Giornale di Treviglio > Politica > Centro prelievi presto in paese
Politica Romano -

Centro prelievi presto in paese

La giunta comunale nella seduta di giovedì scorso ha approvato la convenzione da sottoscrivere con la società «Bianalisi Spa» di Lissone per l’utilizzazione di alcuni locali dell’edificio in via Torino 1

Centro prelievi presto attivo a Ghisalba.

Centro prelievi voluto dall’Amministrazione

Un servizio che non c’era mai stato prima e che l’Amministrazione Pezzoli ha voluto fortemente per venire incontro alle esigenze della popolazione. ll centro prelievi provvederà anche alla riscossione dei ticket sanitari se dovuti e alla consegna dei referti e, su prenotazione, a prelievi a domicilio.

Sorgerà in via Torino

La giunta comunale nella seduta di giovedì scorso ha approvato la convenzione da sottoscrivere con la società «Bianalisi Spa» di Lissone per l’utilizzazione di alcuni locali dell’edificio comunale sito in via Torino 14, come centro di prelievo. La struttura già ospita l’associazione anziani, l’avis e l’aido. La società, accreditata al SSN, opera da anni anche in numerosi paesi della bergamasca.

Lavori già iniziati

«Per consentire di attivare celermente la struttura alle richieste dell’ATS formulate in sede di sopraluogo dei locali si sono presentati dei volontari– ha spiegato il sindaco Antonio Pezzoli – Si sono prestati, operando a proprie cure e spese, il consigliere Giancarlo Rossoni che ha provveduto alla tinteggiatura lavabile dei locali, l’assessore Ezio Micheli che ha fornito e installato i necessari sanitari e le soglie per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Io stesso, mi sono fatto carico dell’adeguamento della modifica dell’impianto d’allarme».

Si parte con due mattine alla settimana

Ecco già qualche informazione sul centro. «La convenzione prevede il funzionamento del centro per due mattinate eventualmente incrementabili in rapporto all’entità delle utenze – ha spiegato il sindaco – Il centro prelievi provvederà anche alla riscossione dei ticket sanitari se dovuti e alla consegna dei referti e, su prenotazione, a prelievi a domicilio». Il servizio potrà presumibilmente essere attivato già sul finire del mese di ottobre e dopo che l’ATS abbia dato il proprio finale assenso ai prescritti adeguamenti attuati dagli amministratori. Preventivamente si provvederà ad illustrare i servizi offerti dal centro ai medici operanti sul territorio e a informare la popolazione circa la disponibilità del servizio.

“Vicino alle categorie fragili e disagiate”

«Con la nuova struttura abbiamo voluto sviluppare la locale attività sanitaria in favore di tutti i cittadini – ha detto il sindaco – In particolare di quelli appartenenti alle categorie fragili e disagiate evitando loro la gravosità del trasporto verso strutture di altri paesi e lunghe attese per i turni di prelievo. E’ questo un impegno assunto in occasione della campagna elettorale portato a compimento».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente