Giornale di Treviglio > Politica > AttrAct, un bando per accedere ai fondi di ricostruzione
Politica Romano -

AttrAct, un bando per accedere ai fondi di ricostruzione

Parte il recupero delle aree dismesse. A Cividate identificato l'ambito produttivo-logistico Cascinone

AttrAct, un bando per accedere ai fondi di ricostruzione. Con il bando «AttrAct», il Comune di Cividate al Piano rientra negli otto paesi bergamaschi selezionati per il rilancio delle aree dismesse. Dalla Regione fino a 100mila euro per progetto.

AttrAct, un bando della Regione vinto dal Comune

Il programma promosso dalla Regione Lombardia prevede il recupero di aree dismesse per attrarre investitori, e l’Amministrazione punta sull’ambito produttivo-logistico Cascinone, ex Vitali.
Con un investimento di sette milioni, più 2.8 milioni in servizi, Regione Lombardia ha deciso di erogare risorse da spendere in conto corrente (il 30 percento per il piano marketing e servizi vari) e in conto capitale (70 percento). Saranno realizzate opere pubbliche, dalla pista ciclabile, alla cura delle aiuole che possano attrarre investitori possibili a investire in quelle zone, laddove l’Amministrazione non riesce ad arrivare.

Il commento del sindaco

«Abbiamo già chiamato la società interessata all’area Cascinone e presto ci incontreremo per un eventuale investimento – ha detto il sindaco Gianni Forlani -. Abbiamo partecipato al bando e identificato l’area davanti alle Acciaierie, dopo il ponte della ferrovia, lungo la Sp 98. Pensiamo a un rilancio di tipo industriale e faremo interventi perché la zona diventi attrattiva».

Tra un mese i primi sviluppi

Il bando prevede fino a 100mila euro per progetto. A settembre si terrà un incontro in Regione, al quale saranno invitati tutti i Comuni ammessi al programma. Si parlerà dei prossimi passi per affrontare il percorso di definizione e confronto finalizzato alla sottoscrizione degli accordi per l’attrattività e l’attuazione dei reciproci impegni.
Le modalità di assegnazione delle risorse destinate ai Comuni, fino a 100mila euro per ogni progetto, terranno conto di diversi criteri. In base al numero di abitanti e della valutazione degli interventi di semplificazione, di incentivazione fiscale ed economica, delle caratteristiche di qualità e accessibilità delle aree.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente