Giornale di Treviglio > Politica > Poliambulatorio semideserto da sette anni VIDEO
Politica Treviglio -

Poliambulatorio semideserto da sette anni VIDEO

Il sindaco per ora non si sbilancia, ma parla di prospettive future.

poliambulatorio semideserto

Poliambulatorio semideserto. A sette anni dalla chiusura di«Raphael 2», la ex scuola media poi utilizzata e dismessa dalla vecchia Asl giace semi inutilizzata.

Poliambulatorio semideserto

Poliambulatorio semideserto da sette anni. E, a parte il degrado che all’esterno comincia a vedersi, la bolletta del riscaldamento centralizzato finora è costata alla comunità migliaia di euro. I locali sono già predisposti e potrebbero ospitare ben altro che l’attuale ambulatorio di un medico di base e il servizio prelievi un paio di giorni alla settimana.

Il fallimento di Raphael 2

Nel 2006 era cominciata l’avventura dell’Amministrazione guidata da Valerio Piazzalunga con la onlus trevigliese. Ma solo quattro anni dopo era naufragata per problemi finanziari.

«”Raphael 2” è in liquidazione – aveva detto il primo cittadino – Per ora garantiamo il servizio prelievi che sono affidati a infermiere volontarie della Croce rossa». E le allora minoranze avevano affondato il colpo, criticando la convenzione sbilanciata a favore della onlus oltre al mancato controllo dell’attività.

Ma oggi che si fa?

Chiunque può constatare che a parte il piano terra, tutto l’edificio è vuoto e fuori i muri sono coperti di pasticci. Il capogruppo di minoranza Angelo Moleri, allora in maggioranza, la pensa così: «La nostra proposta è di portare servizi sanitari primari a Fara e poggia sul decreto Balduzzi del 2012 che, dopo anni di politiche di accentramento ne ha previsto parziale ritorno sul territorio – ha detto – Abbiamo una struttura giusta per questo scopo ma l’Amministrazione ha perso un’altra occasione!».
Il sindaco Armando Pecis, medico, per ora ha poco da dire: «Per adesso non si fa nulla, ma le prospettive ci sono. Manca ancora un anno e qualche mese alla fine del mio mandato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente