Giornale di Treviglio > Sport > Il Giro d’Italia potrebbe tornare nella Bassa nel 2018
Sport Treviglio -

Il Giro d’Italia potrebbe tornare nella Bassa nel 2018

E se il Giro d'Italia tornasse nella Bassa? Indiscrezioni sulla tappa del prossimo 17 maggio da Rovereto-Monza.

Giro d'Italia nella Bassa 2016

E se il Giro d’Italia tornasse nella Bassa? Indiscrezioni sulla tappa del prossimo 17 maggio da Rovereto-Monza

Anticipazioni sul percorso del Giro d’Italia

Il condizionale è d’obbligo, dato che il percorso ufficiale della corsa ciclistica più importante d’Italia sarà presentato solo tra due settimane. Ma i segnali ci sono tutti, così come le solite soffiate più o meno ufficiali. Le indiscrezioni per una tappa in Bergamasca parlano del 17 maggio 2018, un giovedì. Giorno in cui dovrebbe tenersi la tappa Rovereto-Monza. Una tappa “di pianura”, si sospetta. E per buone ragioni.

Pianura dopo la “cronometro” montana

Prima di tutto, infatti, il giorno prima dovrebbe tenersi uno di quelli che si profila come una tra le gare più importanti del Giro: la cronometro Trento-Rovereto. E poi, il giorno dopo l’arrivo a Monza la carovana dovrebbe, sempre secondo indiscrezioni, ripartire da Milano. Stavolta, alla volta di Prato Nevoso, in provincia di Cuneo. Per tre giorni di pura montagna o quasi.
Se a ciò si aggiunge un possibile passaggio da Arco di Trento, diventa facile ipotizzare che si percorrerà la Gardesana Occidentale. E che arrivati nella Bassa bresciana, per arrivare a Monza occorrerà attraversare proprio la Bassa, forse lungo l’asse della Francesca.

La presentazione ufficiale

Il percorso ufficiale dovrebbe essere comunicato tra due settimane, esattamente il 29 novembre a Milano, negli studi Rai di via Mecenate. E mentre a Monza si preparano al grande evento, noi qui andiamo a risfogliare le immagini dell’ultimo Giro passato nella Bassa: era il maggio dell’anno scorso, quando la carovana rosa transitò sulla ex Statale 11, da Calcio a Treviglio, per poi arrivare a Cassano d’Adda. Sperando che tra poco più di sei mesi si possano replicare quelle emozioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente