patate
• 2 cucchiai di capperi
• 150 g di olive nere
• 6 pomodori senza pelle
• olio extravergine di oliva
• prezzemolo fresco tritato
• 2 spicchi d’aglio
• 1 carota
• 1 cipolla bianca
• sale e pepe

Piatti tipici liguri, lo stoccafisso

Scottare lo stoccafisso in acqua bollente per togliere meglio pelle e lische. Tritare cipolla, carota, aglio e prezzemolo. Soffriggere il trito in un tegame di terracotta o di rame con olio di oliva; appena dorato il soffritto, aggiungere i capperi e le olive. Aggiungere lo stoccafisso tagliato a pezzetti, il pepe e la polpa di pomodoro. Cuocere col coperchio, a fiamma bassa, versando ogni tanto un po’ di vino bianco. Dopo un paio d’ore aggiungere le patate tagliate a pezzetti, regolare di sale e pepe e finire di cuocere a fuoco basso. Gustare ben caldo e accompagnare, volendo, con vino robusto.

L’articolo Piatti tipici liguri, come cucinare lo stoccafisso in umido proviene da Cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente